la grande fotografia applicata al teatro, agli  eventi, spettacoli  e natura

Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.

Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”

Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”

Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.

Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”. Auditorium Parco della Musica giovedì 10 marzo 2022 ore 21,00


Gonzalo Rubalcaba & Aymèè Nuviola, due musicisti acclamati in tutto il mondo e vincitori di Grammy, si incontrano per un nuovo progetto: Viento y Tiempo.

Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”. Un progetto che ha unito il talento vocale di Aimée Nuviola e quello pianistico di Gonzalo Rubalcaba.

Una storia suggestiva che parla di un nuovo incontro tra due star che si conoscevano da bambini, quando le loro madri, molto amiche tra loro, li portavano a studiare musica nel Conservatorio de L’Avana.

Molto tempo è passato da allora, e Gonzalo e Aymée sono diventati personalità di primissimo piano della musica cubana nel mondo (lei è vincitrice di un Grammy e di un Latin Grammy, lui di Grammy ne ha vinti due, e altrettanti Latin Grammy).

Oggi si sono ritrovati, non per condividere le lezioni di piano con la maestra Silvia, fautrice del loro incontro, ma per dare vita al progetto “Viento Y Tiempo”.

E naturalmente Rubalcaba è anche uno dei pianisti jazz più famosi del mondo.

Oggi uniscono i loro talenti per dar vita a quello che si presenta come un vero e proprio omaggio alla tradizione musicale cubana.


Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.
Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.

GONZALO RUBALCABA

“Downbeat” ha scritto che ha la capacità di rendere semplice quello che è molto complicato, multi premiato, vincitore di Grammy, pianista e compositore, Gonzalo Rubalcaba era già un giovane fenomeno, con una carriera in erba nella sua nativa Cuba, nel momento in cui è stato scoperto da Dizzy Gillespie nel 1985.

Da allora, la rivista Piano & Keyboards l’ha selezionato nel 1999 come uno tra i migliori pianisti del ventesimo secolo, a fianco di figure quali Glenn Gould, Martha Argerich e Bill Evans.

Ha vinto due Grammy Awards e due Latino Grammy, ha raccolto 16 nomination ai Grammy ed è un Bestseller EMPIK.

Tutto questo lo ha reso una stabile forza creativa nel mondo del jazz. È nato il 27 maggio 1963 all’Avana, in una famiglia in cui la musica ha sempre avuto un ruolo centrale.

Suo padre, il pianista, compositore e bandleader Guillermo Rubalcaba, ha suonato nell’orchestra di Enrique Jorrin, il creatore del cha-cha-cha; suo nonno, Jacobo Rubalcaba, ha composto le classiche danzones, mentre due sue fratelli sono musicisti.

Gonzalo, un bambino prodigio che a 6 anni suonava la batteria nell’orchestrapaterna, ha iniziato gli studi musicali due anni dopo, con il pianoforte come strumento principale in modo da, come ricorda lui stesso: “semplicemente fare un piacere a mia madre”.

Si è diplomato in composizione presso l’Institute of Fine Arts all’Avana e durante la sua adolescenza ha lavorato sia come pianista che come batterista in hotel, sale da concerto e jazz club dell’Avana.

Dopo il diploma, è entrato direttamente nel mondo della musica popolare, con tournée a Cuba, in Europa, Africa e Asia insieme alla leggendaria Orchestra Aragon, e come sideman di gruppi jazz, per poi condurre il suo Grupo Proyecto, band fusion di jazz Afro Cubano e rock.


Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.
Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.

Gli incontri con Gillespie e, nel 1986, con Charlie Haden e con il presidente della Blue Note Records Bruce Lundvall, hanno predisposto le basi perché Rubalcaba finalmente esibisse il suo talento di fronte al pubblico del jazz statunitense.

Questi anni sono documentati da una serie di registrazioni a l’Avana e in Germania, a Francoforte, tra le quali sono comprese tre superbe registrazioni con il suo quartetto cubano per l’etichetta tedesca Messidor:

Mi Gran Pasión (1987), Live in Havana (1989) and Giraldilla (1990). Rubalcaba si è trasferito nella Repubblica Dominicana nel 1991 per poi stabilirsi a Miami nel 1996.

La sua carriera discografica internazionale, che include titoli quali Discovery – Live at Montreux, Images – Live at Mt. Fuji, The Blessing, Suite 4y20, Rapsodia, Diz and Imagine – Gonzalo Rubalcaba in the USA, gli hanno fruttato 19 nomination tra Grammy e Latin Grammy.

Ha vinto un Grammy per Nocturne (2001) e Land of The Sun (2004), due collezioni di Ballad e Boleri Latini registrate insieme al bassista Charlie Haden; e due Latin Grammy per Solo (2006) e Supernova (2002). Nel 2010, Rubalcaba e l’imprenditore Gary Galimidi, hanno fondato 5Passion Records.

Da allora, l’etichetta non ha solo pubblicato le ultime registrazioni di Rubalcaba, quali Fe (2011), XXI (2012), Volcan (2014), Live Faith (2015), il nominato ai Latin Grammy Suite Caminos (2015) and Charlie (2016), ma anche album di artisti quali Will Vinson, Ignacio Berroa, Yosvany Terry e molti altri.

In aggiunta a 5Passion, Gonzalo ha preso parte alla famiglia di “Top Stop Music” nel 2020 per registrare e pubblicare il disco, nominato ai Grammy, Viento Y Tiempo live at Blue Note Tokyo, insieme alla grande cantante Aymeée Nuviola.

Seguendo il suo interesse per l’educazione musicale, Rubalcaba è nel corpo docenti della Frost School of Music dell’Università di Miami dal 2015.

Nel 2020, ha fondato la sua stessa Rubalcademy, che offre Masterclass in remoto ai musicisti in tutto il mondo.


Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.
Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola “Viento y Tiempo”.

AYMEE NUVIOLA

La pluri vincitrice di Grammy, cantante, musicista, autrice e attrice Aymée Nuviola “La sonera del Mundo”, come la musica della sua isola natia, Cuba, impersona un magico mix di generi musicali.

Nata a L’Avana, Cuba, in una famiglia di musicisti, ha tra i primi ricordi quelli al piano, al lavoro sulle melodie tra le lezioni.

Più tardi, diventando una pianista classica e una compositrice

attraverso gli studi al Conservatorio Manuel Samuell, la scuola di musica più prestigiosa di Cuba, ricorda di essere stata affascinata da tutti i tipi di musica, da Debussy alla Bossa Nova.

Il suo sound è ora molto influenzato dalla musica Classica, il Jazz Americano, la Bossa Nova, il Son Cubano, il Bolero e il Filin. Conosciuta come “La sonera del Mundo”, Aymée è una delle fondatrici del genere “Timba” e la prima artista donna a essere leader di una band “Timba” nel mondo.

Aymée ha anche avuto l’onore di lavorare con icone dell’industria musicale. Nel 2022 è nominata ad un Grammy per l’album “Sin Salsa no hay Paraiso”.

Nel 2019 ha vinto un Grammy ed è stata nominati ai Latin Grammy per il suo album “A Journey through Cuban Music”, progetto che presenta la tradizione musical Cubana di diversi periodi storici e generi.

Nel 2020 è nominata al Grammy nella categoria “Best Latin Jazz Album” per Viento Y Tiempo live at Blue Note Tokyo, insieme all’immenso Gonzalo Rubalcaba, nel 2018 è stata premiata con il suo primo Latin Grammy nella categoria Miglior Album Tropical Fusion per “Como Anillo Al Dedo” e nel 2014-15 è stata nominata per i Grammy e i Latin Grammy con il suo album “First Class to Havana” nella categoria Miglior Tropical Album.

La sua canzone “Bailando todo se olvida” è stata al numero uno della classifica Billboard Tropical List e ha avuto 5 brani consecutivi nella top ten della classifica Billoboard Tropical list.

Aymée e la sua musica sono come un’isola senza confini, aperte al mondo, amichevoli, upbeat, sveglie e con molta voglia di condividere con il mondo le loro più intime e personali verità.

Tour Mondiali: 2021-22 World-Tour con Gonzalo Rubalcaba, 2018 World -Tour per il quarantacinquesimo anniversario dell’emblematica band “Irakere” con Chucho Valdés, Salsa Giants World Tour con Sergio George, Omara Portuondo, Diego El Cigala, Fania All Stars, Gloria Gaynor, Johnny Ventura, Oscar D’León, Rey Ruiz, Cheo Feliciano, Rubén Blades, Gilberto Santa Rosa, Luis Enrique, Desemer Bueno, “Guantanamera” di “Playing for Change” e molti altri.

Aymée è una degli artisti coinvolti in album vincitori di Grammy tra i quali, nel 2016, “No quero Llanto” del settetto Santiaguero.

È stata nominata nel 2014, 2015 e 2016 da Cubadisco come migliore cantautrice e nella categoria Miglior Album Popolare con i suoi dischi “En la intimidad”, “First Class to Havana” e “”El regresso a la Habana”, prodotti dal maestro Sergio George.

Nel 2015, è stata invitata a partecipare al maggior evento audiovisuale di Porto Rico “El Especial del Banco popular”.

Aymée ha chiuso con un omaggio a Celia Cruz il primo “Latin-American music Award” nel 2015 e nel 2016 con il singolo “Bailando todo se olvida”.

Gli spettacoli si sono tenuti al Dolby Theatre di Los Angeles e sono stati trasmessi dalla rete televisiva Telemundo NBC.Aymée ha anche preso parte come attrice e cantante alla produzione hollywoodiana “Double Play”, prodotta da Ernest Dickerson.

E’ stata una degli artisti principali al North Sea Festival di Rotterdam nel 2017. Inoltre, Aymée ha avuto l’onore di essere protagonista di una telenovela sulla vita di Celia Cruz, che andrà in onda negli Stati Uniti via Telemundo, e in 45 paesi su Netflix.

È stata selezionata nel 2014 come una tra le 25 figure maggiormente di rilievo a Miami secondo il giornale NEW TIMES, evento che le ha consegnato la chiave della città di Miami e ha permesso al sindaco Tomas Regalado di proclamare il giorno di Aymée Nuviola (10 febbraio).

E’ stata la prima donna Afro-Latina a condurre una playlist di Spotify per il mese di celebrazione delle Origini Ispaniche nel 2017.

Aymée ha collaborato con diverse organizzazioni umanitarie quali USAID, Amnesty International, The League Against Cancer, 305 Pink Pack, e organizzazioni a sostegno di persone affette da Autismo.

La musica di Aymée Nuviola è un’isola senza confini, aperta al mondo, cordiale, upbeat, intelligente e desiderosa di condividere le sue più personali e intime verità.

biglietti in vendita su Ticketone.it

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/nomadi-ma-che-film-la-vita-auditorium/

https://www.unfotografoinprimafila.it/room-26-presenta-tls-music-is-woman/

(C) Tutti i diritti riservati Adriano di Benedetto 2019-2029 – elaborazione grafica e gestione: progettoweb.xsoft.it