Cinema

Bunuel - Nel labirinto delle tartarughe

News sul Cinema - Mer, 04/03/2020 - 22:01
Parigi 1930. Dopo lo scandalo suscitato nella società fascista e clericale dell'epoca, con il suo primo lungometraggio L'âge d'or", il cineasta Luis Buñuel prende le distanze da Salvador Dalì, con il quale aveva collaborato nei suoi primi lavori e con il quale si era imposto come voce autorevole della cultura surrealista. L'esito infausto del suo film lascia Buñuel senza un soldo ma il suo buon amico, lo scultore Ramón Acín compra un biglietto della lotteria, con la promessa che se avesse vinto avrebbe finanziato il prossimo lavoro del regista. Incredibilmente il biglietto è vincente. Luis e Ramón, partono per realizzare il documentario Las Hurdes. In una suggestiva combinazione di animazione ed estratti di immagini e musiche dal documentario originario, il film racconta un'avventura affascinante e drammatica, dalla quale emerge uno spaccato toccante della vita del grande regista, alla ricerca di una sua libera espressione artistica: i nodi irrisolti del suo passato, la frustrazione rispetto alla fama di Dalì, il difficile rapporto con una figura paterna austera e distante, la sua formazione clericale e il talento innato nel raccontare storie.
Categorie: Cinema

Queen & Slim

News sul Cinema - Mer, 04/03/2020 - 22:01
Al loro primo indimenticabile appuntamento in Ohio, un uomo di colore (Daniel Kaluuya di Scappa – Get Out) e una donna di colore (Jodie Turner-Smith, al suo primo ruolo da protagonista), vengono fermati dalla polizia per una infrazione stradale minore. La situazione precipita, con risultati imprevisti e tragici, quando l'uomo uccide il poliziotto per legittima difesa. Terrorizzati e preoccupati per le loro vite, l'uomo che lavora in un negozio e la donna, un avvocato penale, sono costretti a fuggire. Ma l'accaduto viene filmato, il video diventa virale e la coppia diventa inconsapevolmente un simbolo di trauma, terrore, dolore e sofferenza per tante persone in tutto il paese.
Nel lungo viaggio in auto questi due improbabili fuggitivi scopriranno se stessi e si conosceranno più a fondo in circostanze straordinariamente terribili e disperate, cosa che contribuirà a forgiare un amore profondo e fortissimo che farà emergere la loro comune umanità e plasmerà le loro vite.
Categorie: Cinema

Marie Curie

News sul Cinema - Mer, 04/03/2020 - 22:01
Scienziata di fama internazionale e femminista ante litteram. Donna geniale e appassionata amante. Il biopic di Marie Noëlle racconta gli anni più turbolenti della vita di Marie Curie, tra il 1903, quando è a Stoccolma insieme al marito Pierre Curie per il premio Nobel assegnato loro per le ricerche sulla radioattività, e il 1911, quando riceve il suo secondo premio Nobel, per la chimica. Tra i due riconoscimenti, la tragica morte del marito e la relazione col fisico Paul Langevin, che le varrà il giudizio scandalizzato del mondo scientifico. Sfidando il maschilismo dell’ambiente accademico francese, Marie Curie sancirà definitivamente il suo grandioso valore di donna e di scienziata.
Categorie: Cinema

Sola al mio matrimonio

News sul Cinema - Mer, 04/03/2020 - 22:01
Pamela, giovane Rom insolente, spontanea e piena di ironia, non assomiglia a nessun'altra ragazza della sua comunità. Vive con sua nonna e la sua bambina, ma sogna la libertà e mondi da esplorare. Rompendo con le tradizioni che la soffocano, parte alla volta dell'ignoto con tre sole parole di francese, un bagaglio e la speranza di un matrimonio in Belgio per cambiare il suo destino e quello di sua figlia. Per conoscere il mondo ed essere libera e indipendente.
Categorie: Cinema

Il primo moto dell’immobile - Documentario

News sul Cinema - Mer, 04/03/2020 - 12:52

05/03/20

Il primo moto dell’immobile
proiezione del film documentario di Sebastiano d’Ayala Valva

Il ricordo d’infanzia del momento in cui suo padre gli fece ascoltare una musica terrificante, spinge il regista a mettersi sulle tracce del suo misterioso antenato: il compositore Giacinto Scelsi (1905-1988). Scelsi affermava di non essere l’autore della propria musica, ma di riceverla dalle divinità. Trascorse gran parte della sua vita recluso nel suo appartamento di Roma, arrivando anche a proibire che lo si fotografasse. Proprio qui, verso il tramonto della sua vita, decise di registrare le sue memorie e i suoi pensieri su nastri magnetici, con la richiesta che non fossero resi pubblici prima di quindici anni dopo la sua morte.
Ne Il primo moto dell’immobile, mentre il regista tenta di superare una paura ancestrale, attraverso un’immersione profonda nel paesaggio sonoro e spirituale di un artista visionario e invisibile, lo spirito di Scelsi trova una nuova e disincarnata espressione nella sua forma ideale: l’onda sonora.

Sebastiano d’Ayala Valva è nato a Londra nel 1978 da padre italiano e madre inglese. Vive a Parigi dove nel 2003 ha conseguito la laurea in Giornalismo all’Institut d’Etudes Politiques. Dal 2005 si dedica alla scrittura e alla regia di svariati documentari per la televisione francese: "Anche i travestiti piangono" (2007), "Angel" (2009), "Adapté(s)" (2012), "Performants Autrement" (2016). Il suo documentario La Casa del Padre (2009) è stato presentato al Torino Film Festival. Il suoultimo documentario, "Il primo moto dell’immobile" (2018), è stato acquistato da ARTE e andrà in onda su La Lucarne, dedicato al documentarismo d’autore, dopo essere stato presentato al Torino Film Festival e all’ IDFA.

Categorie: Cinema

Volevo nascondermi

News sul Cinema - Mar, 03/03/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

Proiezione e discussione con lo sceneggiatore Jim Taylor

News sul Cinema - Mar, 03/03/2020 - 13:56

02/04/20

Proiezione e discussione con lo sceneggiatore Jim Taylor

Il borsista regista Benjamin Crotty invita lo sceneggiatore Jim Taylor per una discussione seguita dalla proiezione di un film di Jim Taylor.

Produttore e sceneggiatore americano, Jim Taylor ha lavorato su numerosi film della Sideways nel 2005, da Jurassic Park III per il quale ha ricevuto un Oscar alla migliore sceneggiatura, passando per le audaci commedie Citizen Ruth, L’Arrivista (Elezioni) e più recentemente, Downsizing, tutti co-scritti con il suo frequente collaboratore Alexander Payne.

I suoi film hanno offerto alcuni tra i loro ruoli più belli ad attori quali Laura Dern, magnifica nella parte di una tossicomane incinta che si ritrova al centro di una guerra pro-life/pro-choice all’interno della satira sociale di Citizen Ruth, ma anche Reese Witherspoon, che nel pungente L’Arrivista interpreta una “over-achiever” pronta a tutto per diventare presidente della associazione studentesca del suo liceo, e Matt Damon, un uomo in bancarotta che accetta di diventare piccolissimo per aumentare il suo potere d’acquisto nel film di fantascienza Downsizing. 

Categorie: Cinema

Marianne & Leonard: Parole d'amore

News sul Cinema - Lun, 02/03/2020 - 22:01
Nel settembre del 1960, Leonard Cohen acquistò una casa non lontano dalla costa del Peloponneso, sull'isola greca di Hydra, che fra gli anni '50 e gli anni '60 era diventata un rifugio di artisti, raccogliendo una comunità bohémienne di scrittori, pittori, musicisti uniti da uno spirito libero e libertario. All'epoca, Cohen aveva da poco compiuto 26 anni e aveva già scritto Let us compare mythologies e The Spice-Box of Earth. A Hydra, il poeta canadese cercava la pace che gli occorreva per scrivere. È proprio per narrare questa esperienza che nasce MARIANNE & LEONARD. PAROLE D'AMORE, composto da filmati d'archivio, testimonianze, immagini di repertorio, il documentario racconta la storia d'amore tra Leonard Cohen e la sua musa norvegese, Marianne Ihlen. Un amore breve e intenso il loro, iniziato nel 1960 proprio sull'idilliaca isola di Hydra. Con immagini inedite, il film segue Marianne e Leonard a partire dai loro primi giorni sull'isola, all'insegna dell'amore libero e dei matrimoni aperti, sino all'evoluzione della loro relazione, quando Leonard divenne un musicista di successo. Il legame speciale tra i due sarebbe continuato, tra alti e bassi, per il resto delle loro vite. La relazione tra Marianne e Leonard, cominciata con Marianne che posava lo sguardo su quel "canadese dai capelli scuri, la coppola, le scarpe da tennis e lo sguardo intenso", durò fino al 1967. Quando si affermò anche come cantautore, Cohen si allontanò pian piano dalla sua musa, ispiratrice di brani come 'Hey, That's No Way to Say Goodbye', 'Bird on the Wire' e naturalmente 'So long, Marianne', ma non smise mai di sentirla.
Categorie: Cinema

Show me the Picture: the Story of Jim Marshall

News sul Cinema - Lun, 02/03/2020 - 22:01
Show Me The Picture: The Story of Jim Marshall racconta la famigerata vita del fotografo dietro e fuori dalla macchina fotografica. Figlio di immigrati, Marshall ha lottato per affermarsi nell'epoca d'oro del rock. Una passione per la musica lo ha portato a catturare alcune delle figure più iconiche della storia della musica da Bob Dylan, The Rolling Stones, all'immagine famigerata di Jimi Hendrix che bruciava la sua chitarra.
Categorie: Cinema

They Shall Not Grow Old - Per sempre giovani

News sul Cinema - Dom, 01/03/2020 - 22:01
In occasione del centenario della fine della Prima guerra mondiale, il regista de Il signore degli anelli realizza uno dei più grandi e rivoluzionari documentari sulla Prima guerra mondiale. Impiegando tecnologie all'avanguardia nel rimettere mano a filmati e audio d'archivio vecchi più di un secolo, Peter Jackson rende omaggio agli uomini che hanno vissuto in prima persona la Grande Guerra. Immergendosi negli archivi della BBC e dell'Imperial War Museum di Londra, il regista esplora la realtà della guerra mettendo in evidenza l'atteggiamento dei giovani soldati nei confronti del conflitto: come mangiavano, come riposavano, come costruivano legami e come speravano in un futuro roseo. Ma Jackson non si limita al lavoro del reporter, dell'abile montatore di materiale preesistente. Dopo aver osservato la fase della preparazione al conflitto, dell'addestramento e della partenza in formato quattro terzi e in bianco e nero, allarga l'immagine fino a farla diventare panoramica e la colora attraverso l'intervento del 3D e della computer grafica. Ricrea effetti sonori ad hoc che rendono impressionanti le esplosioni, il frastuono, il fragore dei movimenti sul campo. Il documentario evocativo si ibrida con un vero e proprio war movie, con tanto di doppiaggio di alcuni soldati inquadrati dalle riprese reali. Osservandone il labiale e i movimenti, Peter Jackson prova a reinterpretare le loro parole, le loro espressioni, persino i loro sentimenti.
Categorie: Cinema

MASTERCLASS con i candidati candidati al #David2020 nelle categorie Miglior Musicista e Miglior Canzone Originale. #David65

News sul Cinema - Gio, 27/02/2020 - 14:01

10/03/20

MASTERCLASS con i candidati candidati al #David2020 nelle categorie Miglior Musicista e Miglior Canzone Originale. #David65 I David di Donatello insieme ad ACMF - Associazione compositori musica da film presentano la Masterclass sui 5 candidati al #David2020 nelle categorie Miglior Musicista e Miglior Canzone Originale. Le musiche da sempre sono una parte essenziale per costruire la magia del cinema, immergerci nella storia e traghettarci verso l'immaginario del regista. Questi i candidati al David di Donatello 2020: l'Orchestra di Piazza Vittorio, Andrea Farri, Nicola Piovani, Dario Marianelli, Thom Yorke, Moon Stars Studio, Ralph P, Brunori SAS, Diodato.   
Categorie: Cinema

Doppio sospetto - Duelles

News sul Cinema - Mer, 26/02/2020 - 22:01
All'inizio degli anni Sessanta, Alice e Céline abitano in due case a schiera gemelle e sono legate da una grande amicizia, che le porta a condividere ogni cosa. Questa armonia perfetta si spezza il giorno in cui Alice assiste, impotente, alla morte accidentale di Maxime, il figlio di Céline: accecata dal dolore, Céline rimprovera ad Alice di non aver fatto il possibile per salvare suo figlio e sembra meditare una sconvolgente vendetta...
Categorie: Cinema

La Gomera - L'isola dei fischi

News sul Cinema - Mer, 26/02/2020 - 22:01
Cristi, un ispettore di polizia di Bucarest, s'imbarca per l'isola di Gomera, nelle Canarie, per imparare in fretta il Silbo, un linguaggio fischiato che i contadini del luogo utilizzavano tradizionalmente per parlarsi da un luogo isolato all'altro. È però determinato a utilizzare quel codice per ben altro scopo: liberare un mafioso rumeno dalla prigione ed entrare in possesso di un'ingente somma di soldi sporchi. Uno sbirro corrotto, una manciata di milioni, una superiore algida e rossa di capelli, che non vede l'ora di entrare nella truffa per avere la sua parte, un criminale da favorire e una femme fatale fatta apposta per scombinare tutti i piani.
Categorie: Cinema

La partita

News sul Cinema - Mer, 26/02/2020 - 22:01
Domenica, fine maggio, Roma. E' l'ultima partita del campionato di calcio della categoria "allievi". Lo Sporting Romasi gioca il titolo contro il Monterotondo. Le due squadre si affrontano nella polvere del terreno di gioco in quella che,per un motivo o per l'altro, diventa la partita della vita per molti loro. Come per mister Bulla che nella vita non ha miavinto niente e decide che questo sarà il giorno della rivalsa. O come il presidente dello Sporting, Italo, che per far frontead una brutta crisi finanziaria scommette tutto quello che ha sul risultato finale. O semplicemente come Antonio ed isuoi compagni di squadra, che lottano su ogni pallone per la cosa che in fondo conta di più: la gloria.Infine c'è la vita aldi fuori del campo, che va avanti sempre e comunque, e ci ricorda che in fondo non è che sia proprio tutto solo un gioco.
Categorie: Cinema

Furia

News sul Cinema - Mar, 25/02/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

"Altura" ritrovato: Altura di Mario Sequi (1949)

News sul Cinema - Mar, 25/02/2020 - 14:01

09/03/20

Altura ritrovato La Cineteca Nazionale e l’Associazione dei sardi Il Gremio, nell’ambito del programma Incontri col cinema sardo, organizzano la presentazione del recupero e della preservazione in digitale di Altura di Mario Sequi (1949), recentemente ritrovato, interamente girato in Gallura nel Nord della Sardegna, interpretato da Massimo Girotti, Eleonora Rossi Drago, Roldano Lupi e con le musiche di Ennio Porrino. 16.00 Altura di Mario Sequi (1949, 88’) Stanis Archena (Massimo Girotti) dopo aver girato il mondo in cerca di fortuna, torna alla natia Altura, tra i compagni della prima giovinezza. Ma ad Altura le cose sono cambiate: dopo la partenza di Stanis è giunto in paese un certo Efisio Barra (Roldano Lupi), un nuovo ricco, un uomo senza scrupoli, che ha comperato le terre e i pascoli, imponendo ai pastori la sua dominazione. Non avendo concorrenti, Efisio è in grado d’acquistare tutto il latte a prezzi bassissimi. Per combattere il monopolio, Stanis si mette alla testa di un movimento cooperativistico. Ma… Il recupero è stato realizzato e preservato in digitale con risoluzione 2k nel 2019 dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale in collaborazione con la Broadmedia Service srl che ha messo gentilmente a disposizione il negativo scena e colonna nitrato 35mm del film. a seguire Intervista ad Anna Maria Bottini di Stefano Landini (2019, 17’) co-protagonista del film, che a marzo compirà 104 anni. A cura di Franca Farina, Antonio Maria Masia e Stefano Landini (montaggio e regia). Gavino Minutti inoltre presenterà il “cineromanzo” del film, in italiano e francese. A seguire incontro moderato da Claudio de Pasqualis con Marco Bianchi, Maria Assunta Borgna, Daniela Currò, Arabella Girotti, Roberto Liberatori, Antonio Maria Masia, Gavino Minutti e Stefania Porrino.
Categorie: Cinema

"Altura" ritrovato

News sul Cinema - Mar, 25/02/2020 - 14:01

09/03/20

Altura ritrovato La Cineteca Nazionale e l’Associazione dei sardi Il Gremio, nell’ambito del programma Incontri col cinema sardo, organizzano la presentazione del recupero e della preservazione in digitale di Altura di Mario Sequi (1949), recentemente ritrovato, interamente girato in Gallura nel Nord della Sardegna, interpretato da Massimo Girotti, Eleonora Rossi Drago, Roldano Lupi e con le musiche di Ennio Porrino. 16.00 Altura di Mario Sequi (1949, 88’) Stanis Archena (Massimo Girotti) dopo aver girato il mondo in cerca di fortuna, torna alla natia Altura, tra i compagni della prima giovinezza. Ma ad Altura le cose sono cambiate: dopo la partenza di Stanis è giunto in paese un certo Efisio Barra (Roldano Lupi), un nuovo ricco, un uomo senza scrupoli, che ha comperato le terre e i pascoli, imponendo ai pastori la sua dominazione. Non avendo concorrenti, Efisio è in grado d’acquistare tutto il latte a prezzi bassissimi. Per combattere il monopolio, Stanis si mette alla testa di un movimento cooperativistico. Ma… Il recupero è stato realizzato e preservato in digitale con risoluzione 2k nel 2019 dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale in collaborazione con la Broadmedia Service srl che ha messo gentilmente a disposizione il negativo scena e colonna nitrato 35mm del film. a seguire Intervista ad Anna Maria Bottini di Stefano Landini (2019, 17’) co-protagonista del film, che a marzo compirà 104 anni. A cura di Franca Farina, Antonio Maria Masia e Stefano Landini (montaggio e regia). Gavino Minutti inoltre presenterà il “cineromanzo” del film, in italiano e francese. A seguire incontro moderato da Claudio de Pasqualis con Marco Bianchi, Maria Assunta Borgna, Daniela Currò, Arabella Girotti, Roberto Liberatori, Antonio Maria Masia, Gavino Minutti e Stefania Porrino.
Categorie: Cinema

In viaggio con Luca

News sul Cinema - Mar, 25/02/2020 - 09:44

02/03/20

IN VIAGGIO CON LUCA

di Gianfranco Capitta e Simone Marcelli
regia Simone Marcelli

Ritratto autentico, una storia profonda,che ripercorre i luoghi più importanti della vita e del lavoro di Luca Ronconi, alternando volti e voci degli interpreti-testimoni incontrati durante questo viaggio.

Il Teatro di Roma omaggia, a cinque anni dalla scomparsa, Luca Ronconi, maestro di generazioni di attori e artefice di un teatro senza limiti, con la proiezione del docufilm In viaggio con Luca di Gianfranco Capitta e Simone Marcelli, che ne firma anche la regia, in una serata-evento programmata lunedì 2 marzo al Teatro Argentina.

Un documentario sul lavoro e la personalità del grande regista e geniale innovatore dei linguaggi della scena, che diresse il Teatro di Roma dal 1994 al 1998, ed è qui che creò alcuni dei suoi capolavori, fra i quali Quer pasticciaccio brutto de via Merulana da Gadda, lasciando un’impronta indelebile nella storia culturale della città e dell’intero Paese.

In viaggio con Luca racconta, col fascino divulgativo di immagini sorprendenti, la storia di Ronconi, partendo dal luogo esotico in cui quasi casualmente è nato (Susa in Tunisia), ai posti dove è cresciuto e si è formato, prima come attore e poi come regista. Gli spazi che ha ‘inventato’: dalla piazza di Orlando Furioso (poi trasformato in kolossal cinematografico per la Rai tra Cinecittà e Palazzo Farnese di Caprarola), al lago di Zurigo, al Laboratorio di Prato scandito con Gae Aulenti. Laboratorio che si muove tra un teatro trasformato in arena, un misterico orfanotrofio abbandonato, fino alla trasformazione in spazio teatrale di una grande azienda tessile dismessa, il Fabbricone poi imitato in tutta Europa. La sua Utopia ai cantieri navali della Giudecca veneziana, mixando 5 testi di Aristofane su una strada di 60 metri, dove scorrevano cinque automobili, un camion, 25 lettini su rotelle e un aeroplanino Piper. E ancora i paradossi della scienza alla Bovisa, ma anche i trionfi operistici alla Scala, le scritture nei più importanti teatri di Vienna, Parigi, Zurigo, Salisburgo.

Un’esperienza densa e unica, che ha sempre coniugato la visione spaziale con il peso della parola e quindi con la specificità dei suoi attori. Nel film sono fondamentali le interviste agli interpreti di quegli spettacoli, testimoni preziosi, generazioni diverse che sono state da lui formate e sono oggi i protagonisti del nostro teatro, come Massimo Popolizio, Massimo De Francovich, Franca Nuti o Umberto Orsini, Anna Bonaiuto e Ottavia Piccolo; ma anche le star di cinema e televisione, tra i tanti intervistati: Luca Zingaretti, Pierfrancesco Favino, Fabrizio Gifuni, Antonello Fassari; e prestigiosi musicisti (il direttore della Scala Chailly) cantanti e personaggi che hanno segnato un’epoca (Raina Kabaivanska, Enrico Lucherini, il premio Oscar per la fotografia Vittorio Storaro).

Categorie: Cinema

MASTERCLASS I candidati alla categoria Miglior suono #David65

News sul Cinema - Mar, 25/02/2020 - 02:01

29/02/20

AITS - Associazione Italiana Tecnici del Suono I candidati alla categoria Miglior suono #David65 I David di Donatello insieme ad AITS - Associazione Tecnici del Suono presentano la Masterclass sui 5 film candidati alla categoria Miglior Suono al #David2020. Sarà l’occasione per un confronto e un approfondimento sui passaggi che concorrono alla realizzazione della colonna sonora finale di un film, attraverso la presentazione di contributi audiovideo che illustrino il lavoro delle diverse figure professionali che compongono il reparto del suono: dal fonico di presa diretta al microfonista, dal montatore del suono al creatore degli effetti sonori al fonico di mix.
Categorie: Cinema

The Cellist / Dances at a Gathering

News sul Cinema - Lun, 24/02/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

Pagine