la grande fotografia applicata al teatro, agli  eventi, spettacoli  e natura

Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango.

Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango

Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango

Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango.

Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango 1 Agosto 2021 – ore 21.00


Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango. La COMPAGNIA BALLETTO DI ROMA con il bandoneonista MARIO STEFANO PIETRODARCHI presenta “ASTOR” uno spettacolo che rievoca i sentimenti degli odierni migranti andando oltre la purezza tecnica e rituale del tango: un atto d’amore che attraverso musica e danza celebra la rinata voglia di ritrovarsi e stringersi…

Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango. BALLETTO DI ROMA MARIO STEFANO PIETRODARCHI

I Danzatori della Compagnia Balletto di Roma
Mario Stefano Pietrodarchi, bandoneon, Luca Salvadori, direzione musicale e arrangiamenti
Valerio Longo, coreografie
Carlo Cerri light design
Carlos Branca, regia

Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango.
Parco di Casa Del Jazz “Astor” Un secolo di Tango.

Musiche originali di Astor Piazzola

NUOVA PRODUZIONE – Prima a Roma

Domenica 1 agosto, per i Concerti nel Parco alla Casa del Jazz, in Prima a Roma, “ASTOR” Un secolo di Tango, una nuova produzione del BALLETTO DI ROMA e le musiche di Astor PIAZZOLLA eseguite dal bandoneonista MARIO STEFANO PIETRODARCHI, con la direzione musicale e gli arrangiamenti di Luca Salvadori, le coreografie di Valerio Longo, il light design, Carlo Cerri e la regia di Carlos Branca.

La Compagnia del Balletto di Roma, che promuove da sempre la danza d’autore italiana in Europa e nel mondo, intraprende un nuovo viaggio nelle suggestioni e nelle sonorità del tango, in occasione del centenario della nascita di Astor Piazzolla (2021), tra i più importanti autori e interpreti musicali di questa forma d’arte nata nei sobborghi di una Buenos Aires di fine ‘800. Nato dall’esigenza di comunicare tra persone di culture, lingue e tradizioni diverse: il tango ci ricorda che i passi del migrante sono, oggi più che mai, quelli che vivono tra distacco e speranza.

Le musiche di Piazzolla, arrangiate per l’occasione dall’estro eclettico di Molinelli, ed eseguite al bandoneón da Mario Stefano Pietrodarchi, esecutore brillante di fama internazionale, saranno le vere protagoniste di questo concerto danzato; lo strumento è protagonista a tal punto che la sua musica diventa quasi un soffio, un respiro che alimenta il fuoco del movimento scenico, diretto dal regista argentino Carlos Branca, fondendosi con esso: una partitura che si arricchisce – attraverso il corpo – di melodie cinetiche.

Ispirato dalla presenza fortemente teatrale del maestro Pietrodarchi, dai preziosi effetti luce di Carlo Cerri, ma anche dagli eventi biografici legati a un vissuto di migrazione familiare, il coreografo Valerio Longo porta otto danzatori del Balletto di Roma a compiere un viaggio trasformativo in cui respiri, abbracci, fusioni sono al centro di azioni coreografiche minimali e astratte nelle quali “coraggio” è la parola chiave.

Il coraggio declamato dai testi immortali di Jorge Luis Borges, nei suoi tanghi e milonghe, ma anche quello dello stesso Piazzolla, che ha rotto gli schemi della musicalità del “tango viejo” per arrivare al “nuevo tango” che lo ha reso celebre in tutto il mondo.

A fare da collante fra tutti gli elementi compositivi di quest’opera/concerto sarà la maestria e l’esperienza di Carlos Branca, regista argentino di spicco sia nel panorama teatrale italiano che in quello sudamericano, nonché profondo conoscitore del “mondo Piazzolla”.

ASTOR rievoca i sentimenti degli odierni migranti andando oltre la purezza tecnica e rituale del tango, per rafforzarne energie, desideri e palpitazioni tutte contemporanee in un concerto da cui fioriscono corpi capaci di esprimere l’audacia di un respiro mancato e quella di un abbraccio negato: un atto d’amore, dopo la violenza di un virus che tutto ha spazzato via, tranne la voglia di ritrovarsi e stringersi.

Relazioni con la stampa: Marina Nocilla 338 7172263; marinanocilla@gmail.com

Maurizio Quattrini: 338 8485333; maurizioquattrini@yahoo.it

Siamo su Facebook, Instagram, Twitter #ConcertiParco21

Info tel. 06.5816987 | 339.8041777
info@iconcertinelparco.it
www.iconcertinelparco.it

LUOGO: CASA DEL JAZZ

INDIRIZZO: Viale di Porta Ardeatina, 55 – 00153 Roma

ORARIO SPETTACOLI ORE 21:00

REGOLAMENTO PRESCRIZIONI ANTI COVID  

E’ necessario , previo  accesso autorizzato  all’area spettacolo, prendere visione sul sito prendere visione del Regolamento, pubblicato sul sito www.iconcertinelparco.it

BIGLIETTI

4 ,6, 13 luglio da 25 a 20 euro+ dp

20, 31 luglio e 1, 2 agosto da 20 a  16 euro +  dp

9, 17, 25 e 28 luglio da 18 a 15 euro + dp

RIDUZIONI

Veli elenco dettagliato sul sito www.iconcertinelparco.it

PREVENDITE INTERNET                                                

www.ticketone.it

www.groupon.it

PREVENDITE TELEFONICHE                                                

Telefono TicketOne: 892.101

(dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 21:00 e il sabato dalle 9:00 alle 17:00)

Prenotazione posti spettatori diversamente abili

Se interessati, gli spettatori diversamente abili e loro accompagnatori possono effettuare la prenotazione dei posti disponibili scrivendo a info@iconcertinelparco.it entro 3 giorni dalla data dell’evento.

VENDITA IN LOCO

La biglietteria a Casa del Jazz è aperta al pubblico dalle ore 18:30 fino a 40 minuti dopo l’inizio dello spettacolo Si consiglia arrivare con congruo anticipo per adempiere alle prescrizioni sanitarie post Covid_19

PARCHEGGIO

La Casa del Jazz è servita da un parcheggio adiacente alla villa, in via Cristoforo Colombo angolo viale di Porta Ardeatina

Arrivare in Bus

Utilizzare la Linea 714, frequenza ogni 6 minuti, fermata Colombo/Marco Polo

Arrivare in Metro

Utilizzare la Linea B, fermata Piramide

DOVE MANGIARE

Ristorante -Pizzeria Bo.Bo all’interno del parco di Casa del Jazz

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/pino-daniele-opera-al-teatro-romano-di-ostia-antica/

https://www.unfotografoinprimafila.it/ezio-bosso-una-serata-per-lui-primi-appuntamenti-di-pem/

(C) Tutti i diritti riservati Adriano di Benedetto 2019-2029 – elaborazione grafica e gestione: progettoweb.xsoft.it