Roma, Piccolo Eliseo, Flautissimo 2017 festival della World Music “Il mare unisce i paesi che separa”

​FLAUTISSIMO 2017 il festival declinato in tutte le sue infinite potenziali e ibride versioni: dalle partiture classiche all’improvvisazione jazz e ai suoni della world music, dalla scena teatrale alla video arte e alla performance figurativa 19a edizione 30 ottobre - 7 dicembre 2017 “Il mare unisce i paesi che separa” direzione artistica Stefano Cioffi

Piccolo Eliseo lunedì 30 ottobre - ore 21.00 Eneide La presa di Troia - Libro II

Sarà Massimo Popolizio, accompagnato dalle musiche del pluristrumentista Stefano Saletti e la voce di Barbara Eramo, a inaugurare il 30 ottobre al Piccolo Eliseo il festival Flautissimo, manifestazione che da quasi vent’anni si muove al di là dei consueti confini musicali e si apre a progetti multidisciplinari con incursioni nel teatro, nel melologo, nella video arte, nel fumetto d’autore.

Nella serata d’apertura, la potenza della scrittura di un grande testo classico rivive nella voce e nell’interpretazione di Massimo Popolizio, impreziosita dal vivo dalle composizione scritte appositamente per lo spettacolo.

Pluripremiato gigante della scena, figura tra le più importanti del panorama teatrale (attore ronconiano per eccellenza, indimenticabile protagonista di spettacoli fondamentali) e cinematografico (tra gli altri, memorabili i suoi personaggi ne Il Divo e in Romanzo Criminale), Popolizio si confronta con i grandi classici, ripercorrendo la tradizione orale dell’epos.

L’inganno del cavallo di legno con cui i Greci espugnano, dopo dieci anni di assedio, la città di Troia, apre il secondo libro dell’Eneide, considerato un capolavoro assoluto per la sua struttura e per la sua forza tragica. È l’inizio di un lungo cammino per mare che permetterà fortuna altrove. Enea vive la violenza della guerra, la fuga per mare, la ricerca di una nuova terra, la stessa disperazione di milioni di persone che oggi iniziano un lungo viaggio per la sopravvivenza. Durata: 60 minuti

Organizzato dall’Accademia Italiana del Flauto con la direzione artistica di Stefano Cioffi, in venti tappe Flautissimo condurrà il pubblico fino al 7 dicembre in un viaggio inedito e originale in vari spazi della città accompagnato da alcuni tra i più grandi artisti italiani e internazionali.

Tra i protagonisti di questa edizione: Roberto Herlitzka, Peppe Servillo, Moni Ovadia, Galatea Ranzi, Rita Petruccioli, Luigi Marinaro, Gabriele Coen, Giovanni Seneca, Klezroym, Banda Ikona, Alja Velkaverh, Julien Beaudiment, Mario Caroli, Michael Kofler, Juliette Hurel, Jacques Zoon.

Nato come appuntamento cameristico nel 1991, il festival è divenuto nel corso delle ultime edizioni una manifestazione in cui il nucleo di concerti si è circondato di nuovi eventi, affiancando la musica (non solo classica, ma anche world e jazz) ad un’offerta di spettacolo innovativa e multidisciplinare, che ancora una volta, grazie a musiche e testi dal valore universale, conduce il pubblico in vari spazi della città. Dopo il Piccolo Eliseo, il festival proseguirà quest’anno al Teatro Palladium, al Teatro Vascello, a Centrale Preneste e alla Biblioteca Vaccheria Nardi.

Il mare unisce i paesi che separa, il sottotitolo di questa diciannovesima edizione di Flautissimo è una frase del poeta inglese Alexander Pope (1688-1744) celebre per il suo importante lavoro di traduzione dell'opera di Omero.

"Il mare è un confine diverso, ancora oggi. Le linee separano, le acque uniscono. Ma l’unione non sempre è inclusione e tolleranza, quest’acqua ha scatenato odii per millenni, odio per la difficoltà di accettare un altro credo, odio per il dominio geografico, odio per il potere politico. Il nostro è un diario di bordo per raccontare un nuovo mare in cui solidarietà e accoglienza trovino asilo come vogliono gli usi millenari della navigazione. Salpiamo allora! Iniziando dalla guerra di Troia che ha generato il viaggio di Enea, un’erranza tra le acque del Mediterraneo alla ricerca di una casa, con la consapevolezza che abitare luoghi diversi può generare un nuovo dialogo tra le culture di questo Mare. E dalle ceneri di Troia abbiamo costruito un cartellone originale e appassionante navigando senza confini, senza pregiudizi, per avvicinare e conoscere l’altro diverso da sé."

 Stefano Cioffi, direttore artistico

Flautissimo 2017- “Il mare unisce i paesi che separa”. 19a edizione

Accademia Italiana Del Flauto | Via Ferruccio 28b | 00185 Roma

tel: 06 44 70 32 90  info@flautissimo.it - segreteria@accademiaitalianadelflauto.it

www.flautissimo.it - facebook: flautissimofestival

Pccolo Eliseo Via Nazionale 183 – 00184 Roma

Prezzo biglietto: intero 15 -  ridotto 12

UFFICIO STAMPA TEATRO ELISEO                           UFFICIO STAMPA FLAUTISSIMO

Maria Letizia Maffei                                              Fabiana Manuelli

335.6467974 ml.maffei@teatroeliseo.com               347.8263425

stampa@fabianamanuelli.it

 Antonella Mucciaccio

347 4862164 a.mucciaccio@teatroeliseo.com

Galleria (Clicca sulla foto per slideshow): 
 “Il mare unisce i paesi che separa”
 “Il mare unisce i paesi che separa”
Categories: