Teatro

Love & money

News su teatro - Ven, 07/12/2018 - 13:47

da 01/02/19 a 03/02/19

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Di Dennis Kelly – traduzione Gian Maria Cervo

con Stella Addario, Flavio Albanese, Antonella Carone, Patrizia Labianca, Tony Marzolla, Domenico Piscopo | regia Marinella Anaclerio

scena e costumi Luigi Spezzacatene | disegno Luci Franz Catacchio  | scenotecnica Damiano Pastoressa  | assistente ai costumi Marta Genovese  | assistente alla regia Francesco Casareale  | riprese video Giovanni Botticella | foto Laila Pozzo | una produzione Compagnia del Sole

Terra e Fuoco, orizzontale e verticale, spirito e materia: Love & Money di Dennis Kelly! Già un classico della drammaturgia britannica ed europea, questo testo ci mette di fronte a quella che è la più grave perdita dell’umanità contemporanea: la perdita del senso del Sacro, ma non del Sacro inteso come qualcosa di esterno all’essere, ma del Sacro all’interno della vita stessa dell’individuo, il Sacro come il fuoco che alimenta la ricerca di una felicità superiore dell’essere, uno stato di grazia assoluto e non relativo. Kelly rende carne viva la caduta nella materialità assoluta e senza giudizio alcuno accompagna lo spettatore in un percorso a “stazioni” imprevedibili e incredibilmente illuminanti sul giro di pensieri ed azioni che segnano il quotidiano dei più… E’ la storia di una coppia, David e Jess, narrata con un tempo non lineare. David durante una chat “hot” con una collaboratrice francese, rivela che sua moglie Jess è morta suicida. Inizia così un viaggio a ritroso nel mondo dei due. Genitori, amici, datori di lavoro, sfruttatori occasionali: tutti frammenti di un puzzle che man mano che si compone ci illumina. David è uomo debole ed ambizioso (connubio esplosivo) che scopre presto che la sua laurea in lettere non gli farà mai guadagnare abbastanza per permettersi tutti i “giocattoli” necessari ad uno status per lui accettabile. E si dà da fare…Jess è una donna semplicemente frastornata dai mille input che la sua testa riceve, ammaliata dai mille desideri senza peso e senza ordine di importanza che la attraversano. E’ affetta da shopping compulsivo. Emerge chiaro ai nostri occhi ciò che la rende più fragile degli altri: il suo fermarsi a guardarsi vivere.

Categorie: Teatro

Autobiografia di un picchiatore fascista

News su teatro - Ven, 07/12/2018 - 13:40

27/01/19

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Ispirato al romanzo di Giulio Salierno
di e con Marco Brinzi edito da Minimum Fax
ideato e interpretato da Marco Brinzi
co-produzione Mismaonda | Teatro del Giglio – Lucca

Autobiografia di un picchiatore fascista ripercorre la biografia di un fascista per capire cosa possa muovere oggi le persone, soprattutto quelle più giovani, ad avvicinarsi, a giustificare e a riproporre un’ideologia tanto superata e sconfitta dalla storia, violenta e antidemocratica.

Negli anni ’50 Salierno è attivista di spicco del Movimento Sociale Italiano romano e frequenta Graziani, Almirante, Rauti. Diciottenne è condannato a trent’anni di reclusione per omicidio a scopo di rapina, fugge in Francia, si arruola nella Legione straniera e va a combattere in Algeria dove finisce imprigionato. L’ideologia fascista comincia a vacillare già nelle carceri algerine, dove si sente molto vicino a quella che la società reputa feccia. Trasferito nelle carceri italiane, Salierno scopre l’appartenenza alla classe degli sfruttati e la solidarietà con altri detenuti più sfortunati di lui: sviluppa una nuova coscienza politica e arriva all’abiura del fascismo.

La recitazione diventa quindi per Brinzi lo strumento elettivo attraverso cui rivendicare l’impegno e rimarcare i principi su cui nasce l’Italia contemporanea, antifascista, repubblicana e democratica, e il mezzo più immediato per compiere quell’esercizio quotidiano chiamato memoria.

Categorie: Teatro

La sua grande occasione

News su teatro - Ven, 07/12/2018 - 13:31

da 25/01/19 a 26/01/19

Teatro Biblioteca Quarticciolo

(Her big chance)
di Alan Bennett – traduzione Adele D’arcangelo e Francesca Passerini
con Bianca Nappi
regia Alfonso Postiglione
costumi e spazio scenico Giuseppe Avallone | musica Paolo Coletta | una produzione Associazione InArte

Lesley è una giovane aspirante attrice, che in un comico e spumeggiante monologo  ci racconta le sue (dis)avventure, di fatto assai marginali, nel mondo del cinema. Da un set di un film famoso di Roman Polansky, in cui interpreta una “donna sul calesse”, a incontri festaioli in cui tenta di racimolare ingaggi, fino ad un film di un regista tedesco che, forse, le proporrà, finalmente, la sua grande occasione, Lesley è pronta a darsi tutta, anima e soprattutto corpo, per la settima arte.

Categorie: Teatro

Childhood_Lorenzo De Liberato

News su teatro - Ven, 07/12/2018 - 13:28

da 19/01/19 a 20/01/19

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Di, regia Lorenzo De Liberato
terzo capitolo di Lonelidays)
con Barbara Folchitto e Marco Quaglia
disegno luci Matteo Ziglio | scenografie Laura Giusti | costumi Giuseppe D’Andrea

Childhood è l’ultimo capitolo che chiude la trilogia di Lonelidays e di sicuro è il più ambizioso. Attraverso questo percorso drammaturgico durato tre anni mi sono dato l’obbiettivo più che di analizzare, di raccontare i rapporti di coppia in diversi momenti della vita di un uomo. Quest’ultimo capitolo si concentra, a differenza dei precedenti, su un rapporto di coppia di natura affettivo, familiare: un fratello e una sorella che dopo tanti anni sono costretti a trascorrere del tempo insieme mettendo a confronto le proprie vite, percorrendo a ritroso il sentiero alla ricerca dei momenti e delle ragioni per cui le loro strade si sono separate.

Categorie: Teatro

REWIND – Omaggio a Cafè Müller

News su teatro - Ven, 07/12/2018 - 13:21

da 12/01/19 a 13/01/19

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Uno spettacolo di e con Daria Deflorian e Antonio Tagliarini

produzione A.D. | con il contributo dell’Imaie | con la collaborazione di Area 06-Roma, Rialto Santambrogio-Roma, Florian TSI-Pescara, Centro Artistico Grattacielo-Livorno, Armunia- Castiglioncello | organizzazione Anna Damiani | produzione e accompagnamento internazionale Francesca Corona | direzione tecnica Giulia Pastore

1978. Café Müller di Pina Bausch. Un infarto teatrale nel mondo della danza. Un evento artistico, un pezzo di storia dell’arte del ‘900. Per tutti noi – troppo giovani allora – Café Müller è stato una pietra di paragone, un mito, una frase fatta. A distanza di trent’anni abbiamo preso Café Müller come punto di partenza. Quell’oggetto oggi è inevitabilmente altro: il tempo trasforma, cancella, confonde e l’idolo, intoccabile e mitizzato si frantuma, rimangono le sacre macerie.

Categorie: Teatro

Arianna Porcelli Safonov

News su teatro - Ven, 07/12/2018 - 12:25

27/12/18

Altro Spazio Teatro

Torna a Roma il Rìding Tristocomico di Arianna Porcelli Safonov, il contenitore live dei monologhi più conosciuti di Arianna Porcelli Safonov, scrittrice e performer.
Uno spettacolo essenziale che punta tutto sull’ interpretazione del testo e che fonde improvvisazione, interazione con pubblico, stand-up comedy, reading editoriale e teatro comico.

Il lavoro comico di Arianna è molto distante dal cabaret televisivo: la missione è accendere piccoli focolai di sommossa intellettuale e risvegliare le menti assopite dall’immondizia mediatica cui siamo sottoposti quotidianamente.
Per farlo, Arianna Porcelli Safonov parte da un soggetto di satira sociale inserito in un testo ricco di cinismo, di quotidianità ma anche di ottimo gusto grammaticale.

Pieces come esperimenti unici di satira di costume che Arianna miscela con pochi, potenti ingredienti: la buona lingua italiana, le atmosfere quotidiane quanto paradossali e la denuncia dei mali dell’ epoca contemporanea a colpi di risate e di schiaffi culturali.

Categorie: Teatro

Il Figlio dell'Uomo

News su teatro - Ven, 07/12/2018 - 09:09

15/12/18

Teatro Viganò

La Compagnia  "Le Barche di Carta" presenta il musical

Il Figlio dell'Uomo

Versione italiana di Jesus Christ Superstar del regista Tommaso Sbardella

L'incasso dello spettacolo andrà in beneficenza.

Categorie: Teatro

Capodanno 2019 - Salta che ti passa

News su teatro - Gio, 06/12/2018 - 11:34

31/12/18

Cineteatro L'Aura

La serata del 31 dicembre al CineTeatro L’Aura inizia alle 21:30 con la divertentissima commedia SALTA CHE TI PASSA
di e con Dario Biancone e la regia di Fabrizio Catarci.

Lo spettacolo parla di quattro personaggi molto diversi ma che hanno una cosa in comune: tutti vogliono buttarsi dal tetto di un palazzo nella notte di Capodanno, ma proprio in quel momento instaurano tra loro un legame che le farà riscoprire la gioia di vivere. 
Dopo lo spettacolo ci sarà il cenone di Capodanno con antipasti, primi, secondi, contorni, dolci, acqua, vino e spumante.
Festeggia il nuovo anno con noi in allegria.  

Categorie: Teatro

Santo piacere

News su teatro - Gio, 06/12/2018 - 11:17

da 26/12/18 a 03/01/19

Teatro Brancaccino

Di Giovanni Scifoni

Anima e corpo sono in guerra da sempre, alla ricerca di una agognata indipendenza. Come in tutte le guerre, nel tempo mutano le strategie e i rapporti di forza. Ma noi, credenti, bigotti o atei incalliti, continuiamo ad inciampare nelle nostre mutande, tra dubbi e desideri. Scifoni ha un piano: porre fine all’eterno conflitto tra Fede e Godimento e fare luce su una verità definitiva e catartica, dove l’anima possa ruzzolarsi sovrana nel sesso e il corpo finalmente abbracciare l’amore più puro, in grazia di Dio.

Sequestra così per un’ora il mezzo il pubblico e lo pone al centro di un esperimento unico e irresistibile, avventurandosi tra vizi, ragioni e sentimenti della fauna umana, oscillando come un esilarante pendolo tra gli estremi del sesso e della Fede, in metamorfosi continua tra i suoi personaggi, il morigerato Don Mauro schiavo di un catechismo improbabile, e l’illuminato Rashid, pizzettaio musulmano modernista.

In un flusso di coscienza tempestoso e irresistibile, alto e comico al contempo, Scifoni fa rimbalzare Papi e martiri, santi e filosofi, scimmioni primitivi e cardinali futuribili, anni ’80 e Medioevo, dribblando continuamente la tentazione di un meraviglioso e furastico corpo femminile che incombe sulla scena a intervalli regolari per saggiare l’effettiva disintossicazione da sesso del pubblico; liberandosi di pregiudizi, luoghi comuni e vestiti, Scifoni ci trascina seminudo a riva con l’ultimo sorprendente quadro, che sembra mettere finalmente d’accordo Piacere e Santità: un ballo lento degli affetti e dei ricordi che ci farà uscire, dopo tante risate, con le lacrime della commozione.

Categorie: Teatro

Il Piccolo Principe

News su teatro - Gio, 06/12/2018 - 11:01

da 07/12/18 a 09/12/18

Cineteatro L'Aura

MotusArti presenta

Il piccolo principe

Tratto dall’omonimo libro di Antoine De Saint- Exupèry

Adattamento e Regia Alessia Tona
Con Maurizio Canforini, Mirko Basile, Sara Ferretti, Andrea Stocchino, Lucrezia Novaglio, Giorgia La Barbera, Alessandra Annibali, Ludovica D’Ercole, Diandra Bella, Irene Egidi, Desiree Borelli, Federica Martini
 
“L’essenziale è invisibile agli occhi.”
                                       
La storia del piccolo principe è raccontata da uno dei protagonisti, il narratore, che è un pilota di aeroplani  trovatosi in mezzo al deserto, per via di un guasto al suo aereo. In questa situazione avviene l'incontro con il piccolo principe, un bambino biondo che chiede al pilota di disegnarli una pecora. Il piccolo principe racconta di essere arrivato da un piccolo pianeta ma, durante il suo viaggio incontrerà strani personaggi, tutti adulti egocentrici e materialisti, lontani dai valori più importanti dell'esistenza. Il Pilota e il bambino diventeranno subito amici attraverso un racconto  poetico, un viaggio sotto  forma di educazione sentimentale che affronterà temi come il senso della vita e il significato dell'amore e dell'amicizia. Ogni incontro narrato diviene uno spunto di riflessione per lo spettatore, che li interpreta come allegorie o  stereotipi della società moderna e contemporanea. Una storia che apre il cuore di grandi e bambini.

Categorie: Teatro

Favola di Natale

News su teatro - Gio, 06/12/2018 - 09:13

15/12/18

Cineteatro L'Aura

Favola di Natale
a cura del compagnia teatrale Bolle Spaziali.

È la storia di un signore avaro e burbero che non crede nella magia della festa di Natale. Grazie all'aiuto di simpatici spiriti si renderà conto di aver sbagliato e diventerà buono e generoso.

La fiaba è rappresentata mediante un allestimento scenico vivace, con colori e musiche coinvolgenti. Lo spettacolo inoltre offrirà ai bambini spettatori la possibilità di interagire verbalmente durante alcune scene della rappresentazione.

Categorie: Teatro

Più di prima

News su teatro - Gio, 06/12/2018 - 09:13

09/12/18

Teatro India - Teatro di Roma

Regia Marina Casciani
coreografia Serena Cavedagna
con Edoardo Boselli, Alessandra Santandrea e Lulù
Piano e Voce: Thomas Cheval
Ballerini professionisti della scuola di ballo Gabusi di Bologna

Produzione Associazione di promozione sociale “ChiaraMilla”

L’Associazione senza scopo di lucro ChiaraMilla, che opera nel settore della Pet Therapy, da oltre 13 anni, sul territorio Nazionale, in particolare in Emilia Romagna, porterà in scena lo spettacolo teatrale “Più di prima” tratto dal libro “La sedia di Lulù”, Itaca Editore, con il Patrocinio del Comune di Roma Capitale e di Inail Nazionale.

Attraverso un viaggio nella vita della protagonista, Alessandra Santandrea, rimasta paraplegica l’11 Settembre 2002, all’età di 27 anni, a causa di un grave incidente stradale, lo spettatore scoprirà chi è riuscito a rivoluzionare completamente la sua vita e a renderla persino migliore di prima: Lulù, una meticcia incrocio tra labrador e pastore tedesco. Si alternano vicende che fanno riflettere, ridere e commuovere allo stesso tempo e da cui si trae una grande lezione di vita: è necessario andare avanti sempre con forza e positività, per superare anche gli ostacoli più grandi. Il corpo di ballo della Scuola Gabusi di Bologna arricchisce, con le sue coreografie, tutto lo spettacolo dimostrando la grande capacità della protagonista che ballerà in carrozzina con due professionisti. Coinvolti nelle coreografie di danza anche due ballerini Down, allievi della Scuola.

Info www.comune.roma.it/web/it/informazione-di-servizio.page?contentId=IDS205490

Categorie: Teatro

Felicità... tà... tà

News su teatro - Mer, 05/12/2018 - 12:39

da 11/12/18 a 30/12/18

Teatro di Villa Torlonia - Teatro di Roma

Uno sguardo su Achille Campanile
regia Massimo Di Michele
con Dario Battaglia, Luisa Borini, Edoardo Coen
costumi Alessandro Lai
scrittura gestuale Fabio Caputo

Progetto della Scuola di Teatro e Perfezionamento professionale del Teatro di Roma
Produzione Teatro di Roma

Felicità…tà…tà è un varietà come quelli di una volta, una cornucopia di atti unici, irriverenti e surreali attinti dallo straordinario e multiforme repertorio di Achille Campanile, dalla sua unica ed eccellente capacità di scrittura fondata su una irripetibile ed originale vis ironica.
Achille Campanile (1899-1977) è stato giornalista, critico, sceneggiatore, scrittore paradossale, autore teatrale ed uno dei maggiori umoristi del Novecento. La sua scrittura inconfondibile è lo strumento perfetto tramite il quale l’autore costruisce situazioni surreali, stravaganti, votate al bizzarro e all’assurdo. Attraverso un sapiente uso della parola ne scandisce infallibilmente i tempi comici in una mescola di velocità ed efficacia.
Felicità…tà…tà, ovvero Varietà…tà…tà, dissolve la struttura classica di una pièce teatrale e ne capovolge le logiche e i tempi. Come in una matrioska gli atti si rincorrono schiudendosi l’uno dopo l’altro, susseguendosi senza sosta, spiazzanti.

Su tutto una sola protagonista: la Parola. Come collante la trascinante follia degli attori.

Categorie: Teatro

SANDEI - Le domeniche degli Appiccicaticci

News su teatro - Mar, 04/12/2018 - 16:06

09/12/18

Teatro Trastevere

SANDEI
Tornano le domeniche degli Appiccicaticci

2 spettacoli nella stessa serata completamente improvvisati in stile Appiccicaticci

a cura di Tiziano Storti

Gli Appiccicaticci sono totalmente irresponsabili: come tutti sanno infatti, gli Appiccicaticci è un cast di attori che non recitano mai, ma improvvisano con più di 200 repliche all'attivo, anche se chiamarle repliche è superfluo visto che tutto nasce sul momento. Gli Appiccicaticci sono, come tutti sanno, un mix fra geni e imbecilli, e questo è il loro lato positivo.

“LUIGI”
Una Parola, Due attori, 60 minuti
LUIGI è uno spettacolo unico nel suo genere, che vi fara’ ridere, piangere, riflettere, sognare e soprattutto stupire.
C’è tutta la magia del momento, che nasce dal nulla.
C’è un solo spunto e qualcosa come “sessantaminutisessanta” di improvvisazione senza sosta, senza una pausa o una
interruzione. Ma soprattutto ha una caratteristica tutta sua, gli attori sono solo 2: virtuosismi tecnici e grandissima prova attoriale.
Più di 40 spettacoli, tutti giocati con improvvisatori provenienti da tutta Italia e Europa.

“MARZULLO”
Lo spettacolo a notte fonda
Marzullo è lo spettacolo della notte,il secondo show prima di andare a dormire dove tutto è lecito, tutto è inedito.
Ogni Domenica dopo Luigi, ci sarà uno spettacolo inedito.
Uno Spettacolo per chi ama far tardi, dove ogni improvvisazione è lecita e dove potete aspettarvi di tutto.
MARZULLO: fatevi una domanda, noi vi daremo la risposta, improvvisata...ovvio.

Categorie: Teatro

Il Concerto Diabolico

News su teatro - Mar, 04/12/2018 - 12:52

09/12/18

Altrove Teatro Studio

Il Concerto Diabolico
Ovvero il Dono di Listz
di e con Riccardo Barbera
al pianoforte il M° Andrea Calvani
regia di Paolo Pasquini
 
Tutte le facce dell’Arte”. Primo appuntamento, domenica 9 dicembre, del ciclo di spettacoli dedicati ai grandi personaggi del mondo della musica dell’Altrove Teatro Studio.
In scena Il Concerto Diabolico, Ovvero il Dono di Listz che vedrà sul palcoscenico l’attore Riccardo Bàrbera – anche autore del testo – accompagnato al pianoforte dal M° Andrea Calvani con la regia di Paolo Pasquini.
La scrittura di Bàrbera coniuga, come di consueto, fatti storici con eventi e personaggi plausibili: ne “Il Concerto Diabolico” incontriamo il geniale concertista nei dintorni di Roma, in attesa di essere ricevuto da papa Pio IX a cui vuol chiedere una buona sistemazione come Maestro di Cappella.
Qui incontra casualmente Gustave Doré, il famoso illustratore della Divina Commedia. È l'occasione per raccontare l’impresa, il progetto che assilla Franz da anni: un concerto dantesco “multimediale” reso però impossibile dalle difficoltà tecniche e dai costi pressoché insostenibili.
In questo periodo Liszt, benché già famoso in tutta Europa, per vivere è costretto a esibirsi. Per poterlo fare, però, deve fare i conti con le astuzie degli impresari. L’Italia appena unita ci appare infatti, nelle descrizioni dell’abate Liszt, un Paese baciato dalle Muse e al contempo un’insidiosa trappola, in cui si rischia di essere continuamente abbindolati e frodati. Assistiamo a una buffa trattativa che porterà al concerto finale.
Il concerto a cui infine assistiamo, oltre a riprodurre i giochi col pubblico tipici del grande musicista magiaro, si conclude proponendoci proprio il magico, quasi diabolico concerto dedicato alla Divina Commedia che prima era stato descritto a Doré. Una sorta di videoinstallazione ante litteram da proiettare per mezzo della lanterna magica – il “Diorama”, tecnologia appena inventata – a corredo delle sue creazioni musicali (tra tutte la Dante Symphonia) e di alcuni passi della Commedia.
In questo spettacolo il visionario progetto di Liszt si realizza per davvero e rappresenta il dono che Liszt fa all’Italia poco prima di lasciarla per sempre. Le meravigliose musiche di Franz Liszt, mirabilmente eseguite al pianoforte dal M° Andrea Calvani, brillante concertista di chiara fama, sono protagoniste assolute di buona parte di questo concerto/spettacolo.

Categorie: Teatro

La compagnia del porcospino

News su teatro - Lun, 03/12/2018 - 14:40

03/12/18

Teatro di Documenti

Incontro con Dacia Maraini e Flaminia Siciliano
Letture di Paolo Bonacelli, Ottavia Orticello e Cecilia Zingaro
A cura di Eugenio Murrali
La Compagnia del Porcospino - Archivio privato

La “Compagnia del Porcospino” rappresentò una parte importante dell’avanguardia teatrale romana, un teatro di rottura e in evidente contrapposizione con il teatro gestuale e il teatro di regia, che nascevano allora: «un teatro che voleva pungere», diceva Moravia; «e che punse qualcuno e qualcosa produsse», scrisse Enzo Siciliano in un articolo uscito su la Repubblica nel novembre 2003. A oltre cinquant’anni dalla
sua fondazione, prosegue la riflessione attorno a quell’esperienza, attraverso i ricordi e le testimonianze di chi l’ha immaginato e vissuto dal primo giorno.
La serata si svolgerà al Teatro di Documenti (nel cuore di Testaccio dal 1981) – progettato e realizzato da Luciano Damiani, scenografo e artista teatrale – pensato come un teatro dell’assistere, del partecipare e della libera scelta.

Categorie: Teatro

La lampada magica

News su teatro - Lun, 03/12/2018 - 12:00

09/12/18

Teatro Pegaso - Sala Massimo Troisi

 La lampada magica

Spettacolo interattivo musicale per bambini

Con Cinzia Bonfiglio, Michaela Sangermano, Jessica Pacioni, Marco Scarpellini
Regia di Jessica Pacioni

Una fiaba di amore, musica e magia! Pronti a salire sul tappeto magico e volare verso incantesimi, tesori e tante avventure? Scegliete bene i vostri desideri... solo tre a disposizione e la lampada aspetta già di essere strofinata. Tutti in Oriente quindi, tra geni, lampade e sultani, bazar e grotte piene di tesori.

Categorie: Teatro

Mistero della camera gialla

News su teatro - Lun, 03/12/2018 - 11:21

da 11/12/18 a 31/12/18

Mistero della camera gialla

Regia di Jacopo Bezzi
con massimo R.Beato
Melania Fiore
Pavel Zelivstiy
Sofia Chiappini

Categorie: Teatro

Chat a due piazze

News su teatro - Lun, 03/12/2018 - 11:11

da 04/12/18 a 06/01/19

Teatro Roma

Da martedì 4 dicembre al Teatro Roma è in scena “Chat a due piazze”, divertente  commedia di Ray Cooney, già campione d’incassi a Londra e Parigi.

“Chat a due piazze” è il seguito della famosissima commedia “Taxi a due piazze” ed è interpretata da Gianluca Ramazzotti, Antonio Pisu, Alessandra Cosimato, Sara Adami, Giorgia Di Nicola, Marco Todisco e Paolo Perinelli, per la regia di Fabio Ferrari, le scene di Nicola Cattaneo e i costumi di Maria Vitta.
La vita ai tempi di internet può essere complicata anche se tutto va a gonfie vele per Mario Rossi, tassista, sposato da vent’anni con due donne contemporaneamente: Barbara, che vive a Piazza Irnerio e Carla, che vive a Piazza Risorgimento.  Mario ha due figli adorabili, Alice da una moglie e Giacomo, dall’altra. Seguendo una precisa pianificazione di orari e turni di lavoro, Mario riesce per anni a nascondere la doppia vita fino a quando un giorno i suoi due figli, non sapendo di essere fratelli, si conoscono in chat e decidono di incontrarsi dando vita ad una progressione di equivoci e bugie. A questo punto il povero tassista (Antonio Pisu), aiutato dall’amico Walter (Gianluca Ramazzotti) cercherà con ogni mezzo di mantenere il suo segreto. Telefoni che squillano, campanelli che suonano, porte che si aprono e si chiudono, gente che urla da una stanza all’altra, vizi e debolezze umane danno lo spunto per creare un meccanismo irresistibile di situazioni divertenti che innescano una girandola di equivoci, coincidenze e bugie,  scandite da un ritmo coinvolgente dove il divertimento è assicurato.

Categorie: Teatro

In altre parole

News su teatro - Lun, 03/12/2018 - 10:41

07/12/18

Teatro Palladium

In altre parole
L’autrice de “Las Meninas”

Categorie: Teatro

Pagine

Archivio storico del Blog

Blog Tags

Sondaggio

Gradisci il nostro sito?