News su teatro

Abbonamento a feed News su teatro
Aggiornato: 43 min 41 sec fa

In the Repuclic of Happiness

Gio, 01/12/2016 - 22:01

da 16/12/16 a 18/12/16

Teatro Belli

Di M. Crimp, E. Luttmann (traduz.), regia di G. Bisordi, con L. Modugno, P. Briguglia e 6 attori da definire, presentato da Trend nuove frontiere della scena britannica.
Categorie: Teatro

Gente di facili costumi

Gio, 01/12/2016 - 22:01

da 20/12/16 a 06/01/17

Teatro Belli

Di N. Manfredi, N. Marino, regia di C.E. Lerici, musiche di R. Fia, scene di G. Lorenzo, con A. Salines, F. Bianco.
Categorie: Teatro

Filippo Gatti: Show Off - Beyond Lives & Music

Gio, 01/12/2016 - 22:01

09/12/16

Teatro Brancaccino

Filippo Gatti, cantautore e produttore romano, classe 1970, vive e lavora da molti anni in Maremma. E' il leader e fondatore degli Elettrojoyce, una delle band più interessanti degli anni '90, e dal 2003 è all'attivo come solista.
Con il gruppo rock Elettrojoyce pubblica nel 1996 il primo album d'esordio, autoprodotto e omonimo, Elettrojoyce. Il successo del disco è tale da spingere la Sony Music a mettere la band sotto contratto per la produzione dei due successivi album Elettrojoyce(2°), nel 1999, e Illumina, l'anno dopo. Ogni album rappresenta un tassello di un'ideale quadrilogia discografia ispirata alle quattro nobili verità della filosofia buddista che si chiude, nel 2003, con il suo primo disco solista, Tutto sta per cambiare. L'album nasce da una scelta di coerenza: alla luce dei fatti di Genova 2001, esce infatti a nome del solo Gatti, nonostante i compagni di avventura del progetto precedente abbiano solo ¿cambiato pelle¿ rinominandosi proprio Diaz Ensemble. Parole e pensieri che hanno il coraggio di aprire riflessioni sul mondo, di affermare la propria opinione, a costo di allontanare ascoltatori, con parole dure e precise, verità sottili. Come anche il monito a non dimenticare il passato con ¿La memoria libera¿ cantata da Filippo Gatti e sostenuta dalla voce dolcemente eterna di Bruno Lauzi..
Categorie: Teatro

Armaud - Show Off - Beyond Lives & Music

Gio, 01/12/2016 - 22:01

10/12/16

Teatro Brancaccino

Paola Fecarotta è trombettista, cantante e chitarrista. Cresciuta in mezzo alla musica sin da bambina, nel 2009 si trasferisce in Olanda per studiare jazz al Conservatorium di Amsterdam. A dicembre 2013 intraprende il suo delicato progetto chitarra&voce sotto lo pseudonimo di armaud, cui successivamente le si affiancano Marco Bonini [Mamavegas] alla chitarra e Marco Mirk [Filippo Dr.Panico/Fiorino] alla batteria. Ad ottobre 2014 intraprende un tour autunnale che la porta a suonare da sola in tutta Europa (Olanda, Belgio, Germania, Lettonia e Italia). Il suo primo album `How to Erase a Plot` pubblicato il 23 ottobre 2015 promosso con un tour di oltre cinquanta date in tutta Italia, è sold-out dopo soli sei mesi dall'uscita. A febbraio 2016 Armaud viene scelta per scrivere ed interpretare 'The Town of Light' - colonna sonora ufficiale per l'omonimo videogioco. La canzone ottiene grande successo e migliaia di visualizzazioni in tutto il mondo. Nel 2017 verrà ristampata la Special Edition di `How to Erase a Plot`, contenente il brano 'The Town of Light', per Giungla Dischi. Durante il live verranno anche presentate alcune demo inedite a cui Paola sta lavorando per il suo secondo album in uscita il prossimo anno..
Categorie: Teatro

Tea Room

Gio, 01/12/2016 - 22:01

da 15/12/16 a 18/12/16

Teatro Brancaccino

Di R. Conti, regia di G. Fares.
I presupposti perché tutto vada bene nella vita di Enrico ci sono tutti: ex fotografo di moda che ora gestisce un locale, il Tea Room, in una città di provincia; una bella moglie; un figlio che ama e una famiglia benestante alle spalle. Eppure Enrico è finanziariamente fallito, costretto a dormire sul divano nel suo locale e in costante compagnia di una bottiglia di whisky. Enrico non è in grado di gestire la propria vita, affrontare le verità e assumersi le proprie responsabilità. Poi, però, qualcosa accade e comincia a fare i conti con la realtà. Quanto tempo della propria vita si può passare senza prendere decisioni e senza affrontate sé stessi? Quanta paura abbiamo di non essere accettati per quello che siamo? Quanto di noi stessi siamo pronti a sacrificare per essere amati e per quanto tempo?.
Categorie: Teatro

Cosi fan tutte

Mer, 30/11/2016 - 22:01

da 15/01/17 a 27/01/17

Teatro dell'Opera (Costanzi)

Di W. Amadeus Mozart, regia di G. Vick, con F. Dotto / F. Lombardi 19, 21, 25, 27, - C. Amarù / P. Gardina 19, 21, 25, 27 - V. Priante / M. Olivieri 19, 21, 25, 27 - J. Francisco Gatell / A. Poli 19, 21, 25, 27 - M. Bacelli / D. Pini 19, 21, 25, 27 - P. Spagnoli / P. Bordogna 19, 21, 25, 27, dirige S. Scappucci.
Così fan tutte, ossia La scuola degli amanti (K 588) è un'opera buffa in due atti di Wolfgang Amadeus Mozart. È la terza e ultima delle tre opere italiane ''buffe'' scritte dal compositore salisburghese su libretto di Lorenzo da Ponte (da Le metamorfosi di Ovidio e da La grotta di Trofonio di Giovanni Battista Casti). Fu commissionata dall'imperatore Giuseppe II d'Asburgo-Lorena in seguito alle felici riprese viennesi (1788-1789) di Le nozze di Figaro e Don Giovanni. La prima rappresentazione ebbe luogo al Burgtheater di Vienna il 26 gennaio 1790, con Adriana Ferraresi Del Bene e Francesco Benucci diretta dal compositore..
Categorie: Teatro

Capodanno 2017 - Festa a Casa Golden

Mer, 30/11/2016 - 22:01

da 15/12/16 a 31/12/16

Con Toni Fornari, Claudia Campagnola, Emanuela Fresi, Augusto Fornari, presentato da Teatro Golden.
Festa di Capodanno a Casa Golden
0re 22 Spettacolo
ore 24 brindisi di mezzanotte con cotechino, lenticchie e dolci natalizi
seguono festeggiamenti e balli fino alle 2.00.
Per informazioni 06.70493826.
Per prevendite Teatro Golden 06.70493826.
Categorie: Teatro

Piccoli crimini coniugali

Mer, 30/11/2016 - 22:01

01/12/16

Centrale Preneste Teatro

Di E.E. Schmitt, regia di A. Monsellato, scene di A. Monsellato, con M. Bulgherini, N. Zappa, presentato da Festival Flautissimo.
Gilles è vittima di un misterioso incidente. Ritorna a casa dall'ospedale con la compagna Lisa. Ha perduto la memoria. Lui chi è? E chi è Lisa? Com'era la loro vita di coppia? A partire da ciò che lei gli racconta, Gilles cerca di ricostruire la propria vita. Ma se Lisa mentisse? Lui è proprio così come lei lo descrive? E lei è veramente sua donna? Attraverso il serrato dialogo e i continui colpi di scena si fa strada una verità inattesa. Il lettore si trova continuamente spiazzato. A chi bisogna credere? La vita di coppia è davvero questo inferno di crudeltà mentale? E quando vediamo un uomo e una donna davanti al sindaco o al prete, dobbiamo veramente chiederci quale dei due sarà l'assassino?.
Categorie: Teatro

Oscar W

Mer, 30/11/2016 - 16:03

18/12/16

Teatro di Villa Torlonia

Oscar W. prodotto dalla compagnia virgolatreperiodico. Un monologo femminile interpretato da Mariagrazia Torbidoni e diretto da Andrea Onori, con allestimento scenico e luci di Valeria Giannone. L'evento è inserito nel cartellone del Teatro di Villa Torlonia, gioiello architettonico della seconda metà dell'XIX secolo che rappresenta una cornice ideale per l'ambientazione della piéce.

La vita di Oscar Wilde è stata una parabola incredibile che lo ha visto in un primo tempo indossare gli eleganti panni del conferenziere e dello scrittore di successo e poi gli stracci infamanti del condannato in carcere. Attraverso l'intreccio e la sovrapposizione di storie, parole e personaggi appartenenti tanto alle opere quanto agli episodi più significativi della sua biografia, la piéce accompagna lo spettatore all'interno della galleria di temi e figure presenti nella produzione artistica dell'autore, delineando la sua traiettoria esistenziale dai momenti di esaltazione e di fama a quelli più tragici e bui.

Categorie: Teatro

Soggetti sperduti. Saremo film

Mer, 30/11/2016 - 14:37

10/12/16

Teatro di Villa Torlonia

Soggetti sperduti. Saremo film

Un evento che porta il cinema a teatro: attraverso letture e piccole mise en espace vengono messe in scena sceneggiature cinematografiche. Vengono proposti soggetti cinematografici inediti ed appositamente teatralizzati con una formula semplice ed accattivante per cui il protagonista della storia, in prima persona, racconta al pubblico la vicenda da lui stesso “vissuta”.

Non semplici letture, quindi, ma vere e proprie interpretazioni che propongono non solo storie inedite di autori sconosciuti o già noti ma anche nuovi e bravissimi attori: un seme di cinema piantato in teatro.

A cura di Ludovica Marineo, coadiuvata da Luda e Giorgio Arlorio.

Categorie: Teatro

Il fantastico mondo di Minù

Mar, 29/11/2016 - 16:30

19/12/16

Teatro Euclide

La nuova produzione del Teatro Euclide anche per quest’anno vuole riproporre l’importanza della fantasia, spesso dimenticata in favore di giochi tecnologici e solitari. Così l’attualità del mondo fantastico torna prepotentemente alla ribalta in uno spettacolo musicale con un allestimento moderno, tra tematiche tradizionali reinterpretate da un punto di vista più contemporaneo. La storia di Minú catapulterá i nostri giovani spettatori in un susseguirsi di incredibili avventure, accompagnate da personaggi simpatici e pasticcioni. I folletti del bosco, come nella migliore tradizione, rappresentano la simpatia scatenata e il dispetto contagioso, Biancaneve invece la saggezza e la bontá d’animo, la strega Emme e l’orco Mangiafuoco i cattivoni in agguato, pronti a tessere tranelli e malvagità. Cantare le canzoni, consigliare i personaggi e aiutarli nel prendere delle decisioni importanti, coinvolgeranno tutti gli spettatori nella dinamica teatrale, risvegliando la fantasia sopita, lo spirito di osservazione e il lato emozionale, creativo e partecipativo di tutti.

“Il fantastico mondo di Minù” solleticherà l’innata curiosità dei bambini, strizzando l’occhio al gusto dell’avventura fantastica e gioiosa: un gioco teatrale immaginario che suggerisce gli strumenti per capire e tradurre il mondo che li circonda.

Categorie: Teatro

Sol mi do... musica! Concerto da camera per bambini (metodo Gordon)

Lun, 28/11/2016 - 22:01

04/12/16

Studio Keiros

Di a cura di N. Iosia (Aigam), con M.G. Focarelli, clarinetto - L. Fiorini, contrabbasso, V.Antenore, pianoforte, E. Tomasi, percussioni.
Per informazioni 06.44238026 - teatrokeiros@gmail.com - www.teatrokeiros.it.
Categorie: Teatro

Zac, colpiti al cuore

Lun, 28/11/2016 - 22:01

da 07/01/17 a 08/01/17

Teatro Mongiovino degli Accettella

Categorie: Teatro

Mesa

Lun, 28/11/2016 - 22:01

01/12/16

Teatro Furio Camillo

Con N. Bussi, C. Murgion, presentato da Rassegna Battiti.
Mesa racconta un incontro inaspettato, uno di quegli incontri che stravolge l'essere di una persona. In uno scenario statico, composto solo da un tavolo, un pensatore vedrà entrare di prepotenza nella sua vita un personaggio che, mettendo tutto sottosopra, gli farà scoprire la bellezza che può nascere dall'unione tra due anime apparentemente diverse che si legano perfettamente tra loro. L'incontro tra due corpi, l'incontro tra due anime, l'incontro tra due discipline, in bilico tra sogno e realtà..
Categorie: Teatro

Ti...sana Campanile

Lun, 28/11/2016 - 22:01

da 29/11/16 a 04/12/16

Teatro San Genesio

Di Claudio Capecelatro, regia di Claudio Capecelatro, Compagnia degli Intonsi.
Integratore teatrale a base di estratti surreali comico-brillanti
Composizione naturale strampalata bizzarra contro lo stress ed il logorio della vita moderna
Liberamente tratta dagli scritti di Achille Campanile e teatro gemello

Ottenuta
miscelando un Atto unico principale con Atti corti (e battute brevi) estratti da Letteratura Teatrale Umoristica Italiana del primo `900 mediante spremitura a freddure e procedimento amanuense
con aggiunta di additivi piccanti (conditus).

Principio attivo:
Sullo sfondo di una stralunata giornata In Accademia, in compagnia degli Illustri Professori di Scienze, Lettere ed Arti, si succedono brevi componimenti, assunti e giustificati da un unico comun denominatore, la parola - principio attivo! -, intesa ed utilizzata nella sua potenzialità tanto comica
quanto ¿eversiva¿ in un¿ atmosfera-humus ricca di quell¿umorismo surreale e raffinato (nobilitato
dall¿aura dello sperimentalismo e dell¿autoironia) anticipatrice di certo ¿teatro dell¿assurdo¿ ¿ una bizzarra terapia letteraria!.
Per informazioni 063223432.
Categorie: Teatro

Gli uccelli migratori

Lun, 28/11/2016 - 22:01

da 01/12/16 a 04/12/16

Teatro dell'Orologio

Di F. Lagi, regia di F. Lagi, scene di S. Ingala, con A. Bellato, F. Colella, L. Maddalena, M. Pirrello.
In mezzo a una pineta c'è una casa. E in quella casa il tempo è sospeso in un'attesa. Gli Uccelli Migratori è la storia di una persona che sta per arrivare e delle persone che la stanno aspettando. C'è una tutina azzurra e l'invenzione di una app. Un ricordo di bambini e Yoda che è sparito e non si trova più. L'arrivo di un padre, il linguaggio degli uccelli, una bussola rimasta in tasca. La paura di cambiare e la vita che bussa alla porta e si rivela improvvisamente.
.
Categorie: Teatro

Out

Lun, 28/11/2016 - 22:01

da 17/12/16 a 18/12/16

Teatro dell'Orologio

Di V. Bianchi, A. Buzzetti, G. De Canio, con A. Buzzetti, G. De Canio, S. Andrei Balan.
Semplice, poetica, emozionante, è una performance magnetica e potente, che combina diverse tecniche di manipolazione. Questa caleidoscopica e originale combinazione di oggetti, pupazzi, ombre - dove le luci e la musica sono usati con brillante intelligenza e con funzione empatica - crea una performance sorprendente[...] Pura gioia teatrale. (R. P. Coelho)
Opera poetica per adulti che può essere vista anche dai bambi.
Categorie: Teatro

Il frutto

Lun, 28/11/2016 - 22:01

da 02/12/16 a 04/12/16

Teatro Lo Spazio

Di S. Agresti, regia di R. Furno, con S. Agresti, B. Russo.
Due donne sole: Ida e Ada. Una è la donna chiara, l'altra è la donna scura. Ida e Ada potrebbero essere due aspetti della stessa donna. Ida e Ada sono state entrambe abbandonate da uomini approfittatori, che da loro volevano solo una cosa.... quella cosa là. Tra Ida e Ada c'è un segno di confine, che delimita i loro spazi vitali. Un confine marcato sul palcoscenico da una striscia scura, netta, che taglia il palco a metà. Ma questo confine non è un muro, piuttosto una membrana permeabile che mette Ida e Ada in comunicazione, pur tenendole separate. Le due donne superano questo limite nei loro momenti onirici, quando chiuse nella loro solitudine immaginano, ricordano, sognano, pregano o imprecano.
Tra Ida e Ada c'è un albero di mele. A chi appartiene? Chi lo ha piantato? Chi ha diritto a godere del frutto che ne nasce? Questo frutto della terra scatena la violenza drammaturgica dello spettacolo. Le mele sono semplici, non c'è bisogno di spiegarle, succose e salutari, ma sono anche simbolo di peccato originario e di desiderio femminile represso.
Dalle mele si sviluppa l'intreccio; a causa delle mele Ida e Ada dovranno necessariamente affrontare i propri demoni: il loro rapporto morboso e fallimentare con gli uomini della propria vita, amanti di una notte, un marito che è scappato, un figlio che probabilmente è stato punito per espiare tutte le colpe del genere maschile..
Categorie: Teatro

Dimenticando l'imperdonabile

Lun, 28/11/2016 - 22:01

da 13/12/16 a 18/12/16

Teatro Lo Spazio

Di U. Pusch (da una storia vera), regia di A. Granata, musiche di P. Pizzul, con F. Sciacca, M. Paruccini, P. Bellisari, L. di Nicolantonio, K. Fantasia, S. Biffani, A. Rebecchi, V. Centi, F. Ciani, K. Bigos, G. Ceccarelli, M. Paruccini, E. Bianchi, A. Chierici.
Il personaggio Louise è nato dai ricordi di una donna tedesca sopravvissuta in un campo di concentramento in Germania. La donna si unisce all'associazione dei rivoluzionari artisti della Germania, un gruppo di persone il cui scopo era quello di usare l'arte come arma di rivoluzione. Denunciata e deportata insieme al marito. L'incontro nel lager di personaggi che lei immortalerà nei suoi disegni. Un Commissario della Gestapo amante dell'arte che si lascia affascinare dal talento di Louise.
Nel Dicembre 1933 Louise viene graziata e liberata insieme ad altri prigionieri tedeschi. I suoi disegni fatti durante la prigionia sono ancora intatti e saranno la cornice della piecè e la testimonianza di una pagina di storia, che anche se molto lontana non si dimenticherà mai..
Categorie: Teatro

Lo Schiaccianoci

Lun, 28/11/2016 - 22:01

da 13/12/16 a 15/12/16

Teatro Italia

Con Royal Ballet of Moscow - the Crown of Russian Ballet.
Diretta da Anatoly Emelyanov, il ''Royal Ballet of Moscow - the Crown of Russian Ballet'' è stato fondato dallo stesso Emelyanov e da Anna Aleksidze nel 1997. Il Corpo di Ballo annovera tra le sue fila ballerini di grande esperienza e raffinatezza artistica, provenienti dai migliori teatri russi. Nel corso degli anni la compagnia ha realizzato tournée in Inghilterra, Irlanda, Stati Uniti, Thailandia, Cina, Giappone, Israele, Messico, Svezia, Germania, Francia, Spagna e Portogallo, riscuotendo un grande successo internazionale. E per la prima volta nella storia del balletto russo, il Royal Ballet of Moscow ha effettuato una tournée nell'Africa orientale, visitando paesi come la Tanzania, lo Zambia e il Kenya..
Categorie: Teatro

Pagine