Il Trio Heroes, da Vivaldi a Piazzolla, da Schumann a Mozart da Note in Biblioteca

Ultimi incontri autunnali di “Note in Biblioteca” della IUC venerdì 4 e sabato 5 ottobre

“Note in biblioteca” - gli incontri musicali ad ingresso gratuito organizzati dalla IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti in collaborazione con Biblioteche di Roma - proseguono venerdì 4 ottobre 2019 alle 20.00 nella Biblioteca Ennio Flaiano con il Trio “Heroes”.

Tre giovani musicisti - Mario Romeo, Samuele Telari e Andrea Pennacchi – che studiavano insieme presso il Conservatorio “Santa Cecilia” nella classe del Maestro Massimiliano Pitocco -hanno deciso di dar vita a questo trio di fisarmoniche con l’intenzione sia di far conoscere il ricco ma poco noto repertorio per quest’insolito gruppo strumentale sia di valorizzare le potenzialità della fisarmonica con trascrizioni di brani celebri.

Nonostante siano ancora molto giovani – la loro età media è ventisette anni - ognuno dei musicisti di questo trio ha già avviato una brillante attività sia in gruppo che come solista: si sono affermati in importanti concorsi e ora suonano non  solo in Italia ma anche in Europa, America e Asia. .

Proprio con la trascrizione di uno dei brani più celebri di tutti i tempi, il Concerto “L’estate” dalle “Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi inizia quest’incontro musicale: sarà sorprendente ascoltare come il piccolo gruppo di violini e di altri strumenti ad archi riviva perfettamente nella nuova veste strumentale.

Si passerà poi ad Astor Piazzolla, con alcuni suoi tanghi, tra cui i celeberrimi Adiòs Nonino e La muerte del Angel: qui le tre fisarmoniche potranno arricchire e intensificare la sonorità del più semplice bandoneon argentino.

Si concluderà con tre musicisti contemporanei, che hanno accompagnato con le loro composizioni la recente rinascita della fisarmonica come strumento “classico”: si ascolteranno Sail del giovanissimo compositore di origini cinesi Junchi Deng, poi Proms, Pageant, Little Story e Balkan dance del polacco Janusz Wojtarowicz, leader e compositore della maggior parte dei pezzi del Motion Trio.

Un gruppo che è diventato un fenomeno di rilevanza mondiale nel mondo della musica. Infine Rondò capriccioso di Vladislav Zolotaryov, scomparso a poco più di trentanni nel 1975, che è considerato uno dei più grandi compositori di musica per bayan, una moderna versione russa della fisarmonica, creata in Russia, che arricchisce di nuove possibilità la fisarmonica tradizionale.

Venerdì 4 ottobre ore 20.00 Biblioteca Ennio Flaiano

(via Monte Ruggero 39., tel. 06 4546 0431)

Trio Heroes  (Mario Romeo, Samuele Telari e Andrea Pennacchi  fisarmoniche)

Antonio Vivaldi (1678 – 1741)

Concerto in sol min. “L’estate” (arr. Mario Romeo) - I° - Allegro non molto - II° - Adagio - III° - Presto

Astor Piazzolla (1921 – 1992)

Fugata - Adiòs Nonino - La muerte del Angel

Junchi Deng (1994)

 Sail

Janusz Wojtarowicz - Motion Trio (1982)

Proms - Pageant - Little Story - Balkan dance

Vladislav Zolotaryov (1942 - 1975)

Rondò capriccioso

Ufficio Stampa dell'Istituzione Universitaria dei Concerti:

Mauro Mariani - tel. 335 5725816 - m.mariani.roma@gmail.com

Galleria (Clicca sulla foto per slideshow): 
Categories: