News sulla Musica

Abbonamento a feed News sulla Musica
Aggiornato: 1 ora 16 min fa

Incontro/concerto con Ennio Morricone e Michele Dall’Ongaro

Lun, 30/09/2019 - 12:56

16/10/19

Auditorium Ennio Morricone - Università Tor Vergata

Incontro/concerto con Ennio Morricone e Michele Dall’Ongaro
direttore Gabriele Bonolis
voce recitante Pino Insegno
Orchestra Roma Sinfonietta

Ennio Morricone
- Mosè, per violoncello e archi - Studio, versione per contrabbasso e archi
- Ut,  concerto per tromba,  timpani, e archi - Musica, per undici violini
- Se questo è un uomo, per voce recitante, violino solista, soprano e archi

Michele Dall’Ongaro
Tre canzonette siciliane  per violoncello e archi
Bach Haus Intermezzo in un atto

Il primo appuntamento della stagione è veramente eccezionale: il due volte premio Oscar Ennio Morricone e il Presidente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Michele dall’Ongaro introducono personalmente all’ascolto delle loro musiche, che sono eseguite dal direttore Gabriele Bonolis e dall’Orchestra Roma Sinfonietta, che con il Maestro Morricone possono vantare un speciale rapporto che dura da decenni. Con la partecipazione straordinaria di Pino Insegno, che recita il testo di Primo Levi che è alla base di Se questo è un uomo di Morricone, in cui interviene anche il mezzosoprano Antonella Marotta. E con una serie di solisti di primo piano (Marco Serino al violino, Luca Pincini al violoncello, Andrea Di Mario alla tromba, Sandro Pippa ai timpani, Massimo Ceccarelli al contrabbasso). E, ancora, con tre giovani e promettenti cantanti (il soprano Michela Guarrera, il tenore Flaviano Bianchi, il baritono Massimiliano Mandozzi) per interpretare Bach Haus, l’intermezzo in un atto di Dall’Ongaro che ricrea ironicamente la vita nella casa del grande Johann Sebastian.

Categorie: Musica

Roma Sinfonietta Stagione 2019-2020 Tor Vergata

Lun, 30/09/2019 - 12:27

da 16/10/19 a 06/05/20

Auditorium Ennio Morricone - Università Tor Vergata

Mercoledì 16 ottobre inizia la stagione dei concerti di Roma Sinfonietta presso l’Università di Roma “Tor Vergata”.

Il concerto inaugurale è veramente speciale, perché vede la partecipazone di Ennio Morricone, che introduce il pubblico all’ascolto delle proprie musiche: un’evento più unico che raro.

La stagione concertistica promossa dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” – e realizzata dall’Associazione Roma Sinfonietta con la direzione artistica del Maestro Luigi Lanzillotta – è una delle principali della capitale: sono oltre venti concerti dal 16 ottobre al 6 maggio, che si distinguono per la varietà e l’interesse delle proposte, spaziando dai classici ai contemporanei, dalla musica sacra alla canzone d’autore, dal teatro musicale ai canti tradizionali delle regioni italiane.

Quel che resta costante è l’eccellenza degli artisti che salgono sul palco dell’Auditorium “E. Morricone” (Università di Roma “Tor Vergata”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1).

Categorie: Musica

La spiritualità di Johann Sebastian Bach

Lun, 30/09/2019 - 11:38

06/10/19

All Saints' Anglican Church

Musiche di Johann Sebastian Bach:
- Mottetto BWV 227 Jesu meine Freude
- Magnificat BWV 243 in D
con strumenti originali

Soprano: Carla Tavares, Maria Cristina Filosofi, Laura Felice
Alto: Chiara Guglielmi
Tenore: Pablo Cassiba
Basso: Roberto Curione

Coro Cantar gli affetti di Roma

Ensemble Diletto Barocco di Roma

Dir. Arman Azemoon

Categorie: Musica

Note d’autunno

Lun, 30/09/2019 - 11:12

13/10/19

Chiesa di Santa Maria Liberatrice a Testaccio

Con
Giustina Marta - flauto
Chiara Cataldi - flauto
Marco Quaranta - violino
Remo D’Ippolito - tromba
Lorenzo Macrì - organo

Orchestra Filarmonica di Testaccio

Direttore: Stefano Sovrani

Programma:
T. Albinoni: Adagio in Sol min.
A. Vivaldi: Concerto per due flauti
J. Pachelbel: Canone
G. Talemann: Concerto per tromba
J. S. Bach: Aria sulla IV Corda
J. Massenet: Meditation
F. Schubert: Ave Maria
N. Ferro: Prayer

il programma potrebbe subire variazioni

Categorie: Musica

Mezzosangue

Lun, 30/09/2019 - 10:56

25/01/20

Atlantico Live

Categorie: Musica

Meli Hajderaj in concerto - 2° Tufello World Art & Music Festival

Lun, 30/09/2019 - 10:30

25/10/19

CCP - Centro di Cultura Popolare del Tufello

Meli Hajderaj - voce e percussioni
Daniele Mutino - fisarmonica

Riparte Il Tufello World Music Festival con un imperdibile viaggio tra la vocalità e le melodie albanesi.

Dopo la pausa estiva torna il festival di valorizzazione sociale multietnico, ideato e condotto da Karkum Project, incentrato sul quartiere Tufello di Roma. Continua il nostro viaggio itinerante tra le culture musicali del Mediterraneo e non. La grande voce albanese di Meli Hajderaj, ci racconterà cantando la sua "terra delle aquile" (Shqipëri, “la terra delle aquile”). Ad accompagnare Meli in questo viaggio, il fisarmonicista Daniele Mutino.

Il 2° Tufello World Art & Music Festival 2019 è presentato da  Karkum Project

È un Festival Musicale e di Arti visive dedicato alle culture dei popoli che ha come obiettivo quello di contribuire alla valorizzazione culturale del quartiere.

La musica come mezzo di aggregazione e di scoperta delle culture differenti dalle nostre.
Conoscere, scoprire ed apprezzare la cultura artistica di un popolo è un processo unico, un seme piantato nell’integrazione tra le etnie, nell’abbattimento delle distanze, delle differenze.

Karkum Project si propone di organizzare questo Festival in periferia, dove la convivenza tra più culture è un fattore di quotidiana realtà, Il Tufello nello specifico.
L’arte e la conoscenza possono abbattere la diffidenza.

L’obiettivo è di valorizzare e coinvolgere artisti rappresentanti di culture etniche ben definite al fine di contribuire ad innescare quel processo culturale in quelle periferie di Roma, dove spesso la convivenza tra i popoli è fattore di diffidenza.

Conoscere ed apprezzare la cultura di un popolo è il primo passo verso l’integrazione vera. L’Arte. Il suo canale privilegiato.

Categorie: Musica

Viva la Musica 2019 "Woodstock"

Lun, 30/09/2019 - 10:18

20/10/19

Casa del Jazz

Il concerto  di apertura della Scuola Popolare di Musica di Testaccio quest’anno è dedicato a Woodstock nel cinquantesimo anno dallo  storico  concerto. Prendendo spunto dalle musiche e dai musicisti che hanno caratterizzato le tre storiche giornate, le formazioni e i gruppi che parteciperanno presenteranno una loro particolare interpretazione e rivisitazione di quel repertorio. Il concerto, diviso in cinque set, è un omaggio musicale, ad un evento storico che ha influenzato diverse generazioni di musicisti nel tentativo di trovare nuove suggestioni e spunti poetici.

con
Old Times Hard Times​ composta da studenti ed insegnanti che si sono formati nello storico corso di Mariano De Simone dedicato alla musica country. ​Direttore Alessandro Garamone. 15 elementi.

Coro Gospel Scuola Popolare di Musica di Testaccio ​
formato da 30 cantanti con ritmica (piano, chitarra, basso e batteria). ​Diretto da Sonia Cannizzo e Simona Bedini.

Organ Trio
​Ludovico Piccinini (chitarra), Sandro Mambella (tastiere), Pier Paolo Ferroni (batteria).

Antonello Salis

Orchestra Giovanile Jazz della Scuola Popolare di Musica di Testaccio
​Direzione ed arrangiamenti Mario Raja. ​14 elementi.

Categorie: Musica

VIAGGIO IN ITALIA. Cantando le nostre radici

Sab, 28/09/2019 - 06:02

17/01/20

Auditorium Parco della Musica

Dopo aver vinto la  la Targa Tenco 2019 per il miglior album a progetto dell’anno, torna all'Auditorium Parco della Musica, Viaggio in Italia. Cantando le nostre radici,  concerto-spettacolo itinerante che attraversa il Bel Paese e che fa tappa in ogni borgo o località, per raccogliere i colori, i profumi e le voci della memoria della Musica Popolare. 
Viaggio in Italia è un progetto di sedici giovani artisti, riuniti per l’occasione in un collettivo chiamato AdoRiza (Ado, in greco ἄδω, che vuol dire cantare, risuonare, celebrare; ρίζα, riza la nostra radice, le nostre origini).
L’album-progetto nasce dal ciclo di incontri sulla musica popolare ideato da Tosca con la partecipazione di Paolo Coletta e Felice Liperi nell’ambito del Laboratorio di Alta formazione della Regione Lazio “Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini”.
Categorie: Musica

Gigi d'Alessio

Ven, 27/09/2019 - 12:48
Categorie: Musica

Pure Joy

Ven, 27/09/2019 - 11:08

12/10/19

Casa del Jazz

La contrabbassista Joy Grifoni, in arte Pure Joy, presenta al pubblico della Casa del Jazz il suo nuovo album “Firedance”. Il repertorio proposto è interamente costituito da composizioni originali inedite tutte firmate da Joy Grifoni.
Insieme a Joy Grifoni suoneranno Mattia Manzoni al pianoforte, Francesco Baiguera alla chitarra e Davide Bussoleni alla batteria, special guest, per questa occasione sarà Fabio Morgera alla tromba.

contrabbasso e voce
Joy Grifoni
pianoforte
Mattia Manzoni
chitarra
Francesco Baiguera
batteria
Davide Bussoleni
special guest
tromba
Fabio Morgera

Categorie: Musica

Dai Musici dei Leopardi ai Cantori della Pantera Rosa

Ven, 27/09/2019 - 10:43

29/09/19

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

In occasione della domenica gratuita prevista per il 29 settembre 2019, il Museo Nazionale Etrusco è lieto di ospitare nell'Emiciclo di Villa Giulia alle ore 18.00 il concerto del Gruppo Vocale Cristallo diretto dal M° Ida Piccolantonio, con un repertorio che spazia dalla canzone popolare italiana ai classici del Rock anni Settanta.
A cura dell'Associazione Cantores Laetitiae.

Categorie: Musica

Il palco è tuo

Ven, 27/09/2019 - 10:29

27/10/19

Cineteatro L'Aura

IL PALCO E’ TUO

VUOI CANTARE IN UN TEATRO CON UNA LIVE BAND?

Cantare è la tua passione? Sei un cantante o un cantautore agli esordi? Vuoi esibirti dal vivo?  Vuoi una valutazione sul tuo stile?
Ecco la serata giusta per te!

Iscriviti a IL PALCO E’ TUO  e avrai la possibilità di esibirti e mostrare il tuo talento.

Categorie: Musica

Carl Orff: Carmina Burana - Opera in Roma

Ven, 27/09/2019 - 10:29

12/10/19

Guido Reni District (Ex Caserma Guido Reni)

Carl Orff: Carmina Burana

Rossana Cardia, Soprano
Enrico Torre, Controtenore
Alessio Quaresima Escobar, Basso

Diego Moccia, Pianoforte
Alessandro Romagnoli, Pianoforte

Opera in Roma Percussion's Ensemble

Balletti e Coreografie di Minea De Mattia

Nuova Arcadia Choir
I Solisti dell’Orchestra Sinfonica Città di Roma

Direttore, Pier Giorgio Dionisi

L’incontro tra la tradizione popolare e la musica colta: le musiche e i canti medievali originali dei Carmina integrati con la partitura di Carl Orff; l’unione di coro, pianoforte e percussioni sinfoniche con gli strumenti antichi e popolari. Un grande ensemble che vuole tracciare un ponte tra storia e tradizione, cercando di riportare i canti religiosi o profani, scherzosi, amatori, satirici, blasfemi e mistici che compongono i Carmina Burana, alla loro dimensione originaria alla quale si ispirò Carl Orff per la sua omonima composizione nel 1937.
Il progetto vuole riportare all’origine lo spirito di mosaico multilingue e multiculturale che animava i racconti e le storie narrate nel Codex buranus che prese successivamente il nome di Carmina Burana.
Sul palco, oltre cento persone: un grande ensemble classico diretto dal Maestro Pier Giorgio Dionisi, composto da tre voci liriche soliste, due pianoforti, percussioni sinfoniche, due cori e un corpo di ballo.
Uno spettacolo coinvolgente, che fa capire la forza della musica popolare come musica dell’incontro e diventa, nell’esecuzione trascinante dell’ensemble e nella potente esibizione del balletto, un ponte tra passato e presente, tra musica “colta” e tradizionale.

Categorie: Musica

Fabio Giachino

Ven, 27/09/2019 - 10:17

24/10/19

Casa del Jazz

Fabio Giachino, uno dei maggiori talenti emergenti della scena jazz italiana, presenta al pubblico della Casa del Jazz il suo nuovo album “At The Edges of the Horizon”.
Il disco è stato registrato con il rodato trio formato da Davide Liberti al contrabbasso e Ruben Bellavia alla batteria, trio che rimane al centro della visione musicale di Giachino. In cinque dei 10 brani però l’orizzonte musicale si allarga con l’introduzione dei fiati di Gianni Virone (sax tenore, clarinetto basso), Paolo Porta (sax alto), Luca Begonia (trombone) e Cesare Mecca (tromba), mentre la voce di Giulia Damico nel brano ‘Spaceshift’ e l’uso dell’elettronica da parte dello stesso Giachino enfatizzano il suono.
Il titolo si riferisce all’orizzonte come immagine o idea, una fine ma anche un inizio, un qualcosa che si ripete e protrae all’infinito. In questo lavoro Giachino cerca di ampliare i confini intrecciando i tre mondi musicali che lo coinvolgono di più emotivamente: il jazz, la musica classica e le sperimentazioni elettroniche.

pianoforte
Fabio Giachino
contrabbasso
Davide Liberti
batteria
Ruben Bellavia

Categorie: Musica

Kosmos

Ven, 27/09/2019 - 10:12

25/10/19

Casa del Jazz

Kósmos è un trio organico, raffinato e dal grande dinamismo espressivo. È l’unione di tre personalità e di tre elementi incredibilmente diversi ma complementari, come la materia, lo spazio e il tempo. Composto dal pianista Stefano Falcone, la contrabbassista Ilaria Capalbo e il batterista Giuseppe D’Alessandro, tra i talenti emergenti più interessanti della scena italiana, è il risultato di un lungo percorso di collaborazione: Capalbo (Chihiro Yamanaka Trio, Norma Winstone) e Falcone hanno infatti alle spalle già un album in duo con cui sono stati impegnati in un tour europeo culminato con una full house alla Royal Albert Hall di Londra, mentre D’Alessandro vanta una nutrita produzione discografica con alcuni dei nomi di spicco del jazz nostrano. Back Home, il disco di debutto del trio é un lavoro ispirato e dedicato a Lennie Tristano, che include rielaborazioni di brani scritti dal grande pianista e composizioni originali firmate da ciascuno degli elementi.

pianoforte
Stefano Falcone
contrabbasso
Ilaria Capalbo
batteria
Giuseppe D'Alessandro

Categorie: Musica

Le Gran Tango

Ven, 27/09/2019 - 10:11

17/10/19

Casa del Jazz

Le Grand Tango prende il nome da una delle composizioni più emblematiche di Astor Piazzolla, nel solco della sua produzione classica avanguardista che affonda le radici nel genere argentino popolare per eccellenza. Il progetto, presentato da Domenico Codispoti e Esteban Ocaña, punta l'attenzione sulla musica del geniale compositore argentino con un percorso che abbraccia diversi versanti idiomatici: dall'anima "tanguera" dei brani più popolari fino al linguaggio modernista e trasgressore del Piazzolla più vicino allo scenario classico. In Le Grand Tango è il pianoforte a farsi portavoce di questo linguaggio, e la formazione del duo pianistico ne esprime appieno originalità e spettacolarità. Due pianoforti sul palcoscenico sono gli strumenti per tradurre e materializzare la ricchezza timbrica, ritmica e i colori della affascinante partitura di Piazzolla, accompagnati da interventi con coreografie originali dei solisti del Ballet Nacional de España per un concerto/spettacolo trascinante e di grande coinvolgimento.
 

In collaborazione con
 CONCERTI NEL PARCO

pianoforti
Esteban Ocaña, Domenico Codispoti

solisti del
Ballet Nacional de España

Programma
Tangata
Suite Porteña de Ballet
Soledad
Verano Porteño
Le Grand Tango
Milonga del Ángel
Adiós Nonino
Michelangelo 70

Categorie: Musica

Federica Colangelo

Ven, 27/09/2019 - 10:09

18/10/19

Casa del Jazz

Acquaphonica è un progetto della pianista e compositrice Federica Colangelo, iniziato nel 2010 durante gli anni di residenza nei Paesi Bassi dell’artista.
Dopo gli studi di pianoforte classico presso la Royal School of Music of London, nel 2004 Federica Colangelo si trasferisce nei Paesi Bassi, dove si diplomerà in pianoforte Jazz conseguendo il Master in Composizione Contemporanea.
In quest’ambiente, grazie all’influenza diretta dei compositori Jeroen d’Hoe, Otto Ketting e Ned McGowan, della pianista Amina Figarova e del pianista e compositore Benoit Delbeq, comincia a delinearsi per l’artista quella che poi diventerà con chiarezza l’immagine della propria identità musicale: la ricerca di un suono in bilico tra il Jazz e la musica classica contemporanea. Dopo  un periodo di circa sei mesi di residenza in India cresce la fascinazione per la musica classica dell’India del Sud. Nel 2012 esce Private Enemy, il primo disco del progetto Acquaphonica, e, nel 2016, appena rientrata in Italia, la pianista pubblica il secondo lavoro con la stessa formazione in quintetto, Chiaroscuro. Il progetto continua oggi in quartetto con una formazione tutta italiana (Michele Tino, Marco Zenini, Ermanno Baron), con cui ad ottobre pubblicherà Endless Tail.
 

pianoforte
Federica Colangelo
sassofoni
Michele Tino
contrabbasso
Marco Zenini
batteria
Ermanno Baron

Categorie: Musica

Europa + Julia Hulsmann

Ven, 27/09/2019 - 10:06

11/10/19

Casa del Jazz

Julia Hülsmann è una della pianiste jazz più rinomate della Germania. Le sue composizioni sono spesso ispirate da testi poetici. Ha raccolto grandi successi suonando sia da sola che con il suo trio (ultimamente ampliato a quartetto). In attesa del suo nuovo album in quartetto, che uscirà a novembre, sarà possibile ascoltarla, per la prima volta a Roma, in piano solo con un programma intitolato “Nightpieces”.
Julia Hülsmann comincia a suonare il pianoforte a undici anni; a 16 fonda la sua prima band. Nel 1991 si trasferisce a Berlino dove suona nell’Orchestra Giovanile Nazionale del Jazz (Bundesjugendjazzorchester) diretta da Peter Herbolzheimer. Dopo la laurea alla  Hochschule der Künste di Berlino fonda, nel 1996, il Julia Hülsmann Trio. Da tanti anni lavora con le parole e scova la musicalità nascosta dentro di esse, in collaborazione con cantanti come Rebekka Bakken o Roger Cicero. Julia Hülsmann è attiva in tanti campi diversi; nel 2014  è stata “Improviser in Residence“ a Moers e, nel 2016 le è stato conferito il premio “SWR-Jazzpreis”.  E' “artist in residence” all’Elbjazz Festival di Amburgo.

Categorie: Musica

ANDREA PAGANI QUINTET

Ven, 27/09/2019 - 06:02

01/11/19

Auditorium Parco della Musica

Blue è il colore che permea tutti i 12 brani originali del nuovo album di Andrea Pagani, il suo settimo disco da solista. Jazz e Blues si incontrano con eleganza in quella sottile zona di confine tra la complessità dell’uno e la semplicità dell’altro. Un viaggio poliedrico in varie sfumature del modo di suonare “bluesy” che ha unito nei decenni lo stile di molti musicisti come Oscar Peterson, Horace Silver, Miles Davis, Stevie Wonder. A legare il tutto il gusto melodico e raffinato di Andrea Pagani, compositore e pianista dalla innata capacità di dare alle note quel colore misterioso e notturno: il Blue, per l’appunto. 
 
Categorie: Musica

Christmas Sacred Concert: Haydn & Mozart - Opera in Roma

Gio, 26/09/2019 - 11:42

25/12/19

Evangelica Metodista

Coro Nuova Arcadia
Rome Symphony Orchestra
Direttore: Pier Giorgio Dionisi
Soprano: Rossana Cardia
Mezzosoprano: Olivia Andreini
Tenore: Delfo Paone
Baritono: Alessio

F. J. Haydn: Nelson-Messe per soli, coro e orchestra

Pur rinchiuso tra le mura della sua tranquilla operosità di artigiano della musica, Haydn non manca di esprimere in questa Messa in re minore, scritta nel 1798, le preoccupazioni causate dalle guerre napoleoniche. E' indicativo il sottotitolo di Nelson-Messe, perché proprio il 1° agosto 1798 l'ammiraglio inglese Nelson aveva vinto temporaneamente l'armata napoleonica ad Aboukir. Questo stato d'animo si concretizza formalmente con alcune sottolineature di trombe e di rulli di timpano, miranti a richiamare l'attenzione su una realtà fortemente drammatica.

W. A. Mozart: Messa dell'Incoronazione per soli, coro e orchestra

Non molto chiara è l'occasione che determinò la creazione di questa partitura (composta nel 1779) anche se la maggior parte dei biografi mozartiani concorda nel ritenere che il titolo l'Incoronazione ricordi le tradizionali feste per l'anniversario dell'Incoronazione, avvenuta per disposizione del Pontefice nel 1751, di un' immagine della Vergine che si venerava a Maria Plain nei pressi di Salisburgo e che secondo la tradizione aveva salvato nel 1744 la città dagli orrori della guerra. In questa messa il genio salisburghese coglie un'unità formale realizzata non solo attraverso la scelta di precise forme strumentali all'interno di ogni sezione, ma riafferma, quasi serrando l'intera architettura del brano, lo stesso tema che dà quindi l'avvio al discorso musicale e lo conclude.

Categorie: Musica

Pagine