Roma, Concerti nel Parco, Estate Romana 2018, Parco della Casa del Jazz primo evento con GRAHAM NASH

Roma, Concerti nel Parco, Estate Romana 2018, Parco della Casa del Jazz, lunedì 2 luglio ore 21,00 GRAHAM NASH con il suo “AN INTIMATE EVENING OF SONGS AND STORIES, Graham Nash, Shane Fontaine chitarra, voce e Todd Caldwell tastiere, voce.

Primo evento inaugurale nella splendida cornice del Parco della Casa del Jazz per I Concerti nel Parco alla ventottesima edizione, la prima in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma: lunedì 2 luglio, data unica a Roma, la leggenda del Rock GRAHAM NASH e il suo spettacolo “An Intimate Evening of Songs and Stories”, una serata speciale, un’occasione unica per un incontro a tu per tu con lo spettatore, in cui il grande artista proporrà canzoni, storie e ricordi.

Un titolo che è tutto un programma, in cui il leggendario musicista rock, la cui voce ha segnato un’epoca, accompagnato da Shane Fontaine alla chitarra e voce e da Todd Caldwell alle tastiere e voce ripercorrerà la sua carriera straordinaria fatta d’innumerevoli successi raggiunti in settantacinque anni di vita, di tantissime canzoni passate alla storia.

Pochi possono vantare una carriera in campo artistico come Graham Nash, le sue composizioni potrebbero costituire la colonna sonora dell'ultimo mezzo secolo, prima con gli Hollies e poi con Crosby, Stills e Young, fino a “This Path Tonight”(2016) sua ultima fatica discografica.

Graham Nash inoltre, ha sempre sostenuto la giustizia sociale e ambientale, basta ricordare gli indimenticabili concerti di No Nukes contro l’energia nucleare, oltre a quelli a favore dei soccorsi umanitari in Giappone nel 2011 fino a quelli di Occupy Wall Street nel Lower Manhattan.

Di recente Nash ha pubblicato la sua tanto attesa autobiografia “Wild Tales”, uno sguardo avvincente e senza esclusione di colpi sulla sua straordinaria carriera e sulla sua musica che ha definito più di una generazione.

Questo spettacolo, più che un concerto, sarà un momento intimo, un’occasione unica per un incontro a tu per tu con lo spettatore, in cui Nash proporrà canzoni, storie e ricordi.

Relazioni con la stampa: Marina Nocilla 338 7172263; marinanocilla@gmail.com

Maurizio Quattrini: 338 8485333; maurizioquattrini@yahoo.it

GRAHAM NASH

Graham William Nash è un cantautore, compositore e fotografo inglese naturalizzato statunitense.

Durante gli anni sessanta è uno dei membri principali del gruppo pop rock The Hollies, all'epoca fra i più conosciuti del panorama musicale inglese. Nonostante fosse l'autore di gran parte dei brani della band, raramente ne fu anche cantante.  Nel 1968, dopo un viaggio negli USA, iniziò in compagnia di David Crosby un'esperienza con le droghe. Successivamente lasciò gli Hollies per formare con Crosby e Stephen Stills un nuovo gruppo che inizialmente fu un trio e successivamente, con l'apporto di Neil Young, si trasformò nel quartetto CSN&Y, uno dei più apprezzati gruppi del panorama rock mondiale.  Nash e Crosby partecipano nel 2011 alle proteste di Occupy Wall Street. Graham Nash, soprannominato dai compagni di gruppo '"Willy", fu descritto come il collante che teneva unita la loro fragile alleanza. Una prova ne è l'aiuto spassionato dato da Nash al suo amico Crosby quando quest'ultimo fu sopraffatto dalla dipendenza dalla droga. La carriera solista di Graham Nash è stata spesso interrotta da riunioni col "supergruppo"; nelle opere soliste di Nash si denota, comunque, un amore per la melodia e le ballate, e anche nelle sperimentazioni più orientate al Jazz o all'elettronica Nash non si allontana da uno stile tipicamente pop.  La militanza politica di Nash si accentuò dopo l'incontro con Crosby e Stills, e fra i suoi brani di quel periodo spiccano i temi legati all'antimilitarismo (Military Madness) ed al sociale (Chicago-We Can Change the World e Immigration Man cantata in duo con David Crosby, col quale ha condiviso alcuni album a loro nome durante gli anni settanta). Nash prese la cittadinanza statunitense il 14 agosto del 1978.  Nel 1979, Nash è stato fra i fondatori di Musicians United for Safe Energy; nel 2005 ha collaborato con i norvegesi A-ha per le canzoni Over the Treetops e Cosy Prisons. Nel 2006 Nash ha collaborato con David Gilmour e David Crosby nella title track del terzo album solista di Gilmour, On an Island, che raggiunse il numero 1 nelle classifiche inglesi.

Casa del Jazz Viale di Porta Ardeatina, 55 Roma

Biglietti; 25 euro, ridotto 20 euro

Galleria (Clicca sulla foto per slideshow): 
Categories: