la grande fotografia applicata al teatro, agli  eventi, spettacoli  e natura

OFF/OFF Theatre ”La Notte poco prima delle Foreste”.

OFF/OFF Theatre” La Notte poco prima delle Foreste”

OFF/OFF Theatre” La Notte poco prima delle Foreste”

OFF/OFF Theatre ”La Notte poco prima delle Foreste”.

OFF/OFF Theatre” La Notte poco prima delle Foreste”. Presentato da SMART Cooperativa Sociale in accordo con Arcadia & Ricono Ltd, Da martedì 22 a venerdì 25 marzo 2022


OFF/OFF Theatre” La Notte poco prima delle Foreste”. Di Bernard – Marie Koltes, Traduzione di Francesco Bergamasco, con Fabio Vasco, Regia Marco Mattolini, Scene e Costumi Giulia Balbi

Da martedì 22 a venerdì 25 marzo 2022, all’OFF/OFF Theatre, il regista Marco Mattolini dirige la pièce “La notte poco prima delle foreste”, spettacolo tratto dal testo del drammaturgo francese Bernard – Marie Koltes, nella traduzione di Francesco Bergamasco, con l’interpretazione di Fabio Vasco.

Un labirinto di mondi, incontri, situazioni, desideri è attraversato dal un protagonista senza nome, che disegna sul palco il delirio di uno straniero, forse un immigrato, o un barbone, un omosessuale.


OFF/OFF Theatre ”La Notte poco prima delle Foreste”.
OFF/OFF Theatre ”La Notte poco prima delle Foreste”.

Non importa.

Rivolto all’invisibile ragazzo abbordato a un angolo di strada, forse, in tutta questa confusione, un angelo oppure semplicemente l’altro da sé, nel dedalo di periferie urbane senza nome.

Il bisogno acuto di condividere con qualcuno la propria disperazione, il senso di oppressione, la mancanza di radici, di riferimenti certi, in una notte cupa, sotto il battere di una metaforica pioggia, alla ricerca di un tetto sotto cui rifugiarsi e proteggersi dal freddo e dalle paure dell’esistere.

La ricerca dell’altro: la madre, una donna, un proprio simile, un compagno di viaggio, un complice, un sognatore a cui far riferimento nella sofferenza infinita di una notte come tante, eppure speciale per la lucidità angosciante dei ricordi, per la velleità di sogni legittimi eppure impossibili, le utopie fondanti eppure negate.

Un capolavoro estremo e sconcertante che, per l’interazione circolare dei temi e della memoria, fa pensare a Bernhard o, per l’ambiguità straniante dei personaggi evocati, ricorda Genet o Pinter o ancora, è associabile ad Athol Fugard, per le indagini extracomunitarie in particolare dell’Africa, come cattiva coscienza del bianco europeo.

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over 65 18€; Ridotto Under35 15€ – Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni: +39 06.89239515 dalle h. 16.00 – – Prevendita online: www.vivaticket.it

SITO: http://off-offtheatre.com/ – FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/ – IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla 338 4935947 carlafabistampa@gmail.com –  Roberta 340 2640789 savonaroberta@gmail.com
www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavonahttps://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/cinzia-tedesco-pino-jodice-kings-of-pop-in-jazz/

https://www.unfotografoinprimafila.it/teatro-le-fontanacce-woman-in-rock/

(C) Tutti i diritti riservati Adriano di Benedetto 2019-2029 – elaborazione grafica e gestione: progettoweb.xsoft.it