Cinema

M.I.A. - La cattiva ragazza della musica

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 22:01
Affascinante, spavalda, travolgente. La pop star M.I.A. ha sempre avuto un solo desiderio: esprimersi. Nel film il regista racconta l’incredibile viaggio della piccola Maya, dall’infanzia nello Sri Lanka alla trasformazione nella popstar M.I.A. Ispirata dalle sue origini e dal suo originale percorso di vita, Maya ha dato vita a un’identità composita caratterizzata da mashup, taglia e incolla e commistioni che trae ispirazione da ogni tappa del viaggio personale: uno sketchbook sonoro che unisce punk, ritmi hip-hop e la voce della gioventù multiculturale.
Categorie: Cinema

ARRIVEDERCI SAIGON di Wilma Labate 78’ REPLICA

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 02:01

17/02/19

ARRIVEDERCI SAIGON di Wilma Labate 78’

È l’incredibile storia delle Stars, la giovanissima band italiana che dalla provincia toscana viene spedita inaspettatamente in Vietnam, a suonare nella base militare americana.

Sono giovanissime con la voglia di successo e di lasciare la provincia industriale dove vivono, così diversa dalla famose colline del Chianti: vengono dalle acciaierie di Piombino, dal porto di Livorno e dalle fabbriche Piaggio di Pontedera. È la provincia rossa delle case del popolo e del PCI e uscire da quella provincia è il loro sogno.

Siamo nel ’68 e ogni sogno sembra possibile. Ricevono un’offerta che non possono rifiutare: una tournée in estremo oriente, Manila, Hong Kong, Singapore…

Armate di strumenti musicali e voglia di cantare, partono sognando il successo ma si ritrovano in guerra, e la guerra è quella vera del Vietnam…

Dopo cinquant’anni “Le Stars” raccontano la loro avventura vissuta per tre mesi nelle basi sperdute nella giungla, tra i soldati americani e la musica soul
Categorie: Cinema

IL MARE DELLA NOSTRA STORIA di Giovanna Gagliardo 94’

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 02:01

10/02/19

IL MARE DELLA NOSTRA STORIA di Giovanna Gagliardo 94’

5 ottobre 1911 - La Regia Marina italiana impone la resa alla guarnigione turca di Tripoli e occupa la città.
È la prima tappa dell’impresa coloniale italiana.

20 ottobre 2011 - A Sirte viene catturato e ucciso Gheddafi.

In questi cento incredibili anni e non solo, si crea, si sviluppa, si incrina si ricompone e si scompone il rapporto tutto speciale fra l’Italia – o per meglio dire gli italiani – e i libici o – per meglio dire – i tripolini.
Un rapporto appassionato e controverso dove, insieme alla storia con la S maiuscola (con la sua ferocia colonialista ma anche con le sue lungimiranti intuizioni inclusive) si sviluppa un romanzo parallelo fatto di tante piccole storie quotidiane vissute da diverse comunità che convivono insieme pacificamente.
Sono italiani, ebrei, arabi, piccoli imprenditori, artigiani, commercianti , mondani internazionali e uomini d’affari che vivono gomito a gomito in un miscuglio di interessi e di passioni che li fa sentire tutti figli di una cultura comune e mediterranea.

Il film, attraverso una serie di testimonianze, di racconti, di ricordi, ma anche di ricostruzioni storiche e di eccezionali filmati dell’Archivio Storico dell’Istituto Luce, cerca di riprendere il filo di quel “rapporto particolare” che ha fatto del “bel suol d’amore” non solo il luogo della nostra spesso riprovevole memoria coloniale, ma anche il “luogo della bellezza e della felicità” per molti italiani che ci sono nati e che vi hanno vissuto.
Categorie: Cinema

BACKLINER di Fabio Lovino 64’

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 02:01

24/02/19

BACKLINER di Fabio Lovino 64’

Questo film vuole essere un viaggio vero e proprio nella musica e nella poesia di Riccardo Sinigallia, cantautore e produttore, attraverso la guida narrativa emotiva di Valerio Mastandrea e di amici artisti e discografici che ci racconteranno Riccardo nella sua complessità umana e artistica, attraverso i loro occhi. Un viaggio che è la metafora di un passaggio, di un cambiamento, un processo creativo inarrestabile, sensoriale e ironico, nel quale saremo portati dalla musica, i filmati, le parole senza soluzione di continuità.
Categorie: Cinema

IL SOLE SULLA PELLE di Massimo Bondielli 62’

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 02:01

03/03/19

IL SOLE SULLA PELLE di Massimo Bondielli  62’ segue incontro

l 29 giugno 2009 un treno che trasporta 14 cisterne di Gpl, entrando nella stazione ferroviaria di Viareggio, deraglia. Una cisterna si fora, il gas fuoriesce, entra nelle case. Un boato sveglia la città addormentata. 32 persone muoiono bruciate vive. Oltre i morti ci sono anche feriti, alcuni molto gravi. Tra questi Marco Piagentini, ustionato nel 95% del corpo. Marco trascorre sei mesi in ospedale uno dei quali in coma. Quella notte ha perso due figli, Luca e Lorenzo di 4 e 2 anni e la moglie Stefania di 38 anni. Gli è rimasto solo Leonardo, che all’epoca aveva 8 anni. Marco ha dovuto ricominciare a vivere, imparare nuovamente a muoversi, a camminare, a mangiare. Dopo momenti difficili e diverse operazioni sulla sua pelle, ha ripreso in mano la sua vita dedicandosi al figlio Leo e alla ricerca di verità e giustizia insieme all’associazione “Il Mondo che Vorrei” costituita dai famigliari delle vittime. “Il sole sulla pelle” è il racconto di chi è riuscito a trasformare il dolore e la rabbia in determinazione e coraggio per una battaglia di civiltà.
Categorie: Cinema

L’UOMO CHE RUBO’ BANKSY di Marco Proserpio 84’

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 02:01

10/03/19

L’UOMO CHE RUBO’ BANKSY di Marco Proserpio 84’

È il 2007. Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta.

I palestinesi però non gradiscono. Il murales del soldato israeliano che chiede i documenti all'asino li manda su tutte le furie: passi l'essersi introdotto nei territori e l'aver agito senza nemmeno presentarsi alla comunità ma essere dipinti come asini davanti al resto del mondo è davvero troppo.

A vendicare l'affronto con un occhio al bilancio ci pensano un imprenditore locale, Maikel Canawati e soprattutto Walid, palestrato taxista del posto: con un flessibile ad acqua e l'aiuto della comunità, decide di tagliare il muro della discordia. Obiettivo dichiarato: rivenderlo al maggior offerente.

Questa è la storia dello sguardo palestinese su un’arte di strada di matrice occidentale e sui messaggi che la street art veicola sul muro che separa Israele dalla Striscia di Gaza, ma è anche, al tempo stesso, il racconto della nascita di un mercato parallelo, tanto illegale quanto spettacolare, di opere di street art prelevate dalla strada senza il consenso degli artisti. Sono passati sette anni da allora e l'asta per quel pezzo di muro non si è ancora conclusa: per oltre centomila dollari una tonnellata di muro di uno degli artisti più celebri è stata trasferita in Scandinavia e ora pensa a volare oltreoceano.

Partendo da alcuni casi concreti di opere finite sul mercato all’insaputa dei loro autori, The Man Who Stole Banksy affronta tematiche d’attualità legate alla comparsa della speculazione nel mercato della street art, al diritto d’autore, al confronto tra culture diverse in un’ottica postcoloniale e al recupero di opere percepite come delle vere e proprie sfide tecnologiche anche da restauratori specializzati nello stacco di affreschi rinascimentali.

Il docufilm alterna riprese fatte in strada in diversi paesi a delle interviste ad alcuni degli esperti riconosciuti a livello internazionale su questi temi – giornalisti, professori universitari, galleristi, avvocati – e a personaggi chiave di questo mercato parallelo della street art.

The Man Sho Stole Banksy dà soprattutto voce, per la prima volta, a Walid,
Categorie: Cinema

IL TEATRO AL LAVORO di Massimiliano Pacifico 61’

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 02:01

24/03/19

IL TEATRO AL LAVORO di Massimiliano Pacifico  61’ segue incontro

L’avventura umana e artistica della creazione di “Elvira”, lo spettacolo di Toni Servillo prodotto insieme al Piccolo Teatro di Milano, tratto dalle lezioni di Louis Jouvet al Conservatorio d’Arte drammatica di Parigi nel 1940. Lo sguardo degli autori segue Servillo e i suoi giovani compagni dalla partenza alla Biennale di Venezia all’approdo al Théâtre de l’Athénée a Parigi, attraverso Napoli e Milano. Con Toni Servillo e gli altri protagonisti, la serata diventa anche un dialogo sul mestiere e sull’etica dell’interpretazione.

 
Categorie: Cinema

SONO GASSMANN! VITTORIO RE DELLA COMMEDIA di Fabrizio Corallo 95’

News sul Cinema - Sab, 19/01/2019 - 02:01

03/02/19

SONO GASSMANN! VITTORIO RE DELLA COMMEDIA di Fabrizio Corallo  95’

A diciott’anni dalla sua scomparsa, Vittorio Gassman viene rievocato nel suo intenso percorso di protagonista del cinema e del teatro con particolare riferimento agli anni d'oro dei film brillanti della "commedia all'italiana". Attraverso le testimonianze di familiari e colleghi, brani di film, spettacoli teatrali e programmi tv emerge il ritratto di un estroverso "mattatore" ma anche di un uomo più segreto e vulnerabile.

 
Categorie: Cinema

Voglio mangiare il tuo pancreas

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 22:01
Una struggente storia d'amicizia ispirata al pluri-premiato romanzo di Yoru Sumino, che ha stregato oltre 2 milioni di lettori.
L'avvincente storia racconta del ritrovamento, da parte di uno studente delle superiori, del diario di una compagna di classe, Sakura Yamauchi. Ma quel diario custodisce un segreto, perché Sakura soffre di una gravissima malattia pancreatica. I suoi giorni sono contati, ma la ragazza ha deciso di affrontare la tragedia con leggerezza e allegria, e il suo compagno, custode del segreto, decide così di trascorrere sempre più tempo con lei… Nonostante i due abbiano personalità agli antipodi, quel tremendo segreto li avvicinerà sempre più.
Categorie: Cinema

Mystery Train - Martedì notte a Memphis

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 22:01
Categorie: Cinema

IL SOLE SULLA PELLE di Massimo Bondielli 62’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

28/02/19

IL SOLE SULLA PELLE di Massimo Bondielli  62’ segue incontro

l 29 giugno 2009 un treno che trasporta 14 cisterne di Gpl, entrando nella stazione ferroviaria di Viareggio, deraglia. Una cisterna si fora, il gas fuoriesce, entra nelle case. Un boato sveglia la città addormentata. 32 persone muoiono bruciate vive. Oltre i morti ci sono anche feriti, alcuni molto gravi. Tra questi Marco Piagentini, ustionato nel 95% del corpo. Marco trascorre sei mesi in ospedale uno dei quali in coma. Quella notte ha perso due figli, Luca e Lorenzo di 4 e 2 anni e la moglie Stefania di 38 anni. Gli è rimasto solo Leonardo, che all’epoca aveva 8 anni. Marco ha dovuto ricominciare a vivere, imparare nuovamente a muoversi, a camminare, a mangiare. Dopo momenti difficili e diverse operazioni sulla sua pelle, ha ripreso in mano la sua vita dedicandosi al figlio Leo e alla ricerca di verità e giustizia insieme all’associazione “Il Mondo che Vorrei” costituita dai famigliari delle vittime. “Il sole sulla pelle” è il racconto di chi è riuscito a trasformare il dolore e la rabbia in determinazione e coraggio per una battaglia di civiltà.
Categorie: Cinema

IL TEATRO AL LAVORO di Massimiliano Pacifico 61’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

21/03/19

IL TEATRO AL LAVORO di Massimiliano Pacifico  61’ segue incontro

L’avventura umana e artistica della creazione di “Elvira”, lo spettacolo di Toni Servillo prodotto insieme al Piccolo Teatro di Milano, tratto dalle lezioni di Louis Jouvet al Conservatorio d’Arte drammatica di Parigi nel 1940. Lo sguardo degli autori segue Servillo e i suoi giovani compagni dalla partenza alla Biennale di Venezia all’approdo al Théâtre de l’Athénée a Parigi, attraverso Napoli e Milano. Con Toni Servillo e gli altri protagonisti, la serata diventa anche un dialogo sul mestiere e sull’etica dell’interpretazione.

 
Categorie: Cinema

SONO GASSMANN! VITTORIO RE DELLA COMMEDIA di Fabrizio Corallo 95’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

31/01/19

SONO GASSMANN! VITTORIO RE DELLA COMMEDIA di Fabrizio Corallo  95’

segue incontro con autore

A diciott’anni dalla sua scomparsa, Vittorio Gassman viene rievocato nel suo intenso percorso di protagonista del cinema e del teatro con particolare riferimento agli anni d'oro dei film brillanti della "commedia all'italiana". Attraverso le testimonianze di familiari e colleghi, brani di film, spettacoli teatrali e programmi tv emerge il ritratto di un estroverso "mattatore" ma anche di un uomo più segreto e vulnerabile.

 
Categorie: Cinema

BULLI E PUPE – Storia sentimentale degli anni cinquanta di Steve Della Casa, Chiara Ronchini 77’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

27/01/19

BULLI E PUPE – Storia sentimentale degli anni cinquanta di Steve Della Casa, Chiara Ronchini
Italia, 77’

Un viaggio dentro l'Italia dal secondo dopoguerra fino all’alba del ‘60, quando i ragazzi che avevano vissuto impotenti gli orrori del conflitto iniziavano a progettare un futuro nuovo, pieno di speranze ma anche denso di contraddizioni, che puntualmente esploderanno in seguito.
Tra balli e canzoni, tra tradizioni secolari e mutamenti repentini, il film del paese che comincia a diventare quello che ancora oggi conosciamo, con le sue imprese straordinarie e i suoi peccati originari.
Un paese che in un pugno di anni visse un cambiamento come non viveva da secoli, in un racconto intessuto di magiche immagini di archivio e di alcuni film simbolo, contrappuntate con le analisi che gli intellettuali più lucidi già proponevano mentre tutto questo avveniva.
Categorie: Cinema

ARRIVEDERCI SAIGON di Wilma Labate 78’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

14/02/19

È l’incredibile storia delle Stars, la giovanissima band italiana che dalla provincia toscana viene spedita inaspettatamente in Vietnam, a suonare nella base militare americana.

Sono giovanissime con la voglia di successo e di lasciare la provincia industriale dove vivono, così diversa dalla famose colline del Chianti: vengono dalle acciaierie di Piombino, dal porto di Livorno e dalle fabbriche Piaggio di Pontedera. È la provincia rossa delle case del popolo e del PCI e uscire da quella provincia è il loro sogno.

Siamo nel ’68 e ogni sogno sembra possibile. Ricevono un’offerta che non possono rifiutare: una tournée in estremo oriente, Manila, Hong Kong, Singapore…

Armate di strumenti musicali e voglia di cantare, partono sognando il successo ma si ritrovano in guerra, e la guerra è quella vera del Vietnam…

Dopo cinquant’anni “Le Stars” raccontano la loro avventura vissuta per tre mesi nelle basi sperdute nella giungla, tra i soldati americani e la musica soul
Categorie: Cinema

IL MARE DELLA NOSTRA STORIA di Giovanna Gagliardo 94’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

07/02/19

5 ottobre 1911 - La Regia Marina italiana impone la resa alla guarnigione turca di Tripoli e occupa la città.
È la prima tappa dell’impresa coloniale italiana.

20 ottobre 2011 - A Sirte viene catturato e ucciso Gheddafi.

In questi cento incredibili anni e non solo, si crea, si sviluppa, si incrina si ricompone e si scompone il rapporto tutto speciale fra l’Italia – o per meglio dire gli italiani – e i libici o – per meglio dire – i tripolini.
Un rapporto appassionato e controverso dove, insieme alla storia con la S maiuscola (con la sua ferocia colonialista ma anche con le sue lungimiranti intuizioni inclusive) si sviluppa un romanzo parallelo fatto di tante piccole storie quotidiane vissute da diverse comunità che convivono insieme pacificamente.
Sono italiani, ebrei, arabi, piccoli imprenditori, artigiani, commercianti , mondani internazionali e uomini d’affari che vivono gomito a gomito in un miscuglio di interessi e di passioni che li fa sentire tutti figli di una cultura comune e mediterranea.

Il film, attraverso una serie di testimonianze, di racconti, di ricordi, ma anche di ricostruzioni storiche e di eccezionali filmati dell’Archivio Storico dell’Istituto Luce, cerca di riprendere il filo di quel “rapporto particolare” che ha fatto del “bel suol d’amore” non solo il luogo della nostra spesso riprovevole memoria coloniale, ma anche il “luogo della bellezza e della felicità” per molti italiani che ci sono nati e che vi hanno vissuto.
Categorie: Cinema

BACKLINER di Fabio Lovino 64’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

21/02/19

BACKLINER di Fabio Lovino 64’ segue incontro con autore

Questo film vuole essere un viaggio vero e proprio nella musica e nella poesia di Riccardo Sinigallia, cantautore e produttore, attraverso la guida narrativa emotiva di Valerio Mastandrea e di amici artisti e discografici che ci racconteranno Riccardo nella sua complessità umana e artistica, attraverso i loro occhi. Un viaggio che è la metafora di un passaggio, di un cambiamento, un processo creativo inarrestabile, sensoriale e ironico, nel quale saremo portati dalla musica, i filmati, le parole senza soluzione di continuità.
Categorie: Cinema

L’UOMO CHE RUBO’ BANKSY di Marco Proserpio 84’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

07/03/19

L’UOMO CHE RUBO’ BANKSY di Marco Proserpio 84’ segue incontro

È il 2007. Banksy e la sua squadra si introducono nei territori occupati e firmano a modo loro case e muri di cinta.

I palestinesi però non gradiscono. Il murales del soldato israeliano che chiede i documenti all'asino li manda su tutte le furie: passi l'essersi introdotto nei territori e l'aver agito senza nemmeno presentarsi alla comunità ma essere dipinti come asini davanti al resto del mondo è davvero troppo.

A vendicare l'affronto con un occhio al bilancio ci pensano un imprenditore locale, Maikel Canawati e soprattutto Walid, palestrato taxista del posto: con un flessibile ad acqua e l'aiuto della comunità, decide di tagliare il muro della discordia. Obiettivo dichiarato: rivenderlo al maggior offerente.

Questa è la storia dello sguardo palestinese su un’arte di strada di matrice occidentale e sui messaggi che la street art veicola sul muro che separa Israele dalla Striscia di Gaza, ma è anche, al tempo stesso, il racconto della nascita di un mercato parallelo, tanto illegale quanto spettacolare, di opere di street art prelevate dalla strada senza il consenso degli artisti. Sono passati sette anni da allora e l'asta per quel pezzo di muro non si è ancora conclusa: per oltre centomila dollari una tonnellata di muro di uno degli artisti più celebri è stata trasferita in Scandinavia e ora pensa a volare oltreoceano.

Partendo da alcuni casi concreti di opere finite sul mercato all’insaputa dei loro autori, The Man Who Stole Banksy affronta tematiche d’attualità legate alla comparsa della speculazione nel mercato della street art, al diritto d’autore, al confronto tra culture diverse in un’ottica postcoloniale e al recupero di opere percepite come delle vere e proprie sfide tecnologiche anche da restauratori specializzati nello stacco di affreschi rinascimentali.

Il docufilm alterna riprese fatte in strada in diversi paesi a delle interviste ad alcuni degli esperti riconosciuti a livello internazionale su questi temi – giornalisti, professori universitari, galleristi, avvocati – e a personaggi chiave di questo mercato parallelo della street art.

The Man Sho Stole Banksy dà soprattutto voce, per la prima volta, a Walid,
Categorie: Cinema

ITALIADOC - 2019

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

24/01/19

ITALIA DOC 2019 Il percorso tematico di importanti recenti documentari italiani -anche quest’anno alla Casa del Cinema proponiamo la rassegna a cadenza settimanale Italia Doc- stavolta risulta a doppio binario. I primi quattro appuntamenti rielaborano eventi e ricordi che intrecciano con forza narrativa storia società politica costume cinema, partendo finanche da 100 anni fa. Altri quattro focalizzano l’oggi, ciascuno da angolazioni originali, denuncia civile compresa. In più, l’ ‘incognita’ di uno fra da premiare in febbraio agli annuali Nastri d’Argento al Documentario italiano. Dunque, due i percorsi nei racconti d’Italia Doc 2019. Sul binario 1: analisi e affettuosa ironia più che blanda nostalgia nel materiale di repertorio notevolmente assemblato e commentato per ‘Bulli e pupe–storia sentimentale degli anni cinquanta’ di Della Casa-Ronchini. Il Mediterraneo fra Italia e Libia oggi specchio controverso di migrazioni e politiche dopo decenni di legami e compromessi in ‘Il mare della nostra storia’ solcato dallo sguardo retroattivo della Gagliardo. Il ’68 vissuto da rockettare ragazze toscane suonando incredule incredibilmente paracadutate nell’inferno del Vietnam, oggi ritrovate in ‘Arrivederci Saigon’ dal sapiente occhio/orecchio della Labate. Il sommo irresistibile Mattatore del nostro migliore Cinema inquadrato attraverso filmati e famiglia anche nei suoi epocali saliscendi psicologici in ‘Sono Gassmann! Vittorio re della commedia’ dell’acuto Corallo. Sul binario 2: lo street artist per eccellenza, manifesto e puntuale quanto inafferrabile e imprevedibile, eccolo protagonista ‘assente’ in ‘L’uomo che rubò Banksy’, storia palestinese più reale, e globale, del vero. Altra arte, quella maieutica del Teatro  causa e frutto di confronti, parole, fisicità, anime, è fulcro di ‘Il teatro al lavoro’ colto dal sensibile Pacifico mentre Toni Servillo allestisce con allievi-compagni una pièce di per sé ‘magistrale’. La musica vissuta a 360° da Riccardo Sinigallia, poliedrico nel produrla, verbalizzarla, suonarla, e il coro di chi lo affianca e apprezza nel fluidamente fotografico ‘Backliner’ di Lovino. La vita interrotta di più persone nel 2009 dalla esplosiva ‘non’ fatalità alla stazione di Viareggio, delinea corpo e sguardo dolenti ma reattivi di un sopravvissuto a quella tragedia in ‘Il sole sulla pelle’ di Bondielli, docu realmente necessario. Maurizio di Rienzo - Curatore Italia Doc
Categorie: Cinema

BULLI E PUPE – Storia sentimentale degli anni cinquanta di Steve Della Casa, Chiara Ronchini 77’

News sul Cinema - Ven, 18/01/2019 - 02:01

24/01/19

BULLI E PUPE – Storia sentimentale degli anni cinquanta di Steve Della Casa, Chiara Ronchini
Italia, 77’

segue incontro con autori

Un viaggio dentro l'Italia dal secondo dopoguerra fino all’alba del ‘60, quando i ragazzi che avevano vissuto impotenti gli orrori del conflitto iniziavano a progettare un futuro nuovo, pieno di speranze ma anche denso di contraddizioni, che puntualmente esploderanno in seguito.
Tra balli e canzoni, tra tradizioni secolari e mutamenti repentini, il film del paese che comincia a diventare quello che ancora oggi conosciamo, con le sue imprese straordinarie e i suoi peccati originari.
Un paese che in un pugno di anni visse un cambiamento come non viveva da secoli, in un racconto intessuto di magiche immagini di archivio e di alcuni film simbolo, contrappuntate con le analisi che gli intellettuali più lucidi già proponevano mentre tutto questo avveniva.
Categorie: Cinema

Pagine