“Volevo fare il cantante ma ho bucato”. L’irriverente nuovo spettacolo del comico Dani Bra al Piccolo Teatro dell'Arte

Al “Piccolo Teatro dell’Arte” 10 e 11 maggio Dani Bra in Volevo fare il cantante ma ho bucato”.

ECCOLO!!!

Creativo, estroso, fruibile, leggero, spumeggiante, analcolico, fresco, estivo, diedetico, a lievitazione naturale, senza scadenza…Dani Bra

Quel sogno da “pianobar” mai realizzato. Un cantante in meno per un comico in più. Baratto riuscito? “Volevo fare il cantante ma ho bucato”!

 Da questo dissacrante titolo si sviluppa il nuovo spettacolo del noto comico romano Danilo Brancato, in arte Dani Bra, che vedremo in scena il prossimo 10 ed 11 maggio al “Piccolo Teatro dell’Arte” di via Teano a Roma.

Un grande “one man show” in pieno stile, dove Dani Bra è l’assoluto protagonista del palcoscenico​ con il suo linguaggio irriverente e creativo.

Già dal titolo si intuisce il filo conduttore dell’esibizione, che parte dalle sue origini attraverso un mix esplosivo e spumeggiante di storie e situazioni paradossali, parodie e personaggi interpretate con assoluta maestria, aiutato dalla penna creativa dell’autore Alessio Tagliento.

Dani ha una simpatia disarmante, tipica del romano, ma con l’innata dote di saper osservare e cogliere gesti, modi di fare ed abitudini della gente comune, esasperando in chiave comica vizi e virtù quotidiane. 

Lo dimostra il grande successo dello scorso anno di “SquiliBRAto”, spettacolo monologo scritto da lui stesso, dove si intrecciano dinamiche e vicissitudini familiari e di coppia, nelle quali noi tutti ci ritroviamo; la figura del padre/marito tormentato dalla presenza di tre donne in casa, l’ansia delle donne che corrono a mettere in casa l’asciuga panni quando piove. 

Divertentissimo il personaggio del “Transenna”, (SKY COMEDY CENTRAL) figura grottesca di un anziano che non avendo nulla da fare, si trova un “lavoro” piazzandosi tutti i giorni davanti le transenne dei lavori in corso, guardando gli operai e dispensando massime e consigli non richiesti, in un continuo borbottare comico.

Un personaggio che più di ogni altro ha identificato Dani nei suoi show, evidenziando uno spaccato molto realistico di alcuni anziani di oggi, che pur con un sorriso fa riflettere sulla loro solitudine quotidiana.

Snello ed agile, occhi grigio azzurri ed una pelata che lo rende già “personaggio”, Dani nei suoi monologhi esprime in pieno la stoffa del teatrante, usando tempi giusti, gestualità, mimica facciale ma anche l’espressione del corpo come mezzo di comunicazione ed interazione con il suo pubblico, che ama far “partecipare” e coinvolgere come parte integrante dello spettacolo.

Viene folgorato dall’amore per il teatro fin da piccolo, quando per la prima volta insieme alla mamma assiste alla commedia musicale “Aggiungi un posto a tavola” degli autori Garinei e Giovannini. 

La passione ed il talento per diventare attore lo spingono a frequentare due note scuole di teatro ad indirizzo Petroliniano (Ettore Petrolini rimarrà sempre la sua principale fonte d’ispirazione).

Ormai sicuro del suo talento riesce a mettere in piedi la prima compagnia “I Matti a Coppe“

Nel 2006, complice la sua innata bravura nel far ridere, passa al cabaret iniziando la gavetta nei locali della capitale e mettendo in scena i primi show in vari teatri e piazze.

Partecipa dal 2012 ai vari Zelig Lab di Salerno, Roma e Milano e successivamente fa il suo ingresso in televisione grazie a Sky Comedy nella stagione 2012/2013 all’interno della trasmissione “S.C.Q.R.” (Sono Comici Questi Romani) dove, grazie al personaggio del “Transenna“già citato prima, diventa uno dei protagonisti ad alta notorietà dello show.

Nel frattempo si esibisce e vince in diversi concorsi di cabaret quali Spazio Cabaret, Notte delle Stelle, Oscar del Comico, PREMIO WEB al Premio Charlot alla comicità.

Nell’agosto 2017 vince il 1° Premio assoluto al “Concorso Festival Nazionale di Cabaret” di Martina Franca (Taranto).

Attento e sensibile alle tematiche sociali Dani, fonda nel 2015 “COMICO and friends”, associazione onlus, che si occupa di portare lo spettacolo in maniera completamente gratuita (in collaborazione con diversi artisti a seconda delle esigenze delle varie associazioni) a chi ne ha più bisogno.

Un progetto assolutamente da sottolineare per la sua idea alternativa e preziosa nell’intento di portare un sorriso o un momento di svago verso coloro che vivono situazioni disagiate.

Lo ha fatto pure esibendosi per l’anniversario dei 25 anni della Croce Rossa ad Aprilia, dove il ricavato della serata è stato destinato all’acquisto di defibrillatori.

Anima, cuore e sorriso, dunque nel carattere di questo artista, la cui comicità non smette di attrarre pubblico di tutte le età, anche in radio dove, da marzo 2018, è ospite fisso a “Essere Web Radio” all’interno della trasmissione “Im…Piccione Viaggiatore”.

Non resta che prepararsi ad un bel pieno di risate e buonumore!

Piccolo Teatro dell'Arte

Via Teano n. 249/251, Roma

Foto by Adriano Di Benedetto

Galleria (Clicca sulla foto per slideshow): 
Categories: