News su teatro

Abbonamento a feed News su teatro
Aggiornato: 1 ora 3 min fa

Ancora 1 ora

Mar, 15/11/2016 - 22:01

da 02/12/16 a 04/12/16

Teatro Antigone

Regia di D. Marcori, con S. Cantelmo, D. Fedrigucci, D. Marcori.
Un'ora per dirsi tutto quello che non si è detto. Un'ora per rivelare un segreto che cambierà la propria vita. Un'ora per ritrovarsi o per perdersi per sempre.
Due attori, nessun testo, una sola ora. Ancora 1 Ora è un format innovativo, totalmente improvvisato, che vedrà solo due attori sul palco dall¿inizio alla fine. Due attori che vivranno il tempo reale di un'ora. Nessun taglio, nessun salto temporale. Un'ora. Sessanta minuti di vita. Sul palco i due attori si metteranno a nudo davanti al pubblico. Nudi nel vero senso del termine. Perché sarà il pubblico che li vestirà dei panni dei personaggi che saranno per l'ora successiva. E sarà il pubblico che deciderà perché queste due persone si sono allontanate. E questi due protagonisti si ritrovano per un'ora soltanto ed in quei sessanta minuti uno dei due rivelerà all'altro un segreto che cambierà il loro futuro..
Categorie: Teatro

Una risata lunga un viaggio

Mar, 15/11/2016 - 22:01

da 17/12/16 a 18/12/16

Teatro Antigone

Di P. Sparacino, regia di A. Mancini, con P. Sparacino.
Chi ha riempito il nostro bagaglio culturale di sapere, conoscenza ed esperienza prima di nascere? Paolo Sparacino in questo spettacolo divertente e spassoso partendo da un luogo¿non luogo dove tutti siamo lì¿ in attesa di nascere, ritrova i bagagli persi durante il tragitto della sua vita. Alla fine consapevole che il viaggio è ancora lungo decide di riempire lui l'ultima valigia ma farà attenzione a mettere¿. Solo l'essenziale..
Categorie: Teatro

Uragano - Storie di Donne raccontate dalle Donne

Mar, 15/11/2016 - 15:34

da 19/11/16 a 20/11/16

Casa Internazionale delle Donne

Regia di Stefano De Stefani
Musiche di “Morgan con la I”
Ideazione di Teresa Dattilo

“A tutte le donne” è il titolo di questa poesia dell’indimenticabile Alda Merini. A tutte le donne è dedicata e si rivolge “Uragano”, “l’opera collettiva teatrale” nata dal progetto dell’Associazione Onlus “Donna e Politiche Familiari”, attiva presso la Casa Internazionale delle Donne di Roma, impegnata da molti anni contro la violenza domestica e di genere.

La rappresentazione di “Uragano”, alla quale le donne dell’Associazione hanno lavorato per più di un anno con grande impegno e passione, andrà in scena sabato 19 (ore 21.00) e domenica 20 novembre (ore 17.00) alla “Antica Stamperia Rubattino”, nel quartiere Testaccio di Roma.

Le storie raccontate in “Uragano” sono state scritte dalle donne che collaborano con ’Associazione impegnate  da molti anni sui temi della violenza di genere, guidate dal regista Stefano De Stefani. E sono sempre loro, attrici non professioniste, a portarle sul palcoscenico.

Sinossi
Una giornata come tante altre, in un ufficio al pubblico. Qualcosa di insolito scuote chi, con pazienza, aspetta il proprio turno. Qualcuno interrompe quella normalità annunciando un evento del tutto imprevisto. Talmente assurdo e impensabile da far pensare a una burla! Invece non è uno scherzo: meglio rimanere lì, al sicuro, ad aspettare che il pericolo passi o che, magari, alla fine non succeda niente. Invece, qualcosa di particolare accade, ma non è ciò che si temeva: la situazione eccezionale spinge le persone presenti, tutte donne, ad aprirsi, a svelare fatti personali, intimi e forti. Ognuna di loro racconta una storia di violenza, vissuta in prima persona o da qualcuno molto vicino o che le ha coinvolte emotivamente. Dopo queste confessioni si sentiranno più vicine, complici, amiche... sorelle.
In “Uragano”, la violenza domestica è raccontata “dal di dentro”. Non ci sono i classici stereotipi sull’argomento, nessuna scena truculenta o di gratuita rappresentazione di raptus di follia. “Semplicemente” storie di donne, mamme, bambine qualsiasi che, come tante altre purtroppo, hanno vissuto la violenza, in forme diverse, tra le mura domestiche. I testi di “Uragano”, ispirati appunto a storie vere e a fatti di cronaca di violenza di genere, sono stati scritti da Eufemia Panattoni, Marcella Delle Donne, Rossana Tosto, Vanna Palumbo e da Stefano De Stefani che ne ha curato anche la regia.

Le interpreti sono Carmela Pignataro, Clara Paggi, Concetta Alvaro, Daniela Dolente, Dolores Pignataro, Laura Di Tommaso, Marcella Delle Donne, Sandra Salerno, Stefania Cosentini, Vanna Palumbo. Le musiche sono del musicista “Morgan con la I”, che le esegue dal vivo. L’ideazione del progetto è di Teresa Dattilo.

Categorie: Teatro

Se ce l'ho fatta io¿

Lun, 14/11/2016 - 22:01

18/11/16

Teatro Furio Camillo

Con M. Mancini, presentato da Battiti.
Un artista di fama internazionale nel mondo del circo e del varietà è ormai alle prese con la quotidianeità della vita di un uomo comune: andare in ufficio, mangiare alla mensa aziendale, tornare a casa stipato nella metropolitana. Eppure quando racconta le sue vicende passate da grande artista lo fa con un tono dimesso, quasi apatico. Ora invece ha tutto quello che un uomo desidera: una moglie, un lavoro sicuro, il purè della mensa aziendale, un cartellino da timbrare e¿ una suocera!.
Categorie: Teatro

La zattera di pietra

Lun, 14/11/2016 - 22:01

da 19/11/16 a 20/11/16

Teatro Furio Camillo

Di Colectivo La Balsa, regia di e coreogr.: A. Mathieu, S. Pusceddu, con A. Marcilly, D. Camunez, E. Valci Mazzara, I. Fernández-Arévalo Díaz, J. Méndez González, L. Maiomone, presentato da Battiti.
Nel mezzo dell'oceano una piccola zattera va alla deriva, una montagna di tele nascondono una moltitudine di oggetti usati, doni portati dalle correnti, ricordi di un mondo perduto. Quattro naufraghi compaiono lentamente, trascinando a bordo il loro passato, le loro paure, le loro certezze, il loro sguardi, la loro speranza e i loro vizi..
Categorie: Teatro

Lascia il tempo che trovi

Lun, 14/11/2016 - 22:01

17/11/16

Teatro Furio Camillo

Con T. Grano, C. Lucisano, presentato da Battiti.
È il primo frammento di una riflessione sul Tempo, è l'inizio di qualcosa che ancora deve prendere forma.
.
Categorie: Teatro

Alice - La prospettiva delle meraviglie

Lun, 14/11/2016 - 22:01

da 18/11/16 a 19/11/16

Teatro Petrolini

Regia di J. Pacioni.
Alice, ormai adulta, cerca risposte che non troverà..forse. Un insolito viaggio,negli angoli più sconosciuti dell'animo umano, al confine tra sogno e pazzia,tra conigli bianchi, gatti che scompaiono e bruchi blu.. arrivando fin oltre la percezione del tempo e dello spazio. Una spumeggiante rivisitazione musicale di uno dei più grandi classici della letteratura, che vi condurrà in un mondo di meraviglie, che difficilmente potrete dimenticare..
Categorie: Teatro

Impatto Zero

Lun, 14/11/2016 - 22:01

da 15/11/16 a 20/11/16

Teatro Petrolini

Di E. Lucidi, regia di M. Bertucci, con P. Dionisi, V. Gemelli, N. Giangrande, F. De Francesco, A. M. Maffei, D. Santarpia.
Una società specializzata nel campo delle energie rinnovabili sperimenta un condominio nel quale tre donne e tre uomini, sconosciuti tra loro, dovranno convivere nel pieno rispetto dell'ambiente e riducendo al minimo gli sprechi. Ma la convivenza appare subito difficile e le regole e le restrizioni aumentano i malumori e le difficoltà.
Tra gags ed improbabili situazioni comiche, accompagneremo le vicende di questo sconclusionato condominio a ''impatto zero'' per scoprire se ''i nostri eroi'' riusciranno a portare a termine l'esperimento..
Categorie: Teatro

Il commissario Mordani

Ven, 11/11/2016 - 22:01

da 11/11/16 a 27/11/16

Teatro Elettra

Regia di M. Milesi, con C. Aversa, M. Arcidiacono, M. Cianci, A. Albertino, P. Bardellini, F. Mischitelli.
Storie intriganti, personaggi ben delineati, una scrittura veloce e moderna, ''Il commissario Mordani'' di Stefano Terrabuoni ci porta per mano nel mondo delle indagini, intrigante e misterioso, per risolvere un giallo ricco di suspence. Il commissario Mordani e il suo vice Turrito sono alle prese con un omicidio in una lavanderia, tra interrogatori e sospettati i due risolveranno il misterioso omicidio?.
Categorie: Teatro

Infolle

Ven, 11/11/2016 - 22:01

da 17/11/16 a 20/11/16

Teatro Studio Uno

Di L. Misuraca, regia di E. Marciante, L. Misuraca, con E. Marciante.
Tra una lezione di teoria e una di pratica di guida, dispensate a improbabili studenti, tra cui una stralunata diciottenne e un sorprendente pensionato, Antonio cercherà il bandolo della matassa per uscire dal suo stato di ''folle''. Momenti di divertimento puro, epifanie romantiche, stoccate ironiche sui limiti dell'essere umano, e riflessioni profonde sulle fasi di smarrimento..
Categorie: Teatro

Adriano Olivetti

Ven, 11/11/2016 - 22:01

14/11/16

Teatro Parioli Peppino De Filippo

Con M. Gay, G. Cornetto Bourlot, S. Rizzo, M. Russo, E. Anzaldo, presentato da Personaggi e Protagonisti: incontri con la Storia ® Colpevoli o innocenti.
La figura di Adriano Olivetti sarà al centro della scena ''per il suo essere - come sottolinea l'autrice e curatrice del format Elisa Greco - Utopista o riformatore? come sempre sarà il pubblico in sala che, seguendo il dibattimento processuale che si svolge a braccio, esprimerà il verdetto''. A presiedere la Corte Giudicante il magistrato Giacomo Ebner, componente della giunta dell'ANM-Roma, nonché promotore del comitato per la Notte Bianca Della Legalità, mentre a sostenere l'accusa sarà il sostituto procuratore presso la Procura di Roma, nonché scrittore Erminio Amelio, con la difesa affidata a Fiammetta Palmieri, magistrato in servizio presso la segreteria del Consiglio Superiore della Magistratura....
Categorie: Teatro

Ho adottato mio fratello

Ven, 11/11/2016 - 22:01

da 10/01/17 a 22/01/17

Di Cannella, Innocenzi, Jovane, Libertino, Mattei, regia di Suoervisione artistica: Toni Fornari, Andrea Maia, con Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino.
Dopo la morte dei genitori, due fratelli, Bruno scansafatiche e Francesco intraprendente, si trovano a condividere la loro unica eredità:un appartamento. Bruno, bisognoso di denaro, a causa del vizio del gioco, affitta la stanza da letto dei genitori all'insaputa del fratello! Inizia così un continuo intreccio di situazioni comiche all'interno dell'appartamento tra Francesco e i 2 ''intrusi''¿¿.
Per informazioni 06.70493826.
Per prevendite Teatro Golden 06.70493826.
Categorie: Teatro

Le nuove isole

Ven, 11/11/2016 - 22:01

19/11/16

Centrale Preneste Teatro

Di M. Lodoli, regia di S. Cioffi, con E. Radonicich (voce recitante), N. Marchetti (musiche dal vivo), presentato da Flautissimo.
Esiste una Roma che non compare in nessuna guida turistica, una città nella città fatta di inattesi frammenti di magia. Una Roma in cui la parola d'ordine è girovagare, dalla primavera all'inverno, Da Torre Maura a Casal Bertone, dal Collatino a Ponte di Nona, fin sul Raccordo. Il regista Stefano Cioffi ha selezionato i racconti di periferia per trasformare in spettacolo teatrale il libro di Marco Lodoli ''Nuove Isole, guida vagabonda di Roma''. «Ho scelto le sottili visioni nelle aree distanti dal centro, dove pochi sanno e amano estendere il proprio sguardo», spiega Cioffi, che per interpretare questa ''passeggiata teatrale'', arricchita dalle musiche di Natalino Marchetti, porta in scena l'attrice Elena Radonicich, protagonista di un girovagare dalla primavera all'inverno, in attesa di scoprire le bellezze nascoste della città, che fermano il tempo e ripuliscono lo sguardo dal grigiore della quotidianità..
Categorie: Teatro

Roma Bambina

Ven, 11/11/2016 - 11:46

28/12/16

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Natale a teatro

 

ROMA BAMBINA

tratto dal libro “Il colosseo? lo stanno costruendo” di Matteo Frasca

scritto da Matteo Frasca, Emilia Martinelli, Tiziana Scrocca

con Tiziana Scrocca, Sandro Calabrese, Teresa Farella, Marco Ubaldi, Matteo Frasca 

regia e coreografie Emilia Martinelli

 

Compagnia Fuori Contesto

 

Roma Bambina rende l’infanzia protagonista di un racconto corale narrato dalle voci, dalle parole, dai segni, dalle tracce di bambine e bambini; una rapsodia stratificata nel tempo e nello spazio pensato e organizzato da quei giochi e passatempi infantili che occupano la scena teatrale e nello stesso tempo ripercorrono il senso del vivere a Roma reale, immaginato e vissuto da bambine e bambini. Un viaggio epico e giocoso attraverso i loro racconti, dagli anni trenta fino ai giorni nostri, dove le parole dei bambini diventano opera d’arte.

Genere: Teatro d’attore con musica dal vivoEtà: dai 4 anni

Categorie: Teatro

Uno

Ven, 11/11/2016 - 11:45

27/12/16

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Natale a teatro

 

Uno

di Fabrizio Pallara e Dario Garofalo 

con Dario Garofalo

regia, scene e luci Fabrizio Pallara

 

Teatro delle apparizioni

 

La scena è una discarica. Uno è in cerca di cibo ma non trova niente da mangiare, attorno a sé solo brutti oggetti non commestibili ma che presto sveleranno le possibilità giocose che racchiudono. Lo spettacolo vuole risvegliare la capacità di vedere il mondo con occhi diversi,, trasformare “ciò che è” in “ciò che potrebbe essere” e scoprire la meraviglia insita nelle cose.

Vincitore del premio FIT/ Festival Internazionale del Teatro L’Altro Festival sez. Teatro Ragazzi (Lugano) – Finalista Premio EXTRA segnali della nuova scena italiana

Genere: Teatro d’attoreEtà: dai 4 anni

Categorie: Teatro

La ricotta di Pier Paolo Pasolini con Antonello Fassari

Ven, 11/11/2016 - 11:37

da 21/12/16 a 23/12/16

Teatro Biblioteca Quarticciolo

La ricotta

di Pier Paolo Pasolini

con Antonello Fassari

e con Adelchi Battista

 

È un racconto del 1964, diventato l’episodio di un film. Siamo sul set cinematografico dove si gira un film sulla Passione di Cristo. Stracci, il protagonista, che fa la parte del Ladrone buono, fra una pausa e l’altra della lavorazione cerca di trovare di che sfamarsi, poiché ha dato alla moglie e ai sette figli il suo cestino. Sullo sfondo, raccontati, i personaggi tipici del grande carrozzone cinematografico: il regista, illuminato e assente, il giornalista inconsapevole marionetta del sistema, il produttore, la Maddalena, le altre comparse. Un’umanità fotografata nel suo rapporto con l’Assoluto e con il profano, come in una sorta di Giudizio Universale, dove Stracci, il generico che diventa protagonista, trasfigurato dalla ricerca del cibo, affronta un Calvario reale ma invisibile a tutti gli altri.

Categorie: Teatro

Eva

Ven, 11/11/2016 - 10:23

da 16/12/16 a 18/12/16

Teatro Biblioteca Quarticciolo

Teatro i

presenta

con il patrocinio di Next / Laboratorio delle Idee

EVA (1912-1945)  da “Innamorate dello spavento”

di Massimo Sgorbani

con Federica Fracassi

regia Renzo Martinelli

dramaturg Francesca Garolla

audio e video Fabio Cinicola

luci Mattia De Pace

 

La fine della guerra, la fine di Hitler. Si è consumata un’enorme tragedia e, nello stesso tempo, la tragedia stessa non riesce a compiersi. Eva, sola in scena, aspetta questa fine, un personaggio tragico a cui è preclusa la dimensione del tragico. Eva è una donna che sta per morire ed è una donna innamorata. Innamorata di Hitler, fedele al suo amore fino all’ultimo istante.

In questa tragedia mancata e grottesca Eva è un’eroina per cui non si può non provare tenerezza, nonostante tutto, proprio come se l’oggetto del suo amore potesse essere dimenticato. Eva confonde la sua storia con quella di Rossella O’Hara: c’è desiderio, ammirazione, battaglie da vincere e da perdere, fedeltà, fino alla fine.

Eppure, da questo infinito amore, al di là del bene e del male, affiora la paura. Paura dell’abbandono, paura dello strapotere dell’amato, paura della propria fragilità di amanti, paura che l’amore finisca, paura che l’amore si realizzi, paura dell’amore stesso e di quello che l’amore può chiedere.

Innamorate dello spavento è un progetto di Teatro i in cui l’autore Massimo Sgorbani cattura le voci di alcune donne legate al Führer che precipitano inarrestabili verso la fine del Reich. Tra il 29 aprile e il 1° maggio del 1945, nel bunker sotterraneo del Palazzo della Cancelleria di Berlino, alcuni dei principali rappresentanti del partito nazionalsocialista si suicidano. Poche ore prima Hitler sposa Eva Braun. Poche ore dopo Hitler e signora si uccidono con le fiale testate sul pastore tedesco del Führer, Blondi, il primo a morire. Poche ore dopo Magda Goebbels somministra le fiale ai sei figli addormentati. Ancora poche ore, e anche Magda e il marito si avvelenano con le stesse fiale. Innamorate dello spavento si compone di tre testi distinti che Teatro i sta affrontando con la regia di Renzo Martinelli e l’interpretazione di Federica Fracassi. Il primo, Blondi, è stato prodotto dal Piccolo Teatro di Milano nella stagione 2012-2013 ed è stato nuovamente in scena sul medesimo palco a maggio 2014. La seconda parte, Eva, un work in progress le cui tappe hanno portato a molteplici versioni dello spettacolo realizzate ad hoc per i luoghi ospitanti, dà voce all’omonima protagonista, Eva Braun che, precipitando ignara verso il suicidio, intreccia la sua storia con quella di Rossella O’Hara, protagonista di Via col Vento, il suo film preferito. Infine, la terza parte, che vede in scena Magda Goebbels e lo stesso Führer, ha debuttato nell’autunno 2014.

Categorie: Teatro

La verità, vi prego, sull'amore - L'Opera a un euro

Gio, 10/11/2016 - 22:01

da 12/11/16 a 13/11/16

Teatro Nazionale

Con ''Fabbrica'' - Young Artist Program - Erika Beretti (soprano)
R. Mantegna (soprano), V. Varriale (soprano), R. Ventorero (mezzosoprano), T.Baranov (baritono), A.Mariani (tenore). A. Stefanelli (tenore)
, dirige G. Bietti.
Gli artisti di ''Fabbrica'' Young Artist Program e il maestro Giovanni Bietti accompagnano il pubblico in un percorso tematico fra le più belle arie d'opera. Alpianoforte Alessandro Stefanelli.
.
Categorie: Teatro

Lezioni d'opera

Gio, 10/11/2016 - 22:01
Categorie: Teatro

Ammesso che la felicità esista - da ''Discorso sulle donne'' di Natalia Ginzburg

Gio, 10/11/2016 - 22:01

da 15/11/16 a 20/11/16

Teatro Stanze Segrete

Di A. Schluderbacher, con A. Schluderbacher, amichevole partec.: M. Buzzanca, F. Piotti, C. Salvatore.
''Le donne hanno la cattiva abitudine di cascare ogni tanto in un pozzo, di lasciarsi prendere da una tremenda malinconia e affogarci dentro e annaspare per tornare a galla''. Così la Ginzburg racconta i suoi personaggi, senza giudizio, il più possibile vicini alla loro figura reale, con cadenze, ritmi, imperfezioni... Lascia a chi la legge il giudizio finale. E forse è così che racconta anche se stessa: scrittrice, attivista politica, madre e compagna. Natalia è esigenza e sobrietà, dolori incolmabili e malinconia mai esibita. Uno spettacolo interamente tratto dai suoi libri e interviste; un'incursione nelle tensioni che animano Natalia Ginzburg e che lei si sforza di spiegare, anche a se stessa..
Categorie: Teatro

Pagine