Roma, alla Casa del Jazz “MUSIC LIVE: I GIOVANI X I GIOVANI” aprirà il concerto Paolo Damiani

Alla Casa del Jazz “MUSIC LIVE: I GIOVANI X I GIOVANI”, promosso dall’ISMEZ, presenta, sabato 16 dicembre, la serata finale di Music Live 2017 che si aprirà con il concerto di Paolo Damiani, violoncello, con Silenzi Luterani (Conservatorio di Roma) con Daniela Troilo, Marta Alquati, Laura Sciocchetti e Daphane Nisi, voce, Lewis Saccocci, pianoforte, Erica Scherl, violino, Francesco Merenda, batteria.

Ospite Daniele Tittarelli, sax alto e soprano. Per questo nuovo progetto Paolo Damiani ha chiamato come ospite uno dei più originali sassofonisti europei, il romano Daniele Tittarelli, con cui ha condiviso il palcoscenico in diverse occasioni, la band è formata dai suoi migliori allievi del Conservatorio di Santa Cecilia: quattro voci capitanate da Daniela Troilo, qui in veste anche di arrangiatrice, che evocano in assoluta libertà il colore dei corali Luterani, gravidi di senso del Sacro e di polifonie che squarciano il silenzio, tipico delle cattedrali europee. Completano il gruppo un violino ‘classico’, tra Bach e Arvo Part, e una sezione ritmica più squisitamente jazz, metropolitana, intensa, nervosa.

Le musiche composte da Damiani, vengono liberamente interpolate con frammenti melodici scritti da Lutero e testi d i Pasolini. Seguirà la cantante Diana Torto con L’Ensemble ‘G.B. Martini’ del Conservatorio di Bologna composto da Elisabetta Dall'Argine, voce, Judit Hantos, flauti dolci, Gabriele Polimeni, tromba, Kim Calogero Baiunco, contrabbasso e Vincenzo Messina, batteria.

Ospite Fabrizio Puglisi, pianoforte. Esiste una netta linea di demarcazione tra musica scritta e musica improvvisata? Se guardiamo alla storia della musica colta questa linea di demarcazione è forse stata molto precisa in un ambito storico molto circoscritto e le linee di confine tra questi territori sono sempre stati molto labili. Attorno a questa zona si muove il progetto presentato e ciò su cui si desidererebbe forse indagare e un poco indugiare sono queste eventuali linee di confine: barriere.

Mentre ciò che qui si vorrebbe promuovere è piuttosto un dialogo, o una serie di dialoghi che si vorrebbero poi interrelazionare tra loro. Strumenti moderni e strumenti antichi, forme musicali antiche e nuove modalità espressive pensate per esse, musica scritta e improvvisazione. Chiuderà la serata e l’edizione 2017 di Music Live, Nicola Pisani, sassofono con l’Ensemble Creatif (Conservatorio di Cosenza), composto da Francesca Donato, voce, Giuseppe Oliveto, trombone e conchiglie e Francesco Montebello, percussioni e oggetti sonori.

Ospite Checco Pallone, tamburi a cornice, strumenti a pizzico. Cosa può unire la musica antica, la musica popolare e il jazz?... L’improvvisazione, pratica che attraversa e supera le barriere storiche tra differenti stili musicali. Un progetto sincretico che unisce le «Musiche», riportandole verso la primaria funzione dei suoni, la pura e semplice comunicazione emozionale, e recupera la bellezza del suono acustico.

INGRESSO 5 EURO

Music Live è un progetto ISMEZ

Casa del Jazz: viale di Porta Ardeatina, 55

Info: 06/704731

Relazioni con la stampa: Maurizio Quattrini 338/8485333

maurizioquattrini@yahoo.it

Galleria (Clicca sulla foto per slideshow): 
Categories: