Cinema

Omaggio a Monte Hellman - La sparatoria – The Shooting di Monte Hellman (1966; 82')

News sul Cinema - Ven, 10/01/2020 - 18:26

21/01/20

INAUGURAZIONE con i saluti di: Ambasciata Usa, Casa del Cinema, Cineteca Nazionale A seguire Omaggio a Monte Hellman La sparatoria – The Shooting di Monte Hellman (1966; 82'); 35mm; v.o.sott.it Titolo originale: The Shooting Regia: Monte Hellman Sceneggiatura: Adrien Joyce (Carol Eastman) Fotografia: Gregory Sandor Montaggio: Monte Hellman Scenografia: Wally Moon Suono: Art Names Musiche: Richard Markowitz Interpreti: Warren Oates, Millie Perkins, Jack Nicholson, Will Hutchins, Charles Eastman, Guy El Tsosie, Brandon Carroll, B.J. Merholz, Wally Moon, William Mackleprang, James Campbell Produzione: Jack Nicholson, Monte Hellman per Proteus Films Durata: 82 minuti Prima proiezione: 2 giugno 1966 Sinossi: L'ex cacciatore di taglie Willet Gashade torna al proprio “campo-base” tra le aride rocce dello Utah. Qui scopre dall'unico rimasto, Coley, che suo fratello è scappato dopo aver sparato a un uomo e al suo bambino, mentre il loro altro socio è stato ucciso la notte precedente da qualcuno che Coley non ha visto. All'indomani dal ritorno di Willet, una bella donna che non vuol rivelare il proprio nome arriva all'accampamento e chiede ai due uomini di scortarla nel deserto. I due sono molto incerti, ma alla fine cedono dietro lauto compenso... La sparatoria viene girato subito prima de Le colline blu negli splendidi paesaggi dello Utah, da cui la troupe e parte del cast (i due film hanno, tra le altre cose, in comune sia Jack Nicholson che la splendida Millie Perkins) si allontanarono solo per alcuni giorni di riposo tra la fine di una ripresa e l'inizio di un'altra. Il mitico Roger Corman aveva infatti messo a disposizione per uno dei “suoi” registi di scuderia, Monte Hellman, 150.000 dollari per due film che costarono 75.000 dollari l'uno. E che Corman fece produrre ai diretti interessati, ossia a Hellman e al promettente attore Jack Nicholson, ritagliandosi il ruolo di supervisore. Il futuro interprete di Shining scrive Le colline blu e Carol Eastman (che sarà sceneggiatrice di Mannequin di Schatzberg) scrive La sparatoria firmandosi Adrien Joyce. Il film, girato in tre settimane, è un sinuoso western-noir in cui del western ritroviamo più le ambientazioni e del noir i rapporti tra i personaggi, il cui numero (visti anche i costi) è ridotto all'osso. Come sarà in Strada a doppia corsia, i protagonisti sono quattro: Willet (il grande Warren Oates) e il suo “sodale” compare imbranato Coley (Will Hutchins) devono guidare nel deserto una bella donna senza nome (la Perkins) che non svela loro le ragioni del viaggio; non lontano dai tre si muove però anche Billy, interpretato da Nicholson che si ritaglia qui la parte del cattivo mostrando già espressioni luciferine che diventeranno celeberrime negli anni. Hellman spoglia completamente il western realizzando un travel movie laconico in cui una femme fatale tiene le briglie della cavalcata mentre gli altri sembrano condannati in partenza come accade anche nella tragedia greca, che risuona nella struttura narrativa. Entrare nell'universo di Monte Hellman da La sparatoria è un'esperienza mirabile perché consente di comprendere la maestria di un regista capace di costruire un'atmosfera carica di tensione, attorno a un racconto fatto di niente, grazie a un'intelligenza spiazzante nella scelta delle inquadrature (il racconto in flashback che Coley fa a Willet, all'inizio del film per spiegargli cosa è accaduto, è un prologo-capolavoro) e nel geniale montaggio dello stesso Hellman. Oltre a dire che La sparatoria è un film magnifico, vale la pena sottolineare la presenza di Warren Oates, uno degli attori più significativi del cinema americano di questi anni e che infatti ritroveremo in ben quattro film di Monte Hellman contenuti in questo omaggio (oltre a La sparatoria, Strada a doppia corsia, Cockfighter e Amore, piombo e furore) e in altri due film di questa retrospettiva, come protagonista in Dillinger di Milius e nel ruolo secondario ma cruciale del padre di Sissy Spacek ne La rabbia giovane di Malick.
Categorie: Cinema

D’amore non si muore. Firmato: Lino Capolicchio

News sul Cinema - Ven, 10/01/2020 - 18:26

13/01/20

D’amore non si muore. Firmato: Lino Capolicchio Lino Capolicchio è un attore più unico che raro. Quando lo si nomina, vengono in mente un volto, un corpo, uno sguardo, una voce. Assolutamente uniche. E completamente anti-italiane. Una fisicità molto british. Una phoné volutamente non impostata teatralmente. E come ha scritto giustamente Gregorio Napoli: «Lino Capolicchio è giustamente orgoglioso della armonia con cui una carriera zeppa di brucianti affermazioni ha saputo recuperare anche la sicurezza di non essere effimera. È arrivato per caso al cinema, ma alla recitazione ha dedicato tutto se stesso, frequentando la Accademia d’arte drammatica, e sono passati solo sette anni da quando scommise con la madre che si sarebbe affermato sulle scene. Anche lui, infatti, ha la sua piccola storia di alienazione familiare: il solito discorso di “quel che si farà da grandi”. Perito chimico doveva essere, e fu invece […] un volto da ricordare in una futura antologia del cinema di protesta. “Credo di essere un vero attore, non potrei fare questo mestiere se non lo sentissi veramente”. Si torna al discorso della consapevolezza, ma la pennellata più colorita l’ha data Florinda Bolkan, che Capolicchio ha avuto al fianco sul set di Metti, una sera a cena: “È un animale strano, molto cinematografico, straordinariamente complesso”». Stavolta Lino ha deciso di “mettersi a nudo” non davanti alla macchina da presa o sul palcoscenico ma sulla pagina scritta per raccontarsi e raccontare gli anni incredibili che ha vissuto, costellati da incontri straordinari: da Sergio Tofano a Giorgio Strehler, da Anna Magnani a Vittorio De Sica e a Pier Paolo Pasolini, da Federico Fellini ai Beatles e a Carmelo Bene e a Fabrizio De André… Titolo di questo eccezionale quanto eccentrico memoir dell’anima editato da Rubbettino e dal Centro Sperimentale di Cinematografia è D’amore non si muore, ironica citazione del film di Carlo Carunchio D’amore si muore (1972) interpretato dall’attore a fianco di due grandi dive, Silvana Mangano e Milva. 16.00 Amore e ginnastica di Luigi Filippo d'Amico (1973, 108') L'ex seminarista Simone (Lino Capolicchio) s’innamora di un insegnante di ginnastica (Senta Berger) che vive nel suo palazzo, la quale si dedica anima e corpo all'educazione fisica, senza pensare alla vita privata e al matrimonio. «D’Amico, come da un podio, orchestra una composizione scenografica tra caffè gozzaniani, sontuosi palazzi Savoia, il verde dei parchi cittadini; mette in scena severi educatori regi, operai delle scuole serali, svelte madamine, vigorosi ginnasti, canottieri che sfilano sul fiume; gioca con le invenzioni linguistiche del torinese Tullio Pinelli che "sciacqua nel Po" De Amicis per accentuarne tratti da siparietto di caffè chantant. Infine, la fotografia di Marcello Gatti mostra una Torino solare in alcuni dei suoi scorci più belli, da Palazzo Madama al Valentino, i cui colori brillanti sono restituiti dal restauro fatto dalla Cineteca Nazionale per le Universiadi» (Toffetti). a seguire incontro moderato da Alberto Crespi con Lino Capolicchio. Nel corso dell’incontro verrà presentato il libro di Lino Capolicchio, "D’amore non si muore", Rubbettino Editore, Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, 2019.
Categorie: Cinema

La ragazza d'autunno

News sul Cinema - Mer, 08/01/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

City of crime

News sul Cinema - Mer, 08/01/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

Sulle ali dell'avventura

News sul Cinema - Mer, 08/01/2020 - 22:01
Christian, uno scienziato visionario, studia oche selvatiche. Per suo figlio, un adolescente ossessionato dai videogiochi, l'idea di trascorrere una vacanza con suo padre nel deserto è un incubo. Tuttavia, padre e figlio si riuniranno attorno a un folle progetto: salvare una specie in pericolo. Inizia un viaggio incredibile e pericoloso ...
Categorie: Cinema

Hammamet

News sul Cinema - Mer, 08/01/2020 - 22:01
Il film ricostruisce, con personaggi ispirati alla realtà e con personaggi di fantasia, la caduta di Bettino Craxi, un racconto più privato che pubblico, dove si scava nei sentimenti per illuminare i fatti.
Categorie: Cinema

Piccole Donne

News sul Cinema - Mer, 08/01/2020 - 22:01
La scrittrice e regista Greta Gerwig ha realizzato il film di Piccole Donne basandosi sia sul romanzo di Louisa May Alcott che sui suoi scritti, ripercorrendo avanti e indietro nel tempo la vita dell'alter ego dell'autrice, Jo March. Secondo la Gerwig, la tanto amata storia delle sorelle March - quattro giovani donne ognuna determinata a inseguire i propri sogni - è al tempo stesso intramontabile e attuale.
Categorie: Cinema

Confortorio

News sul Cinema - Gio, 02/01/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

Il bacio di Giuda

News sul Cinema - Gio, 02/01/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

Tiburzi

News sul Cinema - Gio, 02/01/2020 - 22:01
Categorie: Cinema

18 regali

News sul Cinema - Mer, 01/01/2020 - 22:01
Quella di Elisa Girotto è una storia d'amore. Potente, indelebile. Di un amore che ha la forza di non arrendersi quando tutto intorno crolla. Elisa aveva solo quarant'anni quando un male incurabile l'ha tolta all'affetto dei suoi cari, a suo marito e alla sua famiglia, alla sua bambina di appena un anno. Prima che il suo cuore si fermasse, Elisa ha però trovato un modo di restarle accanto: un regalo per ogni compleanno fino alla sua maggiore età. 18 regali per cercare di accompagnare, anno dopo anno, la crescita della sua bambina, per lasciarle il segno di una presenza spirituale, per farle capire che l'amore non si ferma davanti a nulla. Bambole, giochi, libri, vestiti, un mappamondo di sughero con l'indicazione dei luoghi che avrebbe voluto visitare con lei.
Categorie: Cinema

Sorry We Missed You

News sul Cinema - Lun, 30/12/2019 - 22:01
Ricky, Abby e i loro due figli vivono a Newcastle. Sono una famiglia forte che si prende cura l'uno dell'altro. Ricky è passato da un lavoro all'altro, mentre Abby, che adora il suo lavoro, si prende cura degli anziani. Nonostante lavorino più a lungo e più duramente, si rendono conto che non avranno mai l'indipendenza o la propria casa. Ora o mai più; la rivoluzione delle app offre a Ricky un'opportunità d'oro. Lui e Abby fanno una scommessa. Vende la sua auto in modo che Ricky possa comprare un nuovo furgone luccicante e diventare un autista indipendente, finalmente con i suoi affari. Il mondo moderno incide su queste quattro anime nella privacy della loro cucina; il futuro chiama.
Categorie: Cinema

Tolo Tolo

News sul Cinema - Lun, 30/12/2019 - 22:01
Ambientato in Kenya, Marocco, Puglia e Roma, il film racconta di un comico napoletano, minacciato da un boss della malavita, a cui viene assegnato un carabiniere per fargli da scorta. Anche quando la protezione viene revocata i due rimangono amici.
Categorie: Cinema

Alpha Happy Year

News sul Cinema - Lun, 30/12/2019 - 15:44

da 31/12/19 a 18/01/20

Così come nel passato, l’Alphasala affettuosamente rossa per l’Happy New Year si fa grande e beneaugurante per abbracciarvi tutti tutti proponendovi quanti più possibili percorsi tra passato e presente dedicati al cinema, ai compleanni, agli anniversari di chi ha fatto grande la Settima arte, alle antiche e nuove contaminazioni e citazioni, alle riflessioni sull’amore, l’amicizia, i cambiamenti socio/culturali, ai grandi autori, agli intrecci di ogni genere, alla condivisione, a tutto quello che coccola il cuore, riscalda le mani e fa futuro…

Porterà sicuramente bene iniziare con le superbe pellicole del mai troppo amato Erich Rohmer, il regista francese che più di tutti ha saputo coniugare le pieghe dell’anima giovane con il destino che sempre sorprende e la natura accattivante ed importante un anniversario (2010-2020) che ci cullerà per tutto l’anno e che non poteva iniziare se non i primi giorni dell’anno nuovo!

Porterà altrettanto bene chiudere questo gennaio con il cinema di Federico Fellini, apprezzato, amato, celebrato autore italiano il cui eclettismo vitale ha saputo portare in alto il nostro cinema in tout le monde …In mezzo ai due, una settimana a Tema libero, come consuetudine del Cineclub da qualche mese a questa parte, colma di titoli tra il classico ed il sorprendente…festeggeremo poi la grande attrice inglese  Helen Mirren, premio alla carriera a  Berlino 2020, ricorderemo pure il mitico Clark Gable , assisteremo al concerto in Garfagnana grazie alla proiezione del doc  Paleo, del gruppo musicale toscano Staindubutta … Tra i buoni propositi per l’anno nuovo, potremo iscriverci all’ormai storico corso di Storia del cinema, dal 2006 a disposizione di chi vuole conoscere a fondo gli autori e i movimenti che hanno fatto grande l’arte cinematografica! Oppure ai workshop firmati LongtaKe ed anticipati da un esaustivo open day il 18 gennaio prossimo…E poi, grande novità fuori saletta, il 10 gennaio alle 16.00 tutti al Teatro dei Dioscuri con Patrizia Salvatori (per una volta in veste di cineguida fuori sala…), a conoscere più da vicino la storia della cineteca nazionale a 70 anni dalla sua nascita!

Categorie: Cinema

Playmobil: The Movie

News sul Cinema - Sab, 28/12/2019 - 22:01
Quando il fratello minore Charlie scompare inaspettatamente nell'universo magico e animato di PLAYMOBIL®, Marla, sorella maggiore, totalmente impreparata, dovrà mettersi sulle sue tracce per riportarlo a casa.Partirà per un fantastico viaggio attraverso incredibili mondi, alleandosi con alcuni nuovi e improbabili amici: lo stravagante camionista Del, l'affascinante e carismatico agente segreto Rex Dasher, un fidato e strambo robot, una straordinaria fata madrina stravagante e molti altri.
Marla e Charlie impareranno da questa avventura che la vita spesso ci mette davanti a delle prove importanti, ma che si può ottenere qualsiasi cosa quando credi in te stesso e se hai degli amici al tuo fianco!
Categorie: Cinema

Bad Boys for Life

News sul Cinema - Mer, 25/12/2019 - 22:01
I Bad Boys Mike Lowrey e Marcus Burnett di nuovo insieme per un'ultima corsa.
Categorie: Cinema

The Farewell - Una bugia buona

News sul Cinema - Lun, 23/12/2019 - 22:01
In questa storia, esilarante e insieme esemplare, che prende le mosse da una bugia realmente vissuta, Billi, nata in Cina e cresciuta negli Stati Uniti, tornata a malincuore a Changchun, scopre che in famiglia tutti sanno che all'amata Matriarca, Nai-Nai, restano solo poche settimane di vita, ma hanno deciso di tenere nascosta la verità alla diretta interessata: la stessa Nai-Nai. Per proteggere la sua serenità, si riuniscono con il festoso espediente di un matrimonio affrettato, richiamando membri della famiglia sparsi tra le nuove case all'estero. Avventurandosi in un campo minato di aspettative e convenevoli di famiglia, Billi scopre che, in realtà, ci sono molte cose da festeggiare: l'occasione di riscoprire il paese che ha lasciato da bambina, il meraviglioso spirito di sua nonna, e i legami che continuano ad unire anche quando c'è molto di non detto.
Categorie: Cinema

Spie sotto copertura

News sul Cinema - Lun, 23/12/2019 - 22:01
Lance Sterling è un super agente segreto, affascinante e impeccabile sul lavoro. Walter Beckett è un giovane e brillante scienziato che si occupa di creare armi segrete e incredibili gadget. Un evento fortuito unirà i due improbabili eroi, che dovranno imparare a contare l'uno sull'altro per la più importante delle missioni: salvare il pianeta.
Categorie: Cinema

Jumanji: the Next Level

News sul Cinema - Lun, 23/12/2019 - 22:01
In Jumanji: The Next Level la gang è tornata ma il gioco è cambiato. Rientrati in Jumanji per salvare uno dei loro, i giocatori scoprono che nulla è come avevano previsto. Per sopravvivere al gioco più pericoloso del mondo i protagonisti dovranno affrontare zone sconosciute e inesplorate: dagli aridi deserti fino alle montagne innevate.
Categorie: Cinema

Pagine