Roma Auditorium Parco della Musica un successo strepitoso il concerto di Capodanno del Maestro Gerardo Di Lella

Di Gabriella Sassone

Primo gennaio 2018 in musica per oltre 2.000 persone che hanno salutato il nuovo anno alla Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica per applaudire lo spettacolare concerto “Roma Caput Musicae” di Gerardo Di Lella. Giunto oramai alla sua quarta edizione, è diventato un appuntamento imperdibile per i romani.

Il maestro, direttore d’orchestra e compositore partenopeo naturalizzato romano per il quarto anno consecutivo ha diretto la Gerardo Di Lella Grand O’rchestra di 70 elementi, che non avrebbero sfigurato nel golfo mistico della Scala di Milano o della Fenice di Venezia, concerto patrocinato dalla Camera di Commercio di Roma e Assemblea Capitolina e dalla Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma e Assemblea Capitolina, Auto Centri Balduina, Sergio Rossi Grandi Stazioni, Giovanna Marchese Bellarota di CNA.​

Di Lella, dinanzi ad un parterre de roi e di aficionados, ha reinterpretato alla sua maniera le colonne sonore dei film che hanno fatto la storia del cinema italiano nel mondo. “Amarcord”, “Otto e mezzo”, “Il Padrino”, “Fumo di Londra”, “Per un pugno di dollari”, “Nuovo Cinema Paradiso”, “Profumo di donna”, “La vita è bella”, “C’era una volta il West”, “Anonimo Veneziano”.

Un viaggio musicale beneaugurale per omaggiare i grandi compositori di questi immortali capolavori: Rota, Rustichelli, Trovajoli, Morricone, Piovani, Cipriani, Ortolani, Piccioni e Luis Bacalov, recentemente scomparso.

A cui è stato riservato un omaggio speciale con i suoi brani “La città delle donne” e “Il Postino”. Il concerto di Capodanno della Città Eterna è iniziato con un partecipatissimo Inno di Mameli: tutta la sala in piedi a cantarlo. Sulle note di “Django”, poi, Di Lella ha salutato un emozionato Franco Nero, seduto in prima fila, indimenticabile protagonista della pellicola-cult di Sergio Corbucci.

Pubblico in estasi e grandi emozioni per oltre due ore di concerto conclusosi dopo i vari ringraziamenti, con il memorabile “Rugido Do Leao” di Piero Piccioni, alla presenza del figlio Jason e della moglie Gloria Paul.

E tra applausi a scena aperta e richieste di bis, tra i volti noti che non hanno voluto perdersi il tradizionale appuntamento, ecco Fausto e Lella Bertinotti, Antonio Martusciello e Valeria Licastro, Aurelio Regina, Lorenzo Tagliavanti e Simone Guerrini, Giorgio Assumma, Piergiorgio Romiti e signora, Gianni Rivera e consorte, Nicola e il figlio Marco Pietrangeli con Cinzia Berni, Claudio Simonetti, Lino Patruno, Corrado Augias, Lando Buzzanca in dolce compagnia della bionda Francesca Della Valle, il regista Mimmo Calopresti, Gaetano Castelli, Gianfranco D’Angelo, Enrico e Jole Cisnetto, Maria Lucia De Sica, Gabriella Farinon, Pippo Franco e signora, Ottorino Giugni. E ancora, le salottiere Guia Sospisio e Sandra Verusio, Bruno Pisaturo, Maria Giovanna Maglie, Berta Zezza con l’ex marito Aldo Spallone arrivato appositamente da Mosca, Giovanni Morricone, Silvia Sinopoli, Dario Salvatori, Paolo Pannella, Carlo Gasperoni, Monica Macchioni, Andrea Quattrini, Toni Malco, Riccardo Mastrangeli, Nicola Vicedomini, Mario Lupo, Francesca De Vito, Stefano Bortoni, Cesare Rascel, Raffaele Aragona, Paolo Dantice D’Accadia, la pittrice Ester Campese con il marito Riccardo Bramante, la gallerista Sabina Fattibene e tanti altri, tra cui, per la prima volta, i genitori di Di Lella, Giuseppe e Maria. Tutti immortalati dal fotografo Adriano Di Benedetto.

Foto By Adriano Di Benedetto

 

 

Galleria (Clicca sulla foto per slideshow): 
Categories: