News sulla Musica

Abbonamento a feed News sulla Musica
Aggiornato: 29 min 29 sec fa

Casale Caletto Festival

Gio, 11/07/2019 - 09:43

da 05/07/19 a 04/08/19

Centro Culturale Casale Caletto

All'interno di questa ottava edizione, tanti spettacoli ed incontri riuniti intorno allo slogan "La Periferia è il Centro" e al tema "Cinema e Periferie".

Casale Caletto Festival rappresenta un momento di incontro e di promozione culturale che porta, come di consueto e nell’omonimo quartiere della periferia romana, un ricco programma composto da spettacoli teatrali e di danza, proiezioni, concerti, incontri e molto altro.

Il Festival, che quest’anno adotta il sottotitolo "La Periferia è il Centro", offre all’omonimo quartiere romano un’occasione di incontro e confronto con le arti e lo spettacolo, dedica i suoi eventi alle giovani generazioni con il preciso obiettivo di dare un’opportunità di riscatto alla periferia romana.

Le proiezioni dei cortometraggi affrontano in modo differenziato ed originale le problematiche sociali legate all’immigrazione e alla convivenza nella vita quotidiana. Riflessioni acute, sentimentali e ragionate su una delle più importanti questioni della nostra contemporaneità.

A disposizione durante tutta la manifestazione due scaffali per il bookcrossing.

Il programma potrebbe subire variazioni

A cura di: Associazione Trousse

Categorie: Musica

Damiani/Giuliani/Rabbia/Ceccaldi "A Passion Veduta"

Mer, 10/07/2019 - 09:01

09/09/19

Casa del Jazz

A passion veduta - produzione originale
Paolo Damiani e Rosario Giuliani suonano e registrano insieme da tempo; incontro improbabile sulla carta, solitamente i due si muovono in ambiti assai diversi: il contrabbassista ha inventato  un linguaggio originale ed europeo, spostando l’estetica jazz in contesti non tradizionali, il sassofonista ha elaborato la grande lezione di Parker, Cannonball e Trane sviluppando una personalissima poetica. Eppure, insieme riescono a immaginare nuovi scenari e connessioni, sentieri intuiti in cui cercare affinità e contiguità, nell’attraversamento di territori che si formano nell’istante, nella ricerca comune e nell’ascolto. In questo nuovo progetto hanno coinvolto Michele Rabbia, forse il più creativo percussionista europeo, grazie alla sintesi tra suoni elettronici e dimensione acustica. E Théo Ceccaldi, fra i più straordinari violinisti del mondo, impressionante per creatività e controllo assoluto dello strumento. Il concerto prevede molta improvvisazione e composizioni originali dei quattro artisti, musiche che si creano “a passion veduta, la passione è il punto di vista di chi è trasformato rispetto a un’azione”, come ha scritto Paolo Fabbri.

--------------

Cross Road - prima nazionale
 
Musicista geniale, con importanti basi classiche e che vanta numerose collaborazioni (Dave Liebman, Daniel Mille, Khalil Chahine, Senem Diyici), Eric Séva è un formidabile creatore di universi singolari e colorati! Questo incontro in duo con lo stupefacente sassofonista italo-argentino Javier Girotto, compagno di strada dei più grandi (Rava, Bollani, Marcotulli ...) riafferma l'idea che entrambi condividono sul jazz: una musica nomade, fatto di incroci, con superbe composizioni per due sax baritoni e con un senso della melodia che tocca! Un duetto in cui tutto è creato per parlare al cuore!

contrabbasso
Paolo Damiani
sax alto
Rosario Giuliani
percussioni
Michele Rabbia
invitano
violino
Théo Ceccaldi

------------------------

sax baritono e soprano
Eric Séva
sax baritono e soprano
Javier Girotto

Categorie: Musica

​Pieranunzi/Johnson/Baron

Mar, 09/07/2019 - 06:02

12/12/19

Auditorium Parco della Musica

Tra i numerosi trii internazionali di Enrico Pieranunzi quello con Marc Johnson e Joey Baron occupa certamente il posto d’onore, non solo per i 9 cd registrati insieme ma, soprattutto,  per la straordinaria empatia artistica che ne ha sempre caratterizzato le performance.
Di tour in tour, di cd in cd questo trio formatosi nel lontano 1984 è diventato nel tempo un vero e proprio gruppo cult idolatrato da pianisti, contrabbassisti e batteristi di tutto il mondo, oltre che da appassionati di jazz e non solo (tra i loro cd sono da ricordare in particolare Deep Down,  Morricone 1&2  e Live in Japan). A rendere ancora più evento l’evento al Parco della Musica di Roma il fatto che il trio si presenta al pubblico romano dopo un’assenza di 15 anni. Una “reunion” che farà certamente felici i numerosi fans di un  gruppo più volte collocato dalla stessa stampa statunitense al vertice dei piano trii in attività (“Pieranunzi and his "American Trio," prove they are one of the very top tier piano trios working today” scrisse per esempio All About Jazz recensendo il cd Dream Dance).
Categorie: Musica

ArtUro

Mar, 09/07/2019 - 06:02

13/09/19

Auditorium Parco della Musica

ArtUro è la nuova produzione discografica del Saint Louis dedicata ai nuovi talenti della musica. La creatività dei migliori allievi della storica scuola di musica romana intraprende inediti percorsi musicali e nuove sperimentazioni sonore. Progetti di musica originale nati da una singola ispirazione e trasformati in produzioni artistiche da un team di giovani songwriters, arrangiatori, sound engineers, performer e interpreti.
 
Bartenders
Nasce nel 2016 dalla collaborazione tra il batterista Mattia Mauttini e il chitarrista acustico Davide Mariuzzo. Dal 2017 la voce di Elena Brandes completa il sound alternative del trio, dal quale emergono influenze indie, pop e progressive. Il filo conduttore delle composizioni della band è una costante ricerca di nuove sonorità astratte ed introspettive.  -----  Natalia Meyer
Cantautrice nata a Montevideo, in Uruguay. A settembre pubblica il suo primo album in studio Verdades provisorias, undici brani originali che vanno dal tango e milonga rioplatense alla bossanova e altri ritmi sudamericani, in fusion con urban e pop music. I suoi testi parlano di viaggi e crescita personale. A Jammin', sarà accompagnata da Valentina Ramunno (piano), Gilda Cristante (voce e cori), Alessio Mazzei (chitarra), Ciro Serrapica (sax), Giuseppe Di Pasqua (basso), Yuri Alviggi (batteria). -----  NooM
E' un gruppo romano composto da Lucrezia Cesaroni (Voce), Francesco Ciancio (Chitarra), Diego Carrubba (Batteria), Marcello Tirelli (Tastiere) e Davide Gabrielli (Basso e Synth), attivi dal 2016. Di prossima uscita il loro primo concept album che prenderà il nome di of Lady, Lord and Knight.

 
Categorie: Musica

Foolish Night

Mar, 09/07/2019 - 06:02

17/09/19

Auditorium Parco della Musica

Highatta
Realtà musicale nata nel 2018 fra le mura del Bdr Studio da un’idea di Federico Murgia e Daniele Ferreri con l’intento di rivisitare in chiave moderna le sonorità swing e jazz attraverso l’utilizzo di drum machine e loop station. Suonare senza strutture prefissate ed esprimere liberamente i propri pensieri musicali sono le regole di base della loro musica. Dall’improvvisazione è nato un repertorio prevalentemente new soul/jazz/funky, sia strumentale che arricchito da melodie e vocalizzi. Con Flaminia Lobianco voce, Federico Murgia chitarra, Emanuele Bono tastiere, Aurelio Tarabella basso, Luca Taurmino batteria.  -----  ILoVePiZzA
Italia? Oh, I love Pizza! La pizza come elemento di rottura e punto di incontro tra il soul americano e il pop italiano. Otto ragazzi appassionati di jazz ed elettronica in continua sperimentazione, si cimentano in arrangiamenti originali utilizzano loop, synth e sequenze. Dagli E.W.& F. ai Subsonica, da Rosalia a Robert Glasper. Un progetto musicale un po’ fuori dalle righe al contempo coerente con la musica di oggi, capitanato dall’estro creativo di Serena Brancale. Con le voci di Flaminia Lo Bianco, Elisa Tronti, Francesca Carbonelli, Alessandra Formica voce e chitarra, Matteo Bussotti drumpad, Dalila Murano batteria, Nico Rutigliano basso, Alessandro Passi piano e synth.  -----  Ten Guitars
Originale band composta esclusivamente da chitarre elettriche che rilegge il repertorio della storia del rock italiano ed internazionale attraverso i riff dei più grandi artisti.  Dieci chitarre sul palco che suonano, esplodono, si armonizzano e dialogano. Un muro di suono tutto nuovo. Il collettivo è guidato da Diego Cignitti.
 
Categorie: Musica

Tales from the City

Mar, 09/07/2019 - 06:02

18/09/19

Auditorium Parco della Musica

Porthos
Il cantautore Giuseppe Pugliese, in arte Porthos, concentra il suo stile sulla sinergia fra testo e musica, ricercando il suono, l’arrangiamento e la composizione più inerente e significativa per le parole espresse. Per tale motivo gli stili variano in funzione del testo nell’intento di lasciare nell’ascoltatore un pensiero, ritrovandosi per 3 minuti in un mondo dove riconoscersi, abitandolo con un’emozione.   -----  Matteo Cappella
Giovane cantautore, nato a Roma e cresciuto a Bellegra, nel 2012 ritorna nella sua città natale entrando in contatto con diverse realtà musicali della capitale. Tra campagna e città, canzoni e concerti, versi e versacci, pubblica a gennaio 2019 il suo primo lavoro discografico Metropolia, un “Context Album”, una passeggiata per le vie di una nuova città, la mappatura di 8 quartieri dello spirito metropolitano. Metropolia è la città e ogni pezzo è un quartiere con i suoi personaggi. Matteo Cappella voce e chitarra, Simone Colasante tastiere, Daniele Quaglieri batteria,  Alessandro Cardinale sax,  Giuseppe Di Pasqua basso.   -----  Cigno
Cigno è lo pseudonimo di Diego Cignitti, musicista romano e cantautore. Nel suo live mette radici nelle influenze blues e rock con le quali si è formato come chitarrista e le mescola sapientemente in atmosfere pop, trovando ispirazioni in quello che era il panorama musicale “sixties”. Il suo sound vola ed è arricchito da una poesia di carattere undergound tipica della realtà indipendente romana. Il suo live si colloca nella contemporaneità, fluttuando in atmosfere rarefatte “Vapor Wave”. Diego Cignitti chitarra e voce, Ettore Mirabilia tastiere, Roberto Sanguigni basso, Bernardino Ponzani batteria, Ilenia Bianchi chitarre e voci, Uomo Scimmia chitarre e voci.
Categorie: Musica

Jazz Tales

Mar, 09/07/2019 - 06:02

24/09/19

Auditorium Parco della Musica

Milan Verbist Trio
Il trio si compone di tre studenti del Royal Conservatoire di Anversa: Milan Verbist (piano), Jef Manderveld (contrabbasso) e Simon Van Brandt (batteria). Principale fonte di ispirazione sono i musicisti degli anni Cinquanta e Sessanta come Phineas Newborn, McCoy Tyner, Paul Chambers, Charles Mingus, Elvin Jones, Philly Joe Jones. Il loro repertorio spazia dai jazz standard all’hard bop e composizioni originali. In Belgio suonano assiduamente in vari jazz club e partecipano a importanti eventi nazionali quali Klara in deSingel e Zomer Van Antwerpen.   -----   Aishinka
Vincitore del B-Jazz International Contest 2019, l’ensemble formato da tre voci femminili, sax soprano, pianoforte, basso e batteria esplora la comunicazione musicale attraverso la world music. Sono state l’amicizia e la comune sensibilità musicale condivisa con Emmanuelle Duvillard a ispirare Louise Andri a sviluppare un repertorio che riunisce diverse culture ed espressioni musicali ma si basa principalmente su canzoni tradizionali bulgare rivisitate con la libertà di improvvisazione del jazz, con l’intento di tramandare la memoria musicale trasmessa dalle vecchie generazioni, facendola evolvere nel mondo di oggi. Da qui il nome Aishinka, che in giapponese significa “amore dell’evoluzione”.  -----    Latin Luis Combo, progetto musicale dedicato al libero mondo delle contaminazioni latin-jazz, nato all’interno della scuola di musica Saint Louis e diretta dal pianista Natalio Mangalavite. Un ampio organico orchestrale propone un repertorio di sperimentazione, unendo il jazz a ritmi e linguaggi latini e sudamericani.
Categorie: Musica

Fairy Tales

Mar, 09/07/2019 - 06:02

10/09/19

Auditorium Parco della Musica

Telemagenta
Progetto sperimentale dove l'elettronica si fonde con sonorità soul e downtempo, senza perdere la forma canzone dei grandi songwriter a cui si ispira. Nato da un'idea di Giorgio Leone, chitarrista e compositore e Gilda Noel Cristante, cantante e songwriter, il sound si giostra su un equilibrio di elementi elettronici e suoni vintage, costruiti su loop, mantenendo la popular music come punto di riferimento. Con loro sul palco ci sono Marco Motta alla batteria e pad elettronico, Valerio Carbone al basso, Daniel Mastrovito tastiere, synth e Lucio Mastroianni alla chitarra elettrica. -----  Laura Delle Rose
La giovane cantautrice salentina presenta “Aspettative”. Un progetto nato un po’ per caso, un po’ per gioco. Brani che prendono vita in un mix di elettronica e soul, pop e cantautorato. Ad accompagnare Laura Delle Rose in questa sfida ci sono Marco Murrone e Valentina Ramunno pianoforte e sinth, Gabriele Petrillo al basso, Michele Santorsola alla batteria elettronica, Federico Campanello alla chitarra. Nelle vesti di produttore e chitarrista Domenico Lorusso; infine Giorgia Gruppuso, Andrea Aielli ed Emily Castagna ai cori.  -----  Alessandro Lamoratta
Gli anni ’80 sono tornati, ma con nuove sonorità, più rotonde e avvolgenti. Alessandro “Alexjem” Lamoratta, classe 1983, chitarrista e compositore, presenta Arcade.  
Arcade è la rappresentazione nostalgica di un ipotetico videogame a 8 bit, dove elettronica e riff di chitarra coesistono perfettamente in una dimensione propria fatta di suoni futuristici e quasi alieni. -----  NeuF
Il gruppo nasce nel 2018 dall'incontro tra Davide Conti e Domino Spada. Legati da una profonda intesa musicale, intraprendono in poco tempo un'intensa attività compositiva e decidono di allargare la formazione coinvolgendo Mattia Piscitelli, Francesco Angiolini e Vincenzo Quirico, esibendosi in diversi locali della scena romana. I cinque ragazzi, pur provenendo da realtà musicali differenti, decidono di dar voce alle loro idee creando con passione composizioni originali di matrice jazzistica, con un occhio attento alla commistione di generi.
Categorie: Musica

Maurizio Fioretti e i Cosmopolity

Mar, 09/07/2019 - 01:10

22/09/19

Musei di Villa Torlonia - Casina delle Civette

Appuntamento nell'ambito dei Concerti del Portico. Maurizio Fioretti  e i Cosmopolity.

Categorie: Musica

G. Leopardi "In gamba"

Mar, 09/07/2019 - 01:10

29/09/19

Musei di Villa Torlonia - Casina delle Civette

Appuntamento nell'ambito dei Concerti del Portico. Canti, letture Emma Marconcini, viola da gamba Paolo Leoncini.

Categorie: Musica

Coro diretto da Francesco Musto

Mar, 09/07/2019 - 01:10

15/09/19

Musei di Villa Torlonia - Casina delle Civette

Appuntamento nell'ambito dei Concerti del Portico. Coro diretto da Francesco Musto.

Categorie: Musica

#MuSainFesta 2019

Lun, 08/07/2019 - 14:00

11/07/19

Università La Sapienza - Aula Magna Rettorato

IV edizione di #MuSainFesta, vede coinvolte le varie formazioni del progetto MuSa – Musica Sapienza.

Un appuntamento musicale estivo ormai tradizionale, in cui si esibiscono tutte le formazioni MuSa.

La serata inizia con MuSa classica diretta da Francesco Vizioli, impegnata in elaborazioni ottocentesche e novecentesche di musiche di danza, con una “rarità” egiziana. La parola musicale passa quindi alla Big Band Jazz di Silverio Cortesi, con un programma che privilegia la prospettiva italiana del jazz: "Il cielo in una stanza" di Gino Paoli, "Non gioco più" di Gianni Ferrio, "Volare" di Domenico Modugno e altro ancora. Il Coro Blues di Giorgio Monari viaggia tra Africa e America, dai canti africani agli spirituals, dal reggae di Bob Marley al sound di Michael Jackson. Una maratona musicale che si conclude al ritmo delle danze e della musica di EtnoMuSa diretta da Letizia Aprile: pizzica, taranta e canti della tradizione popolare.

Categorie: Musica

Trio chitarristico Respighi. Stefano Traini, Damiano Mercuri, Massimo Baiocco

Lun, 08/07/2019 - 13:10

08/09/19

Musei di Villa Torlonia - Casina delle Civette

Il trio chitarristico Respighi nasce dall'incontro di tre chitarristi dell'ambiente romano: Stefano Traini, Damiano Mercuri e Massimo Baiocco. Tutti con all'attivo numerosissimi concerti, sia da solisti che in formazioni cameristiche tenuti in Italia e all'estero.

Il M° Baiocco e Mercuri sono inoltre compositori e con il M° Traini si pongono l'obbiettivo di ampliare e arricchire il repertorio per tre chitarre di nuovi lavori propri e nuove committenze; in preparazione c'è un nuovo trio del M° Luca Mereu e altri ne verranno da autori italiani e esteri.

Programma  

1. M. Baiocco Mauna Kea (per due chitarre)
2. Tre danze rinascimentali
3. A. Vivaldi concerto in Sol RV 532 (originale per 2 mandolini e archi)
4. D. Mercuri Ostinato, bagatella n.1 per 3 chitarre
5. Luca Mereu Occidental Dandy (dedicato a D. Mercuri)
6. M. Baiocco per tre chitarre
7. P. Hindemit Rondò
8. P. Bellinati Baiaio de Gude

 

STEFANO TRAINI , nato a Roma nel 1969, si diploma con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica L. Refice di Frosinone sotto la guida del Maestro Angelo Ferraro (vecchio ordinamento e nuovo ordinamento). Durante gli studi consegue la borsa di studio del Rotary Club come miglior allievo del Conservatorio. Ha conseguito la laurea di II° livello presso il Conservatorio di Frosinone con il massimo dei voti e la lode. Ha frequentato il Corso Triennale dell’Accademia Pescarese diplomandosi col massimo dei voti e la lode. Dopo il diploma vince diversi concorsi nazionali ed internazionali sia come solista sia in formazione cameristica. Inizia una intensa attività concertistica eseguendo musiche dei compositori Petrassi, Pennisi, Clementi e Morricone in importanti concerti monografici ai quali hanno partecipato gli stessi compositori. Affianca l’attività concertistica a quella di insegnante, è infatti docente presso la Scuola Media Statale ad indirizzo musicale “ G. BELLI” di Roma.


DAMIANO MERCURI è nato a Roma nel 1977, si diploma in chitarra con il massimo dei voti e lode presso il conservatorio di S. Cecilia sotto la preziosa e prestigiosa guida di Carlo Carfagna. Nel 2009 si laurea a pieni voti in “Didattica della Musica” sempre presso il S. Cecilia. Ha studiato chitarra flamenco con Juan Lorenzo e chitarra jazz con Fabio Zeppetella. Come musicista classico si esibisce sia come solista che in formazioni cameristiche suonando in Italia, Germania, Bulgaria, Polonia, Lituania, Inghilterra, Svizzera, Romania e Grecia. Ha suonato nelle orchestre del Conservatorio di S. Cecilia, l’Orchestra di S. Croce in Gerusalemme con la Cappella Costantiniana e il “Petit Ensamble”. È particolarmente attivo nella musica da camera con chitarra. Suona stabilmente in duo con il mandolinista L. Mereu e il violinista Giulio Menichelli. È inoltre mandolinista e come tale ha fatto parte dell’ ”Orchestra Giovanile a Plettro di Roma” ; stà perfezionando i suoi studi di mandolino con il maestro e compositore L. Mereu. Dal giugno 2011 è fondatore e direttore dell’”Orchestra Chitarristica Giovanile di Roma” , gruppo di 16 chitarristi, con il quale ha già tenuto concerti in prestigiose sedi. È inoltre attivo con il suo progetto di sonorizzazioni per “loop machine” e chitarra, un percorso tra musica elettronica, ambient, jazz esperimentale dove ha debuttato nel 2010 in Vilnius (Lituania) presso la “Mimai House”. Ha inciso un CD insieme ad altri chitarristi romani di sole musiche di C. Carfagna per l’etichetta Margy Group e ha pubblicato un CD di musiche rinascimentali e barocche per sola chitarra per l’etichetta Israeliana “The Eastern Front”. Una sua composizione originale è stata pubblicata in una raccolta di musiche per chitarra edita dalla Carish. Inoltre è fondatore del progetto di musica neo-folk “Rose Rovine e Amanti”, esibendosi in tutta Europa e producendo numerosi CD per l’etichetta inglese Cold Spring Rec, Skuld, W.O.P.. E’ docente di chitarra presso la scuola media statale ad indirizzo musicale Toscanini di Roma.


MASSIMO BAIOCCO, diplomato in chitarra classica sotto la guida del M° Carlo Carfagna. Partecipa a diverse masterclass con importanti docenti, tra i quali il M° Leo Brouwer e il M° Alirio Diaz. Sin da giovanissimo intraprende l’attività artistica nella veste di chitarrista e compositore con il quartetto “Frangar Non Flectar”, con cui pubblica cinque dischi (Frangar Non Flectar, 1994; Parte di un’eco, BTT, 1996; Straluna, Sony Music, 1998; Tribe, Mescal, Columbia Sony Music, 2001; Volume 4, 2007). Si interessa di Teatro e Cinema, da cui diverse collaborazioni, tra cui quelle con i registi D. D'Ambrosi, V. Onorato, M. Pucitta, P. Thorwarth e E. Genazzini. Nel 2005, con la violoncellista Daria Rossi Poisa forma il “Duo Dynamis” con cui propone un ricco programma musicale che va da Vivaldi a Mortari eseguito in Italia e all’estero e pubblica due CD (Sull’armonia di dieci corde, Vol. 1 e Vol. 2, 2009 e 2011). Nel 2011, insieme al collega chitarrista Damiano Mercuri, fonda l’Orchestra Chitarristica Giovanile di Roma, vincitrice di diversi concorsi fra cui il concorso chitarristico “Città di Celano”. Nel 2011 la Carisch pubblica nella collana Signature Collection una sua composizione per chitarra sola dal titolo “Danza Minima.” Nel 2013 inaugura una nuova formazione: il progetto “Tamurakafka” riunisce la passione per la musica classica, il rock e la letteratura per dare vita a una serie di concerti e a un nuovo disco (www.tamurakafka.it). Nel 2018 l’uscita del disco “Somni Suite” a cura della casa editrice Sinfonica, che comprende otto composizioni per chitarra clssica solista e un duo di chitarre, lavoro che vede la partecipazione di alcuni tra i migliori chitarristi italiani. Dal 2000 svolge attività didattica come insegnante di Chitarra Classica e Moderna nelle scuole medie statali ad indirizzo musicale e presso altre sedi, tra cui l’Accademia musicale B. Pasquini di Formello, con cui collabora stabilmente dal 2005.

Categorie: Musica

​Motta

Sab, 06/07/2019 - 06:02

28/09/19

Auditorium Parco della Musica

Per l’ultima volta non significa fine. Per l’ultima volta è l’ultima data del tour di Motta, prima di un lungo stop. Un tour lunghissimo che ha visto Francesco impegnato per moltissimi concerti e per moltissimi mesi.
Quello all’Auditorium  Parco della Musica, nella Sala più prestigiosa, la bellissima Santa Cecilia, sarà un concerto speciale e unico, pensato appositamente per questo luogo speciale e unico. Un luogo simbolo della qualità, della ricerca sonora, dello studio dell’ascolto, caratteristiche che sono peculiarità del concerto che Francesco ha portato sui palchi negli ultimi mesi.
 
Categorie: Musica

Banda Musicale della Marina in concerto

Ven, 05/07/2019 - 10:17

05/07/19

Piazza di Pietra

La Banda Musicale della Marina Militare si esibisce in un concerto per la popolazione.

Michele Novaro - Goffredo Mameli
Il Canto degli Italiani - Inno Nazionale

George Gershwin
Un Americano a Parigi

Ruggiero Leoncavallo
Mattinata
Tenore: Claudio Minardi

Peter Graham
Gaelforce

Franz von Suppè
Cavalleria leggera - Ouverture
Dirige: C.C. M° Gian Luca Cantarini
Vicedirettore Banda Musicale M.M.I.

Guido Maria Ferilli
Un Amore cosi grande
Tenore: Claudio Minardi

Michele Mangani/Claudio Mandonico
Omaggio a Ennio Morricone: “C’era una volta il West” - “Giù la testa” - “Per un pugno di dollari” - “Per qualche dollaro in più” - “Il buono, il brutto e il cattivo”
Voce: Monica De Propris
Trombe soliste: Mario Gigliotti – Michele Petrignani

Autori Vari
Deep Purple Medley
Chitarra elettrica: Marco Bellucci
Basso elettrico: Mauro Cherubino
Batteria: Michele Polverino

Tommaso Mario
La Ritirata

Categorie: Musica

Corneloup / Macchiarelli / Fazzini / Maggio / Trabucco Francois Corneloup Quintet

Gio, 04/07/2019 - 16:19

11/09/19

Casa del Jazz

Residenza 2019, Vette e dopo - produzione originale
Da qualche anno il festival ospita presso la Casa del Jazz un'importante residenza d'artista, progettata insieme all'Institut français Italia - Ambasciata di Francia in Italia, Siae, AJC, MIdJ (Associazione nazionale musicisti jazz), Fondazione Musica per Roma e Casa del Jazz.
L'obiettivo della residenza è provocare l'incontro tra artisti di diversa provenienza, in progetti originali da proporre sulla scena internazionale. I quattro musicisti italiani - tutti già assai noti - hanno vinto un concorso nazionale progettato da MIdJ e collaboreranno con l’eccellente sassofonista e compositore François Corneloup per creare un gruppo inedito, provando per 4 giorni le proprie composizioni originali.
 
---------------------------

Revolution - prima nazionale
François Corneloup, il colosso del sax baritono, è il "filo rosso" di questa edizione in cui sarà presente con  un quintetto assai divertente, Le Peuple Etincelle, con la sua nuova creazione Revolution, e nella residenza franco italiana 2019 ‘Vette e dopo’. Revolution perché ha scelto di circondarsi di musicisti della nuova generazione, in uno splendido atto di fede: “La musica sarà ricca e generosa, fatta di ritmi sensuali e sofisticati, canzoni virtuosistiche e melodie luminose con la gioia e il desiderio di rinnovamento assoluto”!

 sax baritono e soprano
François Courneloup
basso
Filippo Macchiarelli
sassofono
Nicola Fazzini
pianoforte
Simone Maggio
batteria
Massimiliano Trabucco

-------------------------------------

sax baritono e soprano
François Corneloup
piano
Sophia Domancich
trombone
Simon Girard
contrabbasso
Joachim Florent
batteria
Vincent Tortiller

Categorie: Musica

Apollo 11 Reloaded

Gio, 04/07/2019 - 15:10

20/07/19

MAXXI-Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

Cinquant’anni dopo la missione di Apollo 11 e in occasione del lancio della missione Beyond/Oltre, Martux_m crea un concerto audiovisivo dedicato a quel famoso: «Grande passo per l’umanità».

Apollo 11 Reloaded è il nuovo progetto musicale di Maurizio Martusciello aka MartuxM, uno dei maggiori esponenti del panorama italiano di musica sperimentale ed elettronica degli ultimi anni, dedicato all’anniversario dell’allunaggio: un’orchestrazione elettronica per celebrare i 50 anni della missione spaziale Apollo 11. Ma il progetto non guarda solo a ciò che è stato, perché nella Piazza del Museo diventa ponte ideale tra passato, presente e futuro. Il concerto inizierà, infatti, a poche ore di distanza dal lancio della missione Beyond/Oltre, guidata dall’astronauta italiano Luca Parmitano.

Tra le tracce composte per il progetto ci sono remix di brani come Us and Them dei Pink Floyd e Space Oddity di David Bowie, riarrangiati per l’occassione con la complicità del pianista Danilo Rea. A questi si uniscono produzioni originali composte dallo stesso Rea e da Pasquale Catalano, compositore cinematografico tra i più rappresentativi del cinema italiano, da Sorrentino a Ozpetek.

Categorie: Musica

ArteScienza 2019 - Interattivo adattivo

Gio, 04/07/2019 - 14:22

da 02/07/19 a 30/09/19

FGTecnopolo - Parco Tecnologico Tiburtino, Goethe Institut, MACRO Via Nizza, MUSA Museo degli Strumenti Musicali dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Reale Accademia di Spagna, Teatro Vascello

Installazioni sonore, concerti, performance, incontri, danza.


Il Goethe-Institut Rom, il MACRO Asilo, l’Accademia di Spagna, il Teatro Vascello, l’Auditorium Parco della Musica e l’innovativo spazio del FGTecnopolo – Parco Tecnologico Tiburtino ospitano la ricca programmazione del Festival, quest’anno dal titolo “interattivo adattivo”.
Si pone così l’attenzione su un aspetto della fruizione dell’opera d’arte per cui il CRM è tra i Centri europei che hanno dato il maggior contributo alla ricerca e alla creazione di forme d’arte interattive e adattive. Se il concetto di interattività è ben noto, diverso è per l’adattivo: “Un’opera adattiva riceve e/o percepisce gli stimoli provenienti dall’esterno e modifica il proprio stato, le sue risposte in modo non prevedibile o parzialmente prevedibile" spiegano i due curatori del Festival Laura Bianchini e Michelangelo Lupone.
"Il fruitore riceverà risposte che tengono conto non solo della sua azione attuale, ma anche della successione delle precedenti azioni e dell’intero contesto ambientale”.
Il progetto di uno spazio interattivo-adattivo dinamico si inserisce nel naturale percorso di ricerca affrontato al CRM che mette in gioco il rapporto fra materia, forma, luce e suono e fra arte e scienza.

 Il programma potrebbe subire variazioni

 A cura di: Centro Ricerche Musicali – CRM

Categorie: Musica

Francesco Venerucci Trio feat. Dave Liebman

Gio, 04/07/2019 - 06:02

16/11/19

Auditorium Parco della Musica

Il pianista e compositore Francesco Venerucci presenterà il suo ultimo lavoro Tramas in compagnia del grande sassofonista americano Dave Liebman, con il quale ha avviato un prolifico sodalizio artistico nato in occasione del suo precedente cd Early Afternoon e Dario Roscioglione al contrabbasso e Amedeo Ariano alla batteria.
 
Categorie: Musica

ADA MONTELLANICO QUINTET / MICHEL GODARD MARCOTULLI /BENITA /BIONDINI /GIROTTO /BARBATELLI /GATTO /DE VITO

Gio, 04/07/2019 - 06:02

12/09/19

Auditorium Parco della Musica

WeTuba - produzione originale
Da anni Ada Montellanico, cantante e compositrice tra le più importanti e originali del panorama italiano, nelle sue varie formazioni predilige gli ottoni, strumenti verso cui nutre  particolare attrazione e affinità. In questo nuovo progetto sceglie al suo fianco Michel Godard, artista poliedrico e grande sperimentatore, uno dei più importanti e straordinari tubisti e in assoluto unico suonatore di serpentone. In questo speciale progetto WeTuba ideato per il festival Una striscia di terra feconda, Ada Montellanico oltre a Godard si è avvalsa della presenza di tre musicisti che attualmente rappresentano la più innovativa espressione del giovane jazz italiano, Simone Graziano al pianoforte, Francesco Diodati alla chitarra e Francesco Ponticelli al contrabbasso. Un organico originale che nella scelta di non utilizzare la batteria vuole, attraverso la scrittura di nuove composizioni, enfatizzare la costruzione e l'intreccio delle linee melodiche dei vari strumenti. Brani appositamente scritti per questo progetto e cantati prevalentemente in italiano, in un percorso di seducente ricerca.
***********
La femme d’à côté, estratti da film di  François Truffaut  
L'intento di Rita Marcotulli (recentemente nominata Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica, dal Presidente Sergio Mattarella), qui alla testa di una band stellare, è quello di tradurre in musica le emozioni che nascono dai film di Truffaut, le cui immagini, con la regia di Maria Teresa De Vito, vengono proiettate sullo schermo alle spalle dei musicisti.
Le musiche, composte dalla stessa Marcotulli, hanno lo scopo di "trovare qualche nesso di comunicazione tra immagini, parole e musica", come ha dichiarato l'artista: uno scopo ambizioso e raggiunto in pieno con questo spettacolo, in cui le immagini in bianco e nero si amalgamano perfettamente con le agili e versatili note dell'ensemble. La bravura tecnica ed esecutiva di questi musicisti è pari solo alla loro intensità e partecipazione. La comunanza di ispirazioni e sensazioni tra il regista francese e la pianista romana è innegabile: la lirica malinconia, la poesia delle piccole cose, la nostalgia per l'infanzia, il desiderio di fuga, le contraddizioni dell'amore e il romanticismo nostalgico e mai scontato, oltre alla capacità di saper raccontare storie come pochi, sono presenti e fondamentali in entrambi. Da non perdere!
Categorie: Musica

Pagine