la grande fotografia applicata al teatro, agli  eventi, spettacoli  e natura

Fortezza Est in scena “Charta”.

Fortezza Est in scena “Charta”

Fortezza Est in scena “Charta”

Fortezza Est in scena “Charta”.

Fortezza Est in scena “Charta”. Di e con Bernardo Casertano. Disegno luci Chiara Saiella

Una produzione Fortezza Est e Teatro Akropolis, 15-16-17 Dicembre 2022 | h. 20:30

Fortezza Est in scena “Charta”. “Padre: devo continuare a parlare per scherzo o cominciare a parlare sul serio?

Ragazza: parli per scherzo

Padre: no, perché io sono condizionato dal mio scherzo e lì dentro c’è la mia verità?

Ragazza: non parli nè sul serio nè per scherzo allora.

Padre: Infatti è così che parlerò “

Affabulazione – P.P. Pasolini

Fortezza Est in scena “Charta”.
Fortezza Est in scena “Charta”.

Dopo il debutto dello scorso novembre al Teatro Akropolis di Genova arriva a Roma a Fortezza Est il nuovo lavoro di Bernardo Casertano “Charta”: in scena dal 15 al 17 dicembre un passo personalissimo verso l’abisso della paternità, verso la visione di quell’enorme esperienza che tanto può affascinare quanto spaventare.

“Charta” ovvero il latino del termine Carta, è l’ultimo tassello di una trilogia sul tema della “condizione umana”.

Un percorso iniziato con Dino, ispirato da “Il re del plagio” di Jan Fabre, proseguito con Caligola – Assolo.1, dal Caligola di Albert Camus.

La chiusura della trilogia trae spunto da due testi: Affabulazione di P.P. Pasolini e Pinocchio di Collodi, nella trasposizione di Carmelo Bene.

Si tratta di una descrizione personalissima dell’incognita della paternità. 

Attraverso la metafora di una prova apparentemente impossibile da superare, ma possibile da affrontare, “Charta” porta in scena il tentativo di descrivere la sensazione a riguardo, la descrizione metaforica di una legittima non-genitorialità.

Un “un padre” e “un figlio”, assolutamente interscambiabili e l’atrocità con cui si sopprime troppo facilmente l’io figlio di fronte alla paternità.

Pinocchio di Carmelo Bene, è la volontà di uscire da quella retorica culturale che vuole l’indottrinamento dei figli da parte dei padri, o degli adulti.

Un Pinocchio ipoteticamente padre che assume un’onestà tale, da assurgere a simbolo del racconto.

“La carta – scrive Bernardo Casertano nel saggio pubblicato sul XIII volume Testimonianze ricerca azioni pubblicato da AkropolisLibri – è un materiale che ricorda molto la natura umana acquisendo forse e resistenze diverse in base al contesto in cui si trova.

Charta 15-16-17 dicembre 2022

Stagione 2022/2023 VOLI PINDARICI – Fortezza Est

via Francesco Laparelli, 62 Roma – Tor Pignattara

Orario Spettacoli giov-ven-sab ore 20:30

biglietto unico 12.00€

www.fortezzaest.com

info e prenotazioni

 mail prenotazionifortezzaest@gmail.com | whatsapp 329.8027943| 349.4356219

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/lo-schiaccianoci-di-luciano-cannito/ https://www.unfotografoinprimafila.it/teatro-arcobaleno-ifigenia-in-aulide/

(C) Tutti i diritti riservati Adriano di Benedetto 2019-2029 – elaborazione grafica e gestione: progettoweb.xsoft.it