News su teatro

Aggiornato: 1 ora 16 min fa

Imberberi

Ven, 19/10/2018 - 11:23

21/10/18

Emporio delle arti

Imberberi
di e con Daniele Parisi

Uno spettacolo per bambini in due farse: “Le tragiche vicende del principe Azzurro Azzurro” e “L’avaro e lo spendaccione”.

Due atti “unici”: unici nel vero senso della parola poiché saranno i piccoli spettatori insieme ad un buffo e smemorato cantastorie a creare le vicende divenendo autori e protagonisti al tempo stesso! Riuscirà il principe azzurro a sposare una principessa? E il vecchio avaro riuscirà a conservare il suo danaro da un figlio spendaccione e sfaticato? Due farse comiche per un pubblico imberbe!

Categorie: Teatro

Major Barbara

Gio, 18/10/2018 - 15:38

da 30/10/18 a 04/11/18

Teatro San Genesio

Major Barbara
uno spettacolo di George Bernard Shaw
presentato in inglese dalla compagnia The Rome Savoyards
regia di Sandra Provost
 

Riparte la rassegna di teatro in lingua originale Inglese al Teatro San Genesio e inaugura la nuova stagione un amatissimo classico Major Barbara (Il Maggiore Barbara) del pluripremiato drammaturgo irlandese George Bernard Shaw. Lo spettacolo è presentato  dalla compagnia filantropica e di lingua inglese The Rome Savoyards/ Plays in Rome, in una versione rivisitata e attualizzata, di grande effetto.

Major Barbara è sia una commedia che una satira sociale, scritta e rappresentata per la prima volta nel 1905, e annoverata tra i lavori più toccanti e significativi della prolifica produzione di George Bernard Shaw, nonché della drammaturgia moderna. Vincitore del Premio Nobel per la letteratura e di un Premio Oscar alla migliore sceneggiatura non originale per il film Pigmalione, Shaw era anche un fervente critico dei suoi tempi ed attivista politico. Non a caso dunque, la trama di Major Barbara solleva molte questioni di natura socio-politica e di straordinaria applicabilità contemporanea. Per questa ragione, la sua storia è stata anche descritta come un'allegoria, una discussione filosofica senza tempo. Non sorprende che Major Barbara continui a riscuotere grande consenso di pubblico ancora oggi e che la storia sia stata più volte adattata per il cinema e sempre con grande successo.

La trama narra di Andrew Undershaft, ricchissimo proprietario di una fabbrica d'armi, che rivede la sua ex-moglie e i suo figli dopo molti anni di separazione voluta. Nel rivederli, resta colpito soprattutto dalla figlia Barbara, una ragazza volitiva con forti sentimenti filantropici, un maggiore nell'Esercito della Salvezza, la quale assiste i diseredati. Barbara invita il padre a visitare la sede dove presta la sua opera, e il padre accetta a condizione che i suoi familiari visitino la sua fabbrica di armi. Barbara si accorge con sgomento che l'aiuto offerto ai diseredati è finanziato anche grazie a capitali provenienti da attività discutibili (quali appunto la fabbricazione di armi); lo sgomento della ragazza aumenta quando scopre che la fabbrica paterna garantisce tuttavia benessere e sicurezza ai dipendenti. Il dibattito tra i due esplode e coinvolge tutta la famiglia, tra vari colpi di scena e rivelazioni.

Categorie: Teatro

Mauro Bottini quartet - By night

Gio, 18/10/2018 - 15:33

09/11/18

Altro Spazio Teatro

In “By night”, il “Mauro Bottini quartet” esplora i colori e i suoni della notte. Di notte i musicisti vivono la loro vera vita e dalla notte nascono i brani di questo nuovo lavoro del quartetto. Si percepiscono diverse atmosfere, le stesse eterogenee sensazioni di un live set di una notte romana. Così si passa da suoni più fusion e funk, a ballate melodiche e d’atmosfera, sempre accompagnati dal suono caldo ed avvolgente del sax di Mauro Bottini.

Compagni di viaggio sono: Cristiano Coraggio alla batteria, Marco Massimi al basso e Antonino Zappulla alle tastiere (pianoforte, Fender Rhodes e Organo).

Al di sopra di tutto ci sono sempre i temi, la melodia è il fulcro di questo lavoro. Anche nelle parti improvvisate, predomina sempre il piacere dei musicisti nell’elaborare e proporre giochi di note sempre lineari e riconoscibili, frutto del profondo interplay che lega i quattro musicisti. Un'atmosfera sicuramente intensa e suggestiva creata dalle note del Sax di Bottini e degli altri componenti del gruppo vi daranno la possibilità di trascorrere una serata all'insegna della buona musica, magari sorseggiando un buon vino e mangiando qualche sfiziosità.

Categorie: Teatro

Meglio accompagnati

Gio, 18/10/2018 - 15:15

da 13/12/18 a 16/12/18

Teatro Studio Uno

MEGLIO ACCOMPAGNATI
di Alessandro De Feo

Con Alessandro De Feo e Gioele Rotili

Un viaggio attraverso testi di differenti autori, suddivisi in tre principali argomenti: – l’ infanzia - la solitudine - l’ amore.
Ad ogni punto della narrazione verrà poi associata una stagione diversa, nella quale idealmente si svolge la storia.
Due personaggi e un chitarrista si alternano nelle narrazioni, tratte da fantasiosi e surreali scritti di John Lennon, Rodrigo Garcia, Woody Allen, Guido Catalano, Italo Calvino, cercando un viaggio assieme allo spettatore in una ricerca comica personale e intima.

Categorie: Teatro

Cesira

Gio, 18/10/2018 - 15:13

da 06/12/18 a 09/12/18

Teatro Studio Uno

CESIRA
di e con Giusy Iannone

Cesira è una donna che interpreta per un ipotetico o reale pubblico le verità della sua esistenza. I suoi baffi che la connotano in questo mondo diventano il punto di partenza per delle narrazioni a metà tra il surreale e il fantastico. Il testo ha portato a chiedermi cosa sia in fondo la realtà e quanto soprattutto di questi tempi siamo spinti dalla necessità (giusta o sbagliata) di autorappresentarci e raccontarci. Cesira parte dall’assioma base del teatro: una donna/attrice che racconta e un pubblico che ascolta. Non ha la pretesa di raccontare una sola verità perché, come si sa, la verità non è mai solo una! Il pubblico è chiamato a scegliere se rimanere ad ascoltare, andar via , scegliere quale verità preferisce o se ne preferisce più di una o nessuna.

Categorie: Teatro

Press

Gio, 18/10/2018 - 15:10

da 29/11/18 a 02/12/18

Teatro Studio Uno

PRESS
di Lisa Rosamilia

Con Alessandra Battaglia, Ludovica D’Erasmo, Miriam Frosoni, Claudia Latini

Spettacolo di TeatroDanza ispirato alla carta, e alle varie possibilità di forma e suono prodotto dalla carta stessa, “Press” porta l’attenzione alla parola e alla comunicazione, processo dinamico che avviene tra un emittente e un ricevente, e mezzo d’interazione necessario alla costruzione del senso d’identità. Dalla carta al segno, dal segno al messaggio, la parola stampata diviene informazione che si infittisce e si confonde, tratto indecifrabile che imprime la necessità di un ritorno al bianco, spazio neutro in cui ridisegnare la propria impronta e narrazione.

Categorie: Teatro

I tre Barba

Gio, 18/10/2018 - 15:08

da 22/11/18 a 25/11/18

Teatro Studio Uno

I TRE BARBA
di Lorenzo De Liberato

Con Lorenzo De Liberato, Alessio Esposito e Lorenzo Garufo

L’opera lirica viene spesso tenuta a distanza, soprattutto da noi giovani, vuoi per motivi puramente economici, vuoi perché è una forma d’arte-spettacolo che sembra non appartenerci più; in verità la lirica rappresenta un mondo eccezionale, fondamentale per la nostra tradizione artistica, che spesso non solo viene sottovalutata, ma il più delle volte viene pensata inaccessibile, noiosa e addirittura superata. Il nostro intento è quello di purificarla: recitando i grandi libretti delle opere di Mozart e Rossini, il nostro scopo è quello di far conoscere ad un pubblico popolare delle storie che altrimenti rimarrebbero sconosciute o soltanto sommariamente apprezzate dai più.

Categorie: Teatro

Sciaboletta

Gio, 18/10/2018 - 14:45

da 16/11/18 a 18/11/18

Teatro Studio Uno

SCIABOLETTA
di e con Alessandro Blasioli

“9 settembre ’43, 5.30 del mattino: una colonna di 40 auto nere sta valicando gli Appennini lungo via Tiburtina, direzione Abruzzo; in testa alla colonna una Fiat 2800 torpedo grigio-verde con i vetri oscurati e le bandierine italiane poste sopra i fanali anteriori”. Inizia così la fuga di Re Vittorio Emanuele Ferdinando Maria Gennaro di Savoia, a seguito della dichiarazione di armistizio proclamata dal generale americano Eisenhower. Districandosi nella notte fra i selvaggi paesaggi abruzzesi, Re Vittorio Emanuele III troverà non pochi problemi lungo la via per la salvezza: i presidi tedeschi, le bande di paese e l’ombra di Mussolini, che oscura la figura sovrana al punto da farla andare in escandescenza in una invettiva antifascista quanto mai attuale. La storia è nota: il vecchio re settantaquattrenne fugge verso la salvezza. Un comportamento più “reale” da parte dell’anziano sovrano avrebbe potuto evitare la disfatta? Con ironia, un linguaggio derivato dalla commedia dell’arte e una scenografia scarna, “Sciaboletta” tira fendenti e pone domande ad una società che pare stia entrando – ancora una volta – in un’epoca nazionalista e di malcelato odio del diverso.

Categorie: Teatro

Otello non si sa che fa

Gio, 18/10/2018 - 14:34

da 08/11/18 a 11/11/18

Teatro Studio Uno

OTELLO NON SI SA CHE FA
di Giovan Bartolo Botta

Con Giovan Bartolo Botta e Claudia Salvatore
Costumi SerigraFata di Francesca Renda
Progetto scenografico Fabio Liparulo 

Non si sa che fa l’amore quando arriva. Non si sa che fa l’amore quando se ne va. Nella Venezia di Shakespeare si ama parecchio. Le giornate sono oberate dai doveri di guerra, ma avanza tempo per riflettere sull’amore. Meglio ancora per viverlo a fondo. Passarci attraverso. Farcisi divorare. Senza giudizio. Otello ama. Desdemona ama. Cassio ama. Tutti amano qualcosa o meglio ancora qualcuno. C’è del sommerso pronto ad esplodere. Se lo si trattiene si richia il disagio psicosomatico. Se lo si lascia andare a briglia sciolta ci si butta tra le braccia dell’ignoto. Il terreno sotto i piedi sparisce. Il pensiero, l’azione cercano conforto nel cuore altrui. E forse fa benissimo e forse fa male malissimo. Perchè non si sa l’amore che fa quando arriva, non si sa l’amore che fa quando se ne va.

Categorie: Teatro

Il Mega Mago dal Maggikistan

Gio, 18/10/2018 - 14:25

da 25/10/18 a 28/10/18

Teatro Studio Uno

Il Mega Mago del Maggikistan
da un'idea di Luca Laviano, Elisabetta Girodo Angelin, Riccardo Maggi

Regia di Luca Laviano e Riccardo Maggi
Con Luca Laviano, Dimitri D'Urbano, Elisabetta Girodo Angelin

Dopo il successo al Roma Comic Off 2018 torna dal 25 al 28 ottobre al Teatro Studio Uno “Il Mega Mago dal Maggikistan” uno spettacolo divertente e surreale diretto da Riccardo Maggi e Luca Laviano, quest'ultimo protagonista in scena insieme a Elisabetta Girodo Angelin e Dimitri D'Urbano.
Irresistibile, esilarante e magnetico “Il Mega Mago dal Maggikistan” in un susseguirsi di gag originali che con brillante ironia strizzano l'occhio al linguaggio cinematografico e televisivo, racconta le avventure di un assurdo personaggio sempre accompagnato dalla sua fedele e turbolenta assistente Felafel, con la quale è impegnato in un'incredibile tournée mondiale.
Partendo dal travagliato rapporto con il padre, imprenditore di successo alquanto eccentrico dal passato indefinito che non approva, per oscure e misteriose ragioni, la passione del figlio; passando per la sua fuga dal Maggikistan ed il suo arrivo in Italia (la terra delle opportunità e del Sogno Americano); fino ad arrivare al fortunato incontro con colei che diverrà la sua compagna di vita, di palco e di mille avventure. Tra un teletrasporto ed una spada invisibile, tra una lettura della parola ed una misteriosa scatola chiusa vuota ripercorreremo le tappe fondamentali del percorso artistico e umano di questo straordinario personaggio.
Ma qual è la dimensione reale di questa straordinarietà? Chi è davvero Megamago? E quello che indossa è un vero turbante Maggikistano o un cuscino di Ikea su cui è stato incollato un pezzo di tenda in poliestere con della colla a caldo? E' a tutti gli effetti un mago o solo un ciarlatano privo di reali poteri che, tuttavia, non si può fare a meno di amare?
Queste e molte altre domande troveranno risposta (o anche no) in un clima ricco di colori, magia (o anche no), entusiasmo e risate.

Categorie: Teatro

Il Mega Mago del Maggikistan

Gio, 18/10/2018 - 14:25

da 25/10/18 a 28/10/18

Teatro Studio Uno

Il Mega Mago del Maggikistan

Regia di Luca Laviano e Riccardo Maggi
Con Luca Laviano Dimitri D'Urbano Elisabetta Girodo Angelin

 "Caro fans cleb e caro di tutto pubblico,

Da quando che io ha lasciato lontano Maggikistan è passato tanto di tempo. Decisione ha stata molto dificcile: prima Megapapà mi ha corcato di botte, poi abandonatto allevamento di vacche da latte di Maggikistan, poi Megapapà corcato di botte. So arivato qua in terra di pacchia – o come dice noi a Maggikistan – di “pakkia” pe insegui mio sogno in armadietto di diventà Mega Mago. E qui io ha conosciuto mia fedele asistente e concubina Felafel. Ma proprio quando io ha arrivato di apice di fama e ricchezza, ha capito che forse magia no è così igienica pe tutta umanità. Mò qua non può dire tutto pecché ha pochi caratteri e pecché sennò spoilo. Ma soprattutto pecché alle 7 c’ho eppi auar co mio amico Er Frappa.

Quindi tu viene di teatro".

Mega Mago da Maggikistan.

Categorie: Teatro

Best friend

Gio, 18/10/2018 - 12:36

da 22/01/19 a 27/01/19

Teatro Argot Studio

Scritto e diretto da Giuseppe Tantillo
con Francesco Brandi e Giuseppe Tantillo

Cris e Davi hanno dieci anni e se lo dicono spesso. Come fosse un mantra. In questo bisogno di affermarlo risiede la loro prima dichiarazione di libertà. Scegliere l’amico del cuore è, infatti, la prima grande decisione che la vita ci chiede di prendere. È un po’ come perdere la verginità. Da quel momento ad ogni azione corrisponde una conseguenza. E la ricerca di se stessi può avere inizio.

Categorie: Teatro

Verità sotto accusa

Gio, 18/10/2018 - 12:32

da 24/10/18 a 28/10/18

Teatro San Genesio

Verità sotto accusa
scritto e diretto da Maura Biaggioni


In una fredda notte d’inverno, il corpo di un noto finanziere americano viene trovato sul marciapiede di fronte al grattacelo di sua proprietà. Accusata dell’omicidio è la sua amante. Ma sarà davvero morto il finanziere? E sarà veramente solo Monica Brisani l’unica imputata? Tra le verità che usciranno fuori nel corso del processo, ci sarà quella reale…ma sarà così semplice capirlo?

Categorie: Teatro

7 anni

Gio, 18/10/2018 - 12:30

da 05/12/18 a 23/12/18

Teatro Argot Studio

Di José Cabeza e Julia Fontana
traduzione e adattamento Enrico Ianniello
regia Francesco Frangipane
con (in o.a.) Massimiliano Benvenuto, Vincenzo De Michele, Arcangelo Iannace, Giorgio Marchesi

In una serata carica di tensione, quattro soci in affari devono decidere chi pagherà per un crimine commesso. I soci fondatori di un’azienda di grande successo, infatti, vengono a sapere che il fisco ha messo gli occhi sul loro conto segreto in Svizzera, su cui hanno depositato una grossa somma di denaro non dichiarato. Di fronte alla prospettiva di finire tutti alla sbarra, i quattro giungono alla conclusione che uno solo dovrà assumersi la colpa e scontare sette anni in carcere per il bene dell’azienda.

Una decisione talmente difficile da prendere che richiede l’intervento di un mediatore esterno, che ascolti le ragioni di tutti e li aiuti a trovare una soluzione.

Categorie: Teatro

Elogio della follia

Gio, 18/10/2018 - 12:23

da 20/11/18 a 25/11/18

Teatro Argot Studio

Liberamente ispirato all’ “Elogio della Follia” di Erasmo da Rotterdam
di Aleksandros Memetaj
regiaTiziano Panici

1509 – Erasmo da Rotterdam immagina la Dea Follia scendere sulla terra e tessere un encomio a se stessa. Tramite un abile artificio retorico, Erasmo racconta le diverse sfaccettature della società dell’epoca mettendone a nudo i meccanismi malsani. La sua opera è probabilmente il testo che meglio racconta il cambiamento del mondo occidentale che nel 1500 si appresta ad entrare nell’epoca moderna.

2019 – La Dea Follia restituisce un ritratto distopico della società di oggi, dove il fenomeno dei social media, della visualizzazione spasmodica e dello Star-System assume rilevanza fondamentale tale da dividere il mondo in due classi: classe A e classe C.

3 sono le regole cardine del sistema:
•Tenere sempre la stanza pulita;
•Non perdere mai il controllo di se stessi;
•Non uscire senza il permesso di mamma.

La mancata osservazione di una o più regole prevede il reset immediato del profilo.

Su questi binari si muovono i protagonisti, costretti dalla Dea, la Mamma, ad esibirsi per milioni di occhi e a visualizzare video dall’interno di stanze circondate da telecamere.

Il mondo si presenta così come un meccanismo perfetto e controllabile.

Ma se il meccanismo si scardinasse? Se ci fossero elementi anomali a mettere in discussione la Madre e la realtà che essa presenta?

Categorie: Teatro

Per Caterina

Gio, 18/10/2018 - 12:20

da 20/11/18 a 25/11/18

Teatro Argot Studio

Scritto e diretto da Aliosha Massine
con Daniele Parisi e Pio Stellaccio
scene e costumi Maia Vacirca
luci Valerio Camelin

Come fa spesso negli ultimi tempi, Nico, 40 anni, è tornato nell’appartamento di Daniele, amico sin dai tempi dell’infanzia, per farsi ridare i soldi che due anni fa gli ha prestato. Nico, a causa del fallimento della Gypsy Water, società di bibite alcoliche che aveva fondato quattro anni prima, ha dovuto consegnare alla banca la sua casa ipotecata e ripartire da zero. È un rider e consegna cibo con la bicicletta. Vuole iscrivere sua figlia al corso di danza ma non ha i soldi per pagare la retta del primo trimestre. Daniele, anche lui 40 anni, consulente finanziario in carriera, in questo momento non può restituire i soldi a Nico. Da qualche mese oramai, con qualche scambio affettuoso e un paio di birre, si è abituato a liquidare l’amico in non più di mezzora. Questa volta però Nico è diverso. Sa tutto ed è venuto a prendersi quello che gli spetta. Ha spiato Daniele nelle ultime due settimane, l’ha seguito e ha sciolto tutti i dubbi. Sa che Daniele, se volesse, potrebbe pagare la scuola della figlia ed estinguere il debito. Non lo fa perché dietro c’è qualcosa di più importante: un grande affare, una grande opportunità. Sulle costanti pressioni di Nico, la verità viene a galla lentamente provocando un’inevitabile resa dei conti. Da una parte un padre che lotta per i sogni di sua figlia, una bambina di sei anni innamorata della danza classica e, dall’altra, un consulente finanziario costretto dalle circostanze a beffarsi dell’amico.
 

Categorie: Teatro

Zio Ivan

Gio, 18/10/2018 - 12:16

da 08/11/18 a 17/11/18

Teatro Argot Studio

Adattamento e regia Alice Spisa
con (in o.a.) Nicola Andretta, Amerigo Fontani, Aliosha Massine, Maria Chiara C. Pederzini, Marco Quaglia, Stefano Scialanga, Alice Spisa, Giulia Trippetta

Abbiamo sempre più paura di perdere quel poco che abbiamo. Forse perché quello che abbiamo è sempre meno, e ci appare sempre più insoddisfacente. La posizione sociale conquistata negli anni, la nostra persona pubblica accettata e immutabile, il nostro piccolo angolo di giardino coltivato con fatica, sudore e sacrificio. Così continuiamo a narrare noi stessi, nevroticamente, simili a dischi rotti, cercando uno spazio nel mondo che permetta di dire “noi esistiamo”. Eppure, persiste in noi una flebile speranza che ci deriva, se siamo fortunati, da un’eredità morale, la nostra casa d’infanzia..

Categorie: Teatro

Un mondo perfetto

Gio, 18/10/2018 - 12:12

da 23/10/18 a 31/10/18

Teatro Argot Studio

Di Sergio Pierattini
con Manuela Mandracchia, Paolo Giovannucci ed Emanuele Carucci Viterbi
regia Sergio Pierattini

Una coppia, non più giovanissima, sogna di adottare un figlio. Quando scopriamo in scena i due protagonisti, il loro calvario di attese e delusioni sembra essere definitivamente concluso. L’arrivo del figlio è in realtà l’inizio di un percorso di difficoltà devastanti che fin dall’inizio del secondo quadro si rivelano insuperabili. I due protagonisti scoprono in rapida successione quanto sia “impossibile” amare l’oggetto dei loro sogni. Le difficoltà non stanno nella personalità pur complessa del ragazzo, ma nella stessa natura dei due protagonisti. Nell’essenza di quell’universo a due, grigio, ma anche autosufficiente e appagante, che contraddistingue la loro unione. Il testo affronta il tema attuale e complesso dell’adozione o delle false vocazioni, di sogni che una volta svelatisi mostrano la faccia della sconfitta e del disinganno

Categorie: Teatro

Ago e Lisa stanno insieme

Gio, 18/10/2018 - 12:09

da 19/10/18 a 21/10/18

Teatro San Genesio

Ago e Lisa stanno insieme  (1967-1977) è "una storia d'amore negli anni in cui tutto cambiò", come recita il sottotitolo della pièce di Nicola Guerzoni, ed è anche il racconto, con musica dal vivo, immagini e parole, di anni appassionati e violenti, che hanno segnato profondamente il nostro Paese. "Non c'era motivo perché Ago e Lisa si incontrassero. Eppure accadde".

Categorie: Teatro

Volevamo essere gli U2 MA FORSE ERA MEGLIO VASCO

Gio, 18/10/2018 - 12:05

da 03/10/18 a 21/10/18

Teatro Argot Studio

Di Umberto Marino

La vecchia cantina in casa dell’amico ricco, la cantina in cui suonavano da ragazzi. Uno dopo l’altro arrivano cinque cinquantenni che si portano dietro il loro strumento. Filippo, il sesto elemento della loro band di quando erano giovani, è morto. Aveva un desiderio, che al suo funerale il suo vecchio gruppo suonasse dei pezzi del suo repertorio. Anche se non tutti hanno voglia di rivedersi e di confrontare i successi e le sconfitte, come si fa a dire no alla vedova, a non realizzare il desiderio dell’amico scomparso?
C’è un solo giorno di tempo per tentare di mettere in piedi il piccolo concerto e bisogna anche trovare il sostituto di Filippo. Quella giornata diventa l’occasione per fare un bilancio di una generazione che sembrava dovesse essere la più privilegiata della storia e invece si è ritrovata ad essere la prima a sperimentare la grande ritirata, la prima enorme involuzione economica e sociale dal dopoguerra a oggi. Quel pomeriggio è una prova dura per tutti, perché, se i conti bisogna farli per primi con se stessi, poi arriva il momento di farli anche con gli altri, con i coetanei e con i figli.

Ma come tanti anni prima la musica fa il suo miracolo facendo capire che, pur nelle sconfitte e con i capelli che diventano bianchi, l’importante, come dice la canzone di Vasco che suoneranno per ultima, è Vivere.

Categorie: Teatro

Pagine

Archivio storico del Blog

Blog Tags

Sondaggio

Gradisci il nostro sito?