la grande fotografia applicata al teatro, agli  eventi, spettacoli  e natura

Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.

Trittico di Balletto al Teatro Costanzi 

Trittico di Balletto al Teatro Costanzi 

Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.

Trittico di Balletto al Teatro Costanzi. Musiche su base registrata di Thom Willems, Maurice Ravel, Arvo Pärt, Ezio Bosso


Trittico di Balletto al Teatro Costanzi . Venerdì 25 febbraio alle ore 20.00, con Forsythe / Inger / Blanc, torna in questa stagione 2021/22 il trittico che affianca i lavori di tre maestri.

Trittico di Balletto al Teatro Costanzi. La formula è andata consolidandosi con l’arrivo di Eleonora Abbagnato, confermata proprio in questi giorni per altri tre anni alla direzione del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma.


Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.
Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.

Sono onorata di poter proseguire il percorso iniziato – ha dichiarato la Direttrice Eleonora Abbagnato –, soprattutto perché è in piena costruzione il repertorio del futuro del nostro Corpo di Ballo. Ringrazio il Sovrintendente Francesco Giambrone che conosco da tanti anni.

Sicuramente è una persona che si pone artisticamente sulla linea di quello che abbiamo iniziato assieme a Carlo Fuortes, il progetto di portare nuove produzioni e nuovi nomi di grandi coreografi che entrino nel repertorio.

La continuità è una grande ricchezza in questo momento, dopo quello che abbiamo vissuto con la pandemia.

Sarà un bene per il pubblico e per noi proseguire il lavoro nella normalità”.

Grandi nomi e nuovi titoli ci saranno nella serata Forsythe / Inger / Blanc che vede protagonista il Corpo di Ballo dell’Opera di Roma e, come principali interpreti, l’étoile Susanna Salvi, i primi ballerini Claudio Cocino, Michele Satriano e Alessio Rezza.

Apre il programma Herman Schmerman del geniale William Forsythe che, sulle musiche composte appositamente da Thom Willems, ha creato nel 1992 un balletto senza trama diviso in due atti, con il solo scopo di veder danzare ballerini talentuosi con i costumi disegnati da Gianni Versace.

La prima volta che ho ascoltato la frase Herman Schmerman – ha raccontato Forsythe – è stata nel film Il mistero del cadavere scomparso con Steve Martin.

A mio parere è un titolo affascinante che non significa nulla.


Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.
Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.

Anche questo balletto non significa nulla. È un pezzo sulla danza molto divertente.

Si tratta unicamente di ballerini con talento che danzano, e questo è un bene, no?”.

Il balletto, mai andato in scena prima d’ora sul palcoscenico del Lirico Capitolino, è ripreso da José Carlos Blanco Martínez.

Le luci sono di Tanja Rühl e William Forsythe.

Il secondo titolo della serata è Walking Mad creato dallo svedese Johan Inger nel 2001 e già presentato a Roma nel marzo 2018.

Sulle note del Bolero di Ravel e di Für Alina di Pärt, Inger porta in scena un muro che divide, si muove e si apre generando spiragli di comunicazione.

Un viaggio pieno di sorprese e di svolte inattese. – spiega Inger – Se lo guardate con attenzione, Walking Mad è un cerchio.

Alla fine si ritorna all’inizio, ma qualcosa è cambiato, nello spirito, nell’energia.


Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.
Trittico di Balletto al Teatro Costanzi.

Siamo andati da qualcosa di colorato a qualcosa di grigio, di statico”. Il balletto è ripreso da Yvan Dubreuil, le luci sono di Erik Berglund, scene e costumi dello stesso Inger.

In chiusura una prima assolutaFrom Afarnuova creazione per il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma firmata dal coreografo Nicolas Blanc su musica di Ezio Bosso, i primi due movimenti della Sinfonia No.1 Oceans.

“From Afar – spiega il coreografo francese attivo da tempo negli Stati Uniti – parla di donne e uomini, di un’avventura umana, un’avventura di cuori e anime.

È una storia che mette in relazione presenza e assenza, vicinanza e distanza.

Attraverso questo viaggio penso all’effimero della vita, ma anche alla forza vitale dei corpi in movimento che seguono la marea oceanica della gloriosa sinfonia di Ezio Bosso”.

Le scene di questa nuova creazione sono di Andrea Miglio, i costumi di Anna Biagiotti, le luci di Fabrizio Marinelli.

Le musiche dello spettacolo sono su base registrata.

Dopo la “prima” di venerdì 25 febbraio, ore 20.00Forsythe / Inger / Blanc torna in scena sabato 26 (ore 18.00) e domenica 27 febbraio (ore 16.30), martedì 1 (ore 20.00), mercoledì 2 (ore 20.00) e giovedì 3 marzo (ore 20.00).

In cartellone due ulteriori appuntamenti: l’“Anteprima Giovani” giovedì 24 febbraio (ore 19.00) riservata ai minori di 26 anni, la matinée di mercoledì 2 marzo (ore 11.00) riservata alle scuole.

Per informazioni: operaroma.it

TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

Cosimo Manicone

Ufficio Stampa

cosimo.manicone@operaroma.it

Leggi anche;

https://www.buonaseraroma.it/roberta-caronia-in-giulietta-sala-umberto/

https://www.unfotografoinprimafila.it/costa-concordia-mostra-fotografica-e-libro/

(C) Tutti i diritti riservati Adriano di Benedetto 2019-2029 – elaborazione grafica e gestione: progettoweb.xsoft.it