Invisibile-Dove gli occhi non arrivano personale di AgoArt alla Le Rêve de Naim

Eufonia e cacofonia. Trascendenza e degradazione. Vita e morte. Il bivio di strade descritto da Augusto Maria Benigni – in arte AgoArt – si tinge di bianco, nero e rosso e interseca tutti i sentimenti umani in una descrizione concettuale e minimalista dell’invisibile.

La prima personale di AgoArt si intitola, appunto, Invisible – Dove gli occhi non arrivano e inaugura martedì 18 giugno 2019 alle ore 18.00 presso gli spazi espositivi del Le Rêve de Naim in Via Mario de Fiori 5, nel cuore della Capitale.

Racconto quello che gli occhi non riescono a vedere” – afferma AgoArt – “dopo aver osservato il mondo da un ideale crocevia di strade in cui si intrecciano tutti i sentimenti che vivo durante la giornata. Un fascio di emozioni che mi porta a lasciar perdere il contesto, evidenziando il dettaglio che mi colpisce”.

Una ventina sono le opere esposte – realizzate con tecnica mista e, per lo più, di grandi dimensioni - in cui tratti e oggetti simbolici vengono mescolati a mani nude direttamente sulla tela assieme a gesso, colla, smalto, sabbia e metallo.

Ci sono le iconiche scarpe con tacco imbevute di rosso carminio trattenute da fitti nastri trasparenti che rappresentano la tensione e lo sforzo nella lotta contro la violenza sulle donne.

Le minuscole sedie vuote che si guardano, salde, seppur a precipizio, sui due emisferi della vita, luce e buio rappresentati, drasticamente, in bianco e nero.

E ancora, l’uomo che osserva il suo presente di fronte ad un lungo red carpet; ai suoi lati il filo spinato. Quale sarà la sua scelta?

Applicare le mani sulla tela” – spiega l’artista – “mi consente di esprimere ciò che sento attraverso un linguaggio primordiale.

Ogni giorno, nel mio lavoro, utilizzo le mani per ascoltare le strutture anatomiche. Con l’arte vivo con maggiore pienezza la mia vita, così da poter rappresentare la mia quotidianità”. 

AgoArt, infatti, si rivela come creativo che va oltre il suo contesto professionale quotidiano: Augusto Maria Benigni è osteopata specializzato nel potenziamento della voce e nel miglioramento della performance diaframmatica.

Il contatto fisico con le persone” – chiosa AgoArt – “mi consente, ogni giorno, di percepire suoni e sensazioni che memorizzo e cerco di trasmette in ogni opera”.

Le Rêve de Naim prosegue il programma di iniziative culturali per promuovere le arti visive attraverso la fusione trasversale di più artisti. 

Qui, l’imprenditore Massimo Naim ha voluto aprire le porte agli artisti e ai creativi, dando vita a un nuovo progetto ambizioso: uno spazio espositivo con stile e sapore internazionale, incastonata all’interno di un hotel di lusso, Spagna Royal Suite.

La mostra Invisible si può visitare dal 19 al 23 Giugno 2019; per appuntamenti info@galeriemaisonnaim.com e +39 347/7744495.

Press Office – Emilio Sturla Furnò +39 340 4050400 - info@emiliosturlafurno.it

LE RÊVE DE NAIM

Via Mario De Fiori 5

ROMA

Galleria (Clicca sulla foto per slideshow): 
Categories: